ricky brabec dakar 2020

Dakar, Tappa 6: Ricky Brabec trionfa prima della pausa, problemi per Price

Ricky Brabec, seconda vittoria di tappa ed allungo in classifica generale. Doppietta Honda con Barreda, 3° Walkner. Problemi sul finale per Price e Benavides.

10 gennaio 2020 - 11:36

La prima parte della Dakar 2020 si chiude con una tappa caratterizzata dalla sabbia. Una giornata in cui abbiamo il ruggito delle Honda, in particolare di Ricky Brabec, alla seconda vittoria in questa edizione. Non solo, perché così il pilota statunitense allunga ancora in classifica generale. Doppietta per la casa dell’ala dorata con Joan Barreda in seconda posizione: finalmente un acuto per lo spagnolo, che aveva iniziato sottotono e con troppe cadute questa edizione della Dakar. Terza piazza per Matthias Walkner, mentre Toby Price perde ben 16 minuti per problemi alla sua KTM. Sfortunato anche Kevin Benavides, che vede vanificate le opzioni di vittoria a pochi chilometri dall’arrivo per la rottura del motore.

ABBANDONI

Non sono mancati altri ritiri, causati da problemi tecnici, fisici o incidenti. Difficoltà di natura fisica hanno fermato prima della quinta tappa Arnold Brucy (‘Original by Motul’), che in seguito ad un forte incidente aveva riportato un trauma encefalico. Il francese, nonostante anche una spalla rotta, era risalito sulla sua moto ed aveva concluso la competizione, ammettendo in seguito di non ricordare assolutamente nulla di quant’era accaduto. KO anche uno dei favoriti, Sam Sunderland: un brutto botto gli ha lasciato una lesione alla scapola sinistra, oltre a cinque costole fratturate all’altezza dell’attaccatura alle vertebre. Un incidente ha chiuso infine anche la Dakar di Guillame Martens, che non è riuscito a ripartire.

LA TAPPA

Toby Price è il primo a scattare in quest’ultima tappa prima della giornata di riposo. Il leader Ricky Brabec invece è 4°, una buona posizione per cercare di allungare ancora in classifica generale. Una giornata che però inizia al meglio  per vari alfieri Honda, che si alternano al comando: dopo 165 km abbiamo addirittura Benavides, Brabec, Cornejo e Barreda installati nelle prime 4 posizioni. In seguito però è lo statunitense a prendere la testa della corsa, mentre in casa Husqvarna sottolineiamo come Quintanilla sia in azione nonostante una dolorosa tendinite ad un polso. Si complica di più la situazione di Branch: con 177 km ancora da disputare, si ritrova con una gomma seriamente danneggiata. Peccato per lui, che ora può solo sperare di riuscire a concludere la giornata.

Tappa curiosa per i fratelli Benavides, Kevin (Honda) e Luciano (KTM), rimasti a lungo fianco a fianco nel corso della competizione. Non mancano stop momentanei, incidenti e abbandoni, ma i colpi di scena arrivano nella parte finale. La moto di Price si blocca, perdendo oltre 16 minuti, mentre poco dopo è il turno di Kevin Benavides, fino a quel momento a 25” ed in competizione per la vittoria. Trionfa senza difficoltà Ricky Brabec, che così allunga sensibilmente al comando della classifica generale. Seconda piazza e primo podio del 2020 per Joan Barreda, che completa una doppietta Honda davanti alla KTM di Matthias Walkner. Dopo questa tappa il maggior rivale di Brabec diventa Pablo Quintanilla, che però accusa un distacco di 20′ 56”. Toby Price segue in terza posizione a 25′ 39′, con José Ignacio Cornejo 4° a 25′ 41”.

La top ten di tappa

1. Ricky Brabec – Monster Energy Honda – 4h 36′ 28”
2. Joan Barreda – Monster Energy Honda – 1′ 34′
3. Matthias Walkner – Red Bull KTM Factory – 2′ 45”
4. Pablo Quintanilla – Rockstar Energy Husqvarna Factory – 4′ 55”
5. Luciano Benavides – Red Bull KTM Factory – 5′ 02”
6. José Ignacio Cornejo – Monster Energy Honda – 5′ 16”
7. Franco Caimi – Monster Energy Yamaha – 8′ 13”
8. Paulo Gonçalves – Hero Motorsports – 8′ 16”
9. Stefan Svitko – Slovnaft Rally – 10′ 56”
10. Skyler Howes – KLYMCIW Racing – 15′ 03”

Le classifiche complete

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dakar, presentata l’edizione 2021. Date, percorso e novità

dakar 2020

Dakar, David Castera: “L’edizione 2021 si farà, ma con misure speciali”

dakar 2020

Dakar, “una pioggia di idee” per migliorare la sicurezza dei piloti