24h Le Mans, Suzuki

24h Le Mans:Trionfa Suzuki, fantastico podio per No Limits Motor

Prova di forza di Suzuki Sert Yoshimura nel primo round del mondiale Endurance. Grande gioia italiana: No Limits Motor team sul podio Stock con Scassa, Calia e Masbou

13 giugno 2021 - 12:02

Grande prova di forza di Suzuki alla 24h Le Mans. Il team Sert Yoshimura ha fatto il vuoto nel primo round del Mondiale Endurance con la GSX-R velocissima ed affidabile, pilotata magistralmente da Greg Black, Xavier Simeon e il sempreverde Sylvain Guintoli. Delusione invece per Yamaha Yart che era partita in pole con Karel Hanika, Marvin Fritz e il nostro Niccolò Canepa: per dieci ore un duello spaziale con la Suzuki, combattuto fianco a fianco come fosse stato un GP. Poi, allo scendere della sera, un guasto al motore ha sancito il ritiro.

No Limits Motor Team fra i grandi 

Ma la 24h Le Mans, gara mito dell’Endurance, è stata anche palcoscenico della grandissima prestazione offerta dall’italianissimo No Limits Motor Team. Con Luca Scassa, Kevin Calia e il francese Alexis Masbou la privatissima formazione di Moreno Codeluppi ha navigato stabilmente nella top tean assoluta. Una scivolata dopo sei ore ha pregiudicato le possibilità di successo nella categoria Stock, che fino a quel punto erano assai concrete. Ma, riparati moto e morale, piloti e tecnici sono riusciti a centrare un risultato incredibile: settimi assoluti, terzi di categoria dietro alla Honda di National Motos e alla Kawasaki di BMRT 3D Maxxess Nevers. Una squadra italiana in gioco per il titolo cadetto dell’Endurance: da non credere!

I grandi in difficoltà

Oltre a Yamaha, anche Honda FCC TSR ha pagato parecchi problemi: cadute, guai tecnici, perfino uno stop per mancanza di carburante. La CBR-RR (ufficiale) ha concluso al decimo posto, dopo esser stata a lungo seconda piazzamento ereditato dalla Kawasaki SRC. Sul podio anche la BMW ufficiale, dopo una portentosa rimonta resa necessaria dagli inconvenienti capitati nella prima parte di gara.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

1 commento

Katana05
12:55, 14 giugno 2021

La rivoluzione del team SERT-Yoshimura ha avuto un esito strepitoso e inaspettato, e finalmente torna a dominare dopo anni in cui vinceva solo grazie alle magagne altrui. Purtroppo Yart invece continua ad essere veloce ma inconcludente. La vera delusione però secondo me è stata Honda FCC-TSR, mai in gara ne come velocità che come costanza.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jonathan Rea

Jonathan Rea con Kawasaki all’assalto della 8 ore di Suzuka 2021

Orari TV, Endurance, 12h Estoril

12h Estoril, alle 10 il via: diretta su Eurosport2, le immagini su Corsedimoto

12h Estoril

YART Yamaha con Niccolò Canepa in pole alla 12h Estoril