Bol d'Or

Ritorna il Bol d’Or: 84^ edizione di una corsa leggendaria

Dopo la cancellazione del 2020, ritorna questo weekend a Le Castellet il Bol d'Or: la grande classica del motociclismo d'oltralpe sarà decisiva per il FIM EWC 2021?

14 settembre 2021 - 12:21

Prossimi al suo centenario, il Bol d’Or resta la grande classica del motociclismo d’oltralpe. Superando diverse vicissitudini, registrando 15 differenti cambiamenti di location dal 1922 a questa parte, la maratona Endurance transalpina resta la più prestigiosa del Vecchio Continente. Una tematica che si riproporrà questo fine settimana al Circuit Paul Ricard di Le Castellet, teatro dell’84^ edizione di una corsa leggendaria. Sulla carta, se non decisiva, quantomeno potenzialmente determinante nella corsa al titolo mondiale FIM EWC 2021.

RITORNO

Cancellata l’edizione 2020 per l’emergenza COVID-19, il Bol d’Or tornerà protagonista sabato 18 e domenica 19 settembre per una 24 ore che si prospetta intensa, probante, estenuante per piloti e meccanici. Non da meno, per le moto in gara. Dal ritorno a Le Castellet del 2015, si è sempre affermata come la 24 ore più problematica da affrontare per la tipologia del tracciato. L’infinito rettifilo del Mistral, con i suoi 1.800 metri da affrontare per 23 secondi consecutivi a gas aperto, rappresenta un vero banco di prova per l’affidabilità dei mezzi. Ritiri eccellenti e clamorosi colpi di scena si sono registrati nelle passate edizioni, perché al Bol d’Or (e nell’Endurance) vale sempre il motto “Mai dire mai…“.

LOTTA NEL FIM EWC

I Pré-Test tenutisi nelle scorse settimane hanno innalzato l’asticella delle performance. Il target (in qualifica) è ora fissato sull’1’52”, tradotto 180 orari di media sul giro. Queste moto della top class EWC ormai viaggiano su tempi impensabili pochi anni or sono, restando sempre nel sottilissimo filo tra la velocità pura ed imprescindibili prerogative di affidabilità. Il Team Kawasaki SRC di questa tesi di pensiero ha costruito i propri successi, vincendo oltretutto 4 delle ultime 7 edizioni del Bol d’Or. In questa circostanza, con la “vecchia” Ninja ZX-10RR, si presenterà al Paul Ricard al comando della classifica, con Jeremy Guarnoni, Erwan Nigon e David Checa all’assalto di una vittoria che manca ormai da Le Mans 2019.

TOP TEAM

La sfida è apertissima con Yoshimura SERT detentore del trofeo in virtù del successo 2019. La Gixxer #1 non ha sfigurato nei Pré-Test, viaggiando sul 52″ come BMW Motorrad World Endurance, a caccia del primo successo nel FIM EWC con una M 1000 RR sempre sul podio. Il Bol d’Or sarà inoltre terreno di caccia per F.C.C. TSR Honda, in trionfo nel 2018 con la Fireblade di due generazioni precedenti. Che dire poi di YART Yamaha, con il nostro Niccolò Canepa all’ultima, effettiva chance di riaprire i giochi-campionato in vista della finalissima di Most del 9 ottobre prossimo.

OCCHIO ALLA DUCATI

Il Bol d’Or è una gara che per Ducati rappresenta una pietra miliare della propria storia. Nel 1986, proprio a Le Castellet, debuttò la 748 IE, la prima “Desmoquattro”. Trascorsi 35 anni, la casa di Borgo Panigale sarà al via grazie al Team ERC, schierando per l’occasione (e per il conclusivo round 2021 di Most) Lorenzo Zanetti. Presente ai test pre-evento di Estoril, il pilota bresciano affiancherà due Campioni del Mondo Endurance del calibro di Etienne Masson e Mathieu Gines, sincerando un rinnovato interesse dell’azienda per le corse motociclistiche di durata.

GRAND’ITALIA

Una “nazionale azzurra” dell’EWC che si arricchisce sempre più e, nella top class, annovera come sempre Roberto Rolfo, a caccia di un bel risultato con Moto Ain Yamaha dopo la vittoria nella Stock 2019. Proprio in questa classe, il No Limits Motor Team punterà a replicare il podio del 2018 con la GSX-R 1000 #44 affidata a Luca Scassa, Kevin Calia ed Alexis Masbou. Presente anche il team Aviobike con il rinnovato equipaggio formato da
Eddy Dupuy, Patrick Dangl, Marco Muzio e Nico Bonifacio, mentre Kawasaki Louit Moto 33 annovera un trio tutto italiano formato da Christian Gamarino, Luca Vitali e Simone Saltarelli. Regolarmente presente anche Christian Napoli, come sempre con Energie Endurance 91 Kawasaki.

PARTENZA SABATO ALLE 15

La 84^ edizione del Bol d’Or scatterà sabato 18 settembre al tradizionale orario delle 15:00 per 24 ore di pura passione, da vivere tutto d’un fiato. Ritrovando il fascino della grande classica del motociclismo d’oltralpe…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bol d'Or

Yoshimura SERT Suzuki in pole position al Bol d’Or 2021

Bol d'Or

Prime qualifiche (bagnate) del Bol d’Or, svetta BMW

Lorenzo Zanetti

Lorenzo Zanetti con Ducati ERC al Bol d’Or: “Mi piace il progetto, per il futuro…”