24 Heures Motos Le Mans

Storia della 24 Heures Motos Le Mans: dal 1991 al 1995 (4° Parte)

La prima metà degli anni '90 proietta la 24 Heures Motos Le Mans in un periodo di splendore: la sorprendente vittoria Yamaha Finacor, il dominio Kawasaki, il ritorno Honda...

27 luglio 2020 - 9:51

Gli anni ’90 della 24 Heures Motos Le Mans si aprono tra sorprese e conferme. Il primo lustro innalza di status la 24 ore motociclistica della Sarthe, accogliendo l’adesione delle case costruttrici ed un pubblico sempre più numeroso, arrivato a superare le 100.000 unità. Lo spettacolo in pista non manca mai, garantendo un quinquennio di gare epiche. Si passa dall’incredibile affermazione Yamaha Finacor del 1991 al trionfale ritorno Honda France del 1995 con il record di Alex Vieira, ma anche e soprattutto con il dominio Kawasaki France. Avvalendosi anche di un nome noto del calibro di Carl Fogarty…

1991: SORPRESA YAMAHA FINACOR

Nel 1991 la 24 Heures Motos Le Mans celebra la sua 14esima edizione e si tira… a lucido. Nuovo layout del Circuit Bugatti, inedite strutture, tribune più capienti. Insomma: si respira l’aria del grande evento e la gara non tradirà le attese, tra colpi di scena ed uno schieramento di partenza da capogiro. Sarà una maratona probante, estenuante, intensa, dove usciranno fuori le sorprese. Se alla vigilia tutto portava verso il confronto tra gli squadroni Suzuki S.E.R.T. (per l’occasione con livrea Lucky Strike) e Kawasaki France con due equipaggi ciascuno, sarà la sorprendente FZR del team Yamaha Finocar ad assicurarsi la vittoria.

Sorprendente vittoria di Yamaha Finacor nel 1991

Dopo una superlativa pole di Alex Vieira (passato a Kawasaki) in 1’47″16, in gara la lotta fratricida tra i due top team dell’Endurance comporterà problematiche ad entrambi. Le due Suzuki S.E.R.T. si vedranno presto costrette alla resa, mentre le Kawasaki saranno attanagliate da noie meccaniche, salvando il salvabile con il secondo e terzo posto. Con sole 26 moto al traguardo, il team Yamaha Finacor festeggerà una vittoria storica con il compianto Bruno Bonhuil, Rachel Nicotte e Philippe Monneret artefici del primo hurrà Yamaha a Le Mans e di un’impresa entrata nella leggenda del motociclismo.

1992: FOGARTY E KAWASAKI IN TRIONFO

L’edizione del 15esimo anniversario profila un nuovo confronto-scontro tra i team dominanti del periodo: Kawasaki France e Suzuki SERT. La squadra di Dominique Meliand punta tutto sull’unica GSX-R 750 affidata a Christian Lavieille, Michel Graziano ed all’eterno Hervé Moineau, autore della pole position. In gara, tuttavia, la storia sarà completamente diversa. La SERT si dovrà accontentare del secondo posto lasciando la vittoria al Team Kawasaki France, in trionfo con un vero e proprio dream team destinato a monopolizzare la scena nell’Endurance 1992: Michel Simul, Terry Rymer, ma soprattutto Carl Fogarty.

Carl Fogarty nella trionfale edizione 1992

“King Carl” vive un 1992 poli-disciplinare e multi-marca: con Ducati nel Mondiale Superbike, con Honda nelle corse su strada (straordinaria impresa al TT), con Kawasaki nell’Endurance. Proprio con la verdona farà sua non soltanto la 24 ore con una prestazione incredibile, ma anche il titolo iridato insieme al coriaceo connazionale Terry Rymer. Tornando a Le Mans, da segnalare il terzo posto della Honda National Motos: senza più Honda France, la squadra transalpina difende i colori della casa dorata schierando Adrien Morillas, Guy Bertin ed Arnaud de Puniet, papà di Randy.

1993: KAWASAKI FRANCE VS SUZUKI SERT

Non cambia il leitmotiv dell’edizione 1993. Il duello tra Kawasaki France e Suzuki SERT, con due equipaggi ciascuno, elettrizza la contesa, per quanto già prima della nottata la corsa assume la propria fisionomia. Dopo una sfuriata iniziale delle GSX-R 750 della SERT, problemi tecnici costringeranno entrambe le moto della squadra di Dominique Meliand alla resa. Porte spalancate dunque verso l’ennesimo hurrà dell’imbattibile Team Kawasaki France, in particolare con l’equipaggio formato dal britannico Brian Morrison ed i francesi Adrien Morillas e Wilfried Veille.

Kawasaki France in trionfo nel 1993

Non particolarmente fortunata la seconda ZXR-7 capeggiata da Piergiorgio Bontempi, convocato per affiancare Denis Bonoris e Jean Louis Battistini. Da segnalare sul podio due Honda private con National Motos seconda, questa volta con Miguel Duhamel accanto ad Arnaud de Puniet, ed una prolungata interruzione con la Safety Car per pioggia e olio in pista nella mattinata di domenica.

1994: ANCORA KAWASAKI

Il debutto della nuova RC45 riporta Honda France in gara, ma l’appuntamento con la vittoria è soltanto posticipato per la casa dell’ala dorata. A salire sul gradino più alto del podio sarà nuovamente Kawasaki France, impeccabile nel rendimento tanto da condurre la corsa per 16 delle 24 ore in programma. Terry Rymer, Adrien Morillas e Jean Louis Battistini gli artefici del quinto hurrà di Akashi alla 24 Heures Motos, viaggiando a quasi 140 km/h di media e completando qualcosa come 3.353 chilometri (!).

Quinta vittoria Kawasaki alla 24 ore

Honda France dovrà così accontentarsi della seconda posizione con l’equipaggio capitanato dal quattro volte vincitore Alex Vieira, mentre la Suzuki S.E.R.T. rimedierà soltanto il terzo gradino del podio dopo una serie di problemi tecnici che hanno attanagliato le due GSX-R 750. Una caduta nella serata del sabato alla Musée toglierà di scena invece l’attesissimo squadrone Yamaha Motor France con Christian Sarron in sella, ma la gioia della vittoria arriverà pochi mesi più tardi al Bol d’Or con il fratello Dominique ed il compianto Yasutomo Nagai.

1995: HONDA VINCE, VIEIRA DA RECORD

A tutti gli effetti l’edizione dei record. Complessivamente 57 squadre al via, rappresentate direttamente cinque case costruttrici con i propri team di riferimento: Kawasaki France, Suzuki S.E.R.T., Yamaha Motor France, Honda France e persino Ducati con l’importatore transalpino SIMA, tutte in grado di ritrovarsi almeno in una singola occasione in testa alla gara. La 24 Heures Motos Le Mans 1995 resterà negli annali, scrivendo una memorabile pagina di storia delle corse motociclistiche di durata per il trionfale ritorno alla vittoria di Honda France.

Il poster dell’edizione 1995

Alla decima affermazione in 18 edizioni, la casa dell’ala dorata festeggerà il primo hurrà della nuova 1995, ma non solo. Accanto a Brian Morrison e Rachel Nicotte, Alex Vieira metterà a segno la sua quinta ed ultima vittoria (1986, 1988, 1989, 1990 e 1995), diventando il pilota più vittorioso di sempre alla 24 ore. Un record eguagliato soltanto nel 2016 da Gregory Leblanc…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

ERC Ducati

ERC Ducati: sfida 24h Le Mans per la Panigale V4 R

Le Mans

Una 24 ore di Le Mans Moto senza i giapponesi

24 Heures Motos Le Mans

Storia della 24 Heures Motos Le Mans: dal 1996 al 2000 (5° Parte)