Christian Gamarino

VIDEO Intervista a Christian Gamarino: “Sono innamorato dell’Endurance”

Christian Gamarino dal 2018 è presenza fissa del Mondiale Endurance FIM EWC: le sue aspettative per il 2021, Le Mans in primis, in questa video-intervista.

1 aprile 2021 - 19:45

Dal 2018 presenza fissa del Mondiale Endurance FIM EWC, Christian Gamarino è pronto ad un intensa stagione 2021. Tra le competizioni motociclistiche di durata ed il National Trophy, il “Gama” sarà molto impegnato a cominciare dalla 24 ore di Le Mans del 17-18 aprile prossimi. Punta di diamante del Team 33 Louit April Moto Kawasaki atteso protagonista della classe Superstock, il contendente al titolo Europeo Superstock 600 2013 in questa video-intervista ci ha parlato delle sue aspettative riposte per il 2021, senza nascondere alcune sue prospettive di carriera. Di seguito un estratto.

L’ASSENZA AI PRE-TEST CAUSA COVID

Il programma iniziale prevedeva di prender parte ai Pré-Test ufficiali della 24 ore di Le Mans. Tuttavia, dopo i test di Misano con il team NB del National Trophy, mi sono sottoposto al tampone in previsione della mia partenza per la Francia e sono risultato positivo, a bassa carica, al COVID-19. Per fortuna sto bene, sono asintomatico e questa situazione mi sembra… incredibile! Mi stavo allenando quando, ad un certo punto, mi hanno chiamato dal laboratorio dove ho effettuato il test, dicendomi che ero positivo a bassa carica. Subito mi son chiesto: “Com’è possibile?”. Tutti i meccanici del team NB sono risultati negativi e, in questo periodo, sono praticamente rimasto sempre a casa a studiare ed allenarmi. Non ho alcun sintomo, sto benissimo, sono carico e non sono mai stato così pronto per la 24 ore! L’aspetto curioso è che la squadra non ha comunque preso parte ai Pré-Test in quanto il mio capo-tecnico, a sua volta, è risultato positivo nei giorni scorsi.

ASPETTATIVE PER L’ENDURANCE 2021

Da quando sono con Louit Moto abbiamo fatto 2 pole su 3 gara e sul passo eravamo tra i più veloci, mal che vada secondi, giocandocela comunque con Moto Ain. Finora non abbiamo raccolto ciò che ci aspettavamo e, pertanto, speriamo sia questo l’anno giusto. Correrò a Le Mans con due nuovi compagni di squadra e le aspettative sono tante… Peccato non aver fatto i Pré-Test, scopriremo le Dunlop nel weekend di gara. Da parte nostra siamo veloci, ma nella Superstock il livello è molto alto e, come sempre, nell’Endurance può succedere di tutto. In termini di velocità forse noi sulla carta siamo i favoriti, ma ci sono altri team di livello: No Limits ha una bella squadra, BMRT sono andati bene nei Test ed il Team 18 quest’anno sono molto forte. Nell’Endurance nulla è scontato, noi siamo un po’ la prova vivente di questo.

PERCHÉ L’ENDURANCE

L’Endurance per quanto mi riguarda è arrivato un po’ per caso, ma poi me ne sono innamorato! Amplifica di molto le sensazioni che hai nelle gare sprint. Stai molto più tempo in moto, soffri, se vinci se contento, ma anche soltanto se porti a termine una 24 ore sei felice. Le gare Endurance sono bellissime, il prima ed il dopo, mentre il “durante”… non sempre. Qui ho imparato molto a livello di guida. Stando tanto tempo in moto impari ad avvertire ogni singola reazione perché, di fatto, hai un’interazione fortissima con la tua moto. Devi adattarti a correre a serbatoio pieno e vuoto, con gomma nuova o con già 3 ore all’attivo, correre di notte e di giorno… Un’esperienza che ti fa maturare tanto come pilota.

Inoltre qui mi sento riconosciuto. Spesso in determinate realtà non ti senti ripagato, anche soltanto sotto l’aspetto psicologico, degli sforzi fatti. Qui invece puoi correre da professionista, le squadre ti chiedono “quanto vuoi per correre con noi?”, mentre in altre realtà la domanda è se hai sponsor o 150 mila euro… Nell’Endurance la carriera di pilota si allunga perché non conta solo la velocità pura, ma l’esperienza maturata nel corso degli anni. Sono stato per diverse stagioni nel paddock del Mondiale Superbike e, vi assicuro, i team ufficiali dell’EWC non hanno nulla da invidiare e per noi piloti attirano molto. L’Endurance per noi può essere veramente un lavoro, perché prendi uno stipendio e c’è una prospettiva di carriera.

NATIONAL TROPHY

Quest’anno correrò nuovamente nel National Trophy 1000 con il team NB Racing Technology. Ho provato la nuova BMW a Misano, visto che fino allo scorso anno correvamo con la vecchia, ed è stata un’uscita molto positiva. Purtroppo dovrò saltare la prima gara per via della concomitanza con Le Mans ed è un peccato per il nostro campionato, però sono contento di continuare con NB dove ci sono dei bravi ragazzi che si impegnano moltissimo“. Nel video in apertura l’intervista completa con le ragioni della scelta di Christian Gamarino di correre nell’Endurance e National Trophy rispetto ad altre realtà nazionali ed internazionali.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto ACO

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

FIM EWC

FIM EWC 2021 fronteggia la crisi con 35 team permanenti

24h Le Mans

24h Le Mans Moto a giugno? Non cambia il programma

Etienne Masson

Etienne Masson firma con ERC Ducati per il FIM EWC 2021