8h Suzuka

8h Suzuka, dopo 6h30: Yamaha pasticcia ai box, finale thrilling in vista

Colpo di scena a 90 minuti dalla fine: Yamaha perde 15 secondi ai box, Honda e Kawasaki scappano. Ma non è ancora detta l'ultima parola...

28 luglio 2019 - 11:09

Colpo di scena: a 1h45 dalla conclusione è andato male il pit stop di Yamaha #21. Per un problema di gestione della sosta Katsuyuki Nakasuga è tornato in pista con 15″ di ritardo sui tempo ideale previsto, perdendo contatto con la testa della corsa. Un formibabile Jonathan Rea ha trascinato di nuovo la Kawasaki #10 al comando, prima di cedere il testimone al più lento Leon Haslam. Intanto la Honda sta allungando a dismisura gli stint per prendere in contropiede le avversarie. Stefan Bradl, come negli stint precedenti, si è rivelato più lento di Rea e dei piloti Yamaha. Ma se la Honda giocasse il jolly? Qui i video della corsa.

FINALE THRILLING

A 90 minuti dalla fine la Kawasaki #10 vanta circa 10 secondi di vantaggio sulla Honda #33 e circa 20 secondi sulla Yamaha #21. Diventerà quindi decisivo l’ultimo stint, al calar della sera e con l’ultima mezz’ora coi fari, di notte. La Kawasaki calerà l’asso Jonathan Rea, rivelatosi di gran lunga il più veloce in pista. La Yamaha proverà a recuperare terreno con Michael van der Mark mentre la Honda rimanderà dentro Stefan Bradl. Sempre che non ci sia la grandissima sorpresa, cioè che Takumi Takahashi non riesca rimanere dentro per i 90 minuti che restano. Questo si che sarebbe uno scacco matto per tutti…

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

8 ore di Suzuka

La 8 ore di Suzuka 2020 anticipata per le Olimpiadi di Tokyo

Sebastien Gimbert

Sebastien Gimbert: una carriera straordinaria

Suzuka

Suzuka lascia strascichi: rivisto il regolamento EWC