ross branch dakar 2020

Dakar 2020: Seconda tappa nel segno di Ross Branch

Prima vittoria di tappa per Ross Branch. Secondo Sam Sunderland, nuovo leader in classifica generale, 3° Pablo Quintanilla. In difficoltà Brabec e Price.

6 gennaio 2020 - 10:48

Seconda tappa della Dakar che si rivela ben più complessa, ma c’è un vincitore inatteso. Brilla infatti Ross Branch: il top rookie 2019, originario del Botswana, conquista la sua prima vittoria di tappa. A poco più di un minuto da lui c’è Sam Sunderland, nuovo leader della classifica generale, che nell’ultimo tratto riesce ad avere la meglio su Pablo Quintanilla, 3° a fine tappa. Giornata difficile invece per i dominatori della prima giornata: Ricky Brabec chiude appena fuori dalla top ten con circa 9′ di ritardo, 12 invece quelli accusati da Toby Price.

PENALITA’

Da rettificare quanto visto nella prima giornata, visto che sono arrivate alcune penalità in termini di tempo. In tutto sono 43 i piloti che vengono sanzionati, da pochi minuti a più di un’ora. Uno di questi è il campione in carica Toby Price, penalizzato di due minuti, un fatto che comunque non gli toglie la vittoria della prima tappa. I distacchi dietro di lui però si sono notevolmente ridotti: prima della partenza, Ricky Brabec accusava solo 5”, 40” quelli del terzo classificato Matthias Walkner.

LA TAPPA

Price, vista la vittoria nella tappa inaugurale, è quindi scattato davanti a tutti, seguito da Brabec e Walkner. Partire per primi però non giova, anzi si rivela una competizione particolarmente difficile. Barreda invece si porta al comando dopo 52 km, davanti a Branch (miglior rookie 2019) e Quitanilla. Sempre più indietro invece i due protagonisti della prima giornata, che dopo 159 km accusano dai 10 ai 13 minuti di ritardo. Uno svantaggio che entrambi proveranno a ridurre sensibilmente, senza però particolare successo. Il momento determinante arriva al km 214: Ross Branch, che stava recuperando costantemente su Barreda, prende la testa della tappa, per non lasciarla più fino all’arrivo.

Registriamo quindi la prima vittoria per l’alfiere BAS Dakar KTM, che precede di 1′ 24” il compagno di marca Sam Sunderland. Chiude il podio la Husqvarna di Pablo Quintanilla a 2′ 21” davanti alla prima Honda, quella di Kevin Benavides. Joan Barreda invece perde tanto tempo nella seconda parte di giornata ed è 6° a poco meno di 5′, unica Yamaha in top ten quella guidata da Xavier de Soultrait, a sei minuti dal vincitore. Ricky Brabec chiude 11° a circa nove minuti, Toby Price è 15° a 12 minuti. Seconda tappa piuttosto difficile per Laia Sanz (GasGas), protagonista di una caduta nella prima parte della speciale. La pilota, appena fuori dalla top 20 alla fine della giornata inaugurale, riesce a ripartire, ma ha perso una ventina di minuti.

ABBANDONI E RITIRI

Registriamo quattro abbandoni dopo la tappa inaugurale. Il primo di questi è Willy Jobard (Guadalpin Banus/Bosuer Racing), al via in ‘Original by Motul’, quindi senza assistenza. Seguono Marcel Butuza (Vectra Racing Team), Ismael Nietto (team privato) ed il rookie Philip Turner (Bas Dakar KTM Racing Team). Nella giornata odierna non prende il via nemmeno il rookie Aaron Mare (Monster Energy Honda), che non vuole rischiare troppo: un incidente durante la prima tappa infatti gli ha provocato la lussazione della mano sinistra. Dopo 141 km si ritira invece Daniel Nosiglia (Team Honda Nosiglia), protagonista di un incidente. Undicesimo nel 2019, quest’anno alla sua quarta Dakar, riporta un piccolo infortunio alla testa e viene trasportato in ospedale.

CLASSIFICHE

La top ten della seconda tappa
1. Ross Branch – BAS Dakar KTM Racing – 3h 39′ 10”
2. Sam Sunderland – Red Bull KTM Factory – 1′ 24”
3. Pablo Quintanilla – Rockstar Energy Husqvarna Factory – 2′ 21”
4. Kevin Benavides – Monster Energy Honda – 3′ 40”
5. Luciano Benavides – Red Bull KTM Factory – 3′ 44”
6. Joan Barreda – Monster Energy Honda – 4′ 57”
7. José Ignacio Cornejo – Monster Energy Honda – 4′ 58”
8. Matthias Walkner – Red Bull KTM Factory – 5′ 59”
9. Xavier de Soultrait – Monster Energy Yamaha – 6′ 08”
10. Andrew Short – Rockstar Energy Husqvarna Factory – 7′ 00”

La classifica generale
1. Sam Sunderland – KTM – 7h 05′ 22”
2. Pablo Quintanilla – Husqvarna – 1′ 18”
3. Kevin Benavides – Honda – 1′ 32”
4. Matthias Walkner – KTM – 2′ 00”
5. Ricky Brabec – Honda – 4′ 11”
6. Ross Branch – KTM – 4′ 19”
7. Luciano Benavides – KTM – 6′ 01”
8. Joan Barreda – Honda – 6′ 09”
9. Toby Price – KTM – 7′ 34”
10. José Ignacio Cornejo – Honda – 8′ 34”

Le classifiche complete

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

edwin straver dakar 2020

Dakar: Edwin Straver, condizioni invariate. Attività cerebrale non al 100%

ricky brabec dakar 2020

Dakar: Ricky Brabec&Honda, scritta la storia nel ricordo di Gonçalves

ricky brabec dakar 2020

Dakar 2020: Ricky Brabec in trionfo, festa Honda dopo 18 anni di KTM