Jason O'Halloran

Jason O’Halloran: “Nuovo Showdown BSB? Positivo per i fan”

Vice-Campione BSB in carica, Jason O'Halloran in una lunga intervista parla del nuovo format di gara e le sue ambizioni per conquistare il titolo 2021.

13 gennaio 2021 - 12:17

Da ormai un decennio a questa parte presenza fissa del motociclismo d’oltremanica, Jason O’Halloran nel 2020 ha vissuto la sua miglior stagione nel British Superbike. Al secondo anno con McAMS Yamaha, l’australiano fino all’ultimo si è giocato il titolo, lottando corpo-a-corpo con il suo connazionale Josh Brookes. Sullo slancio di questa positiva stagione, “O’Show” è pronto a dare il suo definitivo assalto al titolo 2021, parlando in questa lunga intervista di come sta trascorrendo la off-season, su dove interverrà per diventare più forte e quali sono i suoi pensieri inerenti il nuovo format di gara del BSB.

OFF-SEASON

In queste settimane ho avuto modo di riflettere sulla stagione 2020. Considerata la situazione attuale, per me è stato davvero un peccato non poter uscire, festeggiare e fare grandi cose, ma tutto sommato ho trascorso le festività natalizie restando a casa, in completa tranquillità. Recentemente ho ripreso gli allenamenti con già il pensiero rivolto al 2021. Questo è il primo anno dove, a tutti gli effetti, riparto da una buona stagione e mi sento davvero bene: sono in forma e non vedo l’ora di ricominciare. Peccato soltanto non poter salire in sella prima di aprile… Sei mesi senza moto sono davvero troppi! Avevo in programma di effettuare qualche giornata in pista in Spagna, ma a causa delle restrizioni vigenti tutto è stato cancellato. Spero non trascorrerà ulteriore tempo prima di tornare in azione.

2020

Il 2020 è stato il mio miglior anno nel BSB. Dopo una stagione così, per me si tratta soltanto di affinare dei dettagli, che si parli di me o della mia moto. Come detto, sto esaminando la situazione al fine di mettere tutto in ordine per diventare ancora più forte nel 2021. Alla fine lo scorso anno siamo stati battuti soltanto da un pilota, ovvero Josh (Brookes), pertanto sappiamo quale siano gli aspetti da migliorare. La costanza di rendimento non è stata poi così male, così come la velocità. Alla fine ha conquistato il titolo il pilota che ha vinto il maggior numero di gare, medesimo discorso nel 2019 con Scott (Redding). Per questo sarà indispensabile vincere un paio di gare in più per, si spera, conquistare il campionato. Va detto che il 2020, per certi aspetti, non è stato molto indicativo. Provavamo il venerdì, poi c’erano subito le qualifiche e le gare, di conseguenza non c’era grande tempo per capire qualcosa della moto. Lo testimonia il fatto che, sulla nostra nuova R1, abbiamo trovato un set-up di base, ottimizzato soltanto in pochi aspetti weekend dopo weekend in base ai tracciati. Penso tuttavia ci siamo dei margini di miglioramento inerenti la nostra moto, in particolare su due aree. Su questo ci concentreremo anche perché, ne sono convinto, faranno lo stesso i nostri avversari.

NUOVO FORMAT

Le 3 gare a weekend mi sono piaciute lo scorso anno. Penso che non sia male, in particolare la gara del sabato pomeriggio si è rivelata piuttosto interessante perché ci consentiva di studiare i dati in serata ed essere più forti l’indomani. Onestamente, non ho pensato molto al nuovo format, ma penso sarà un bene per noi. Lo scorso anno ho scoperto che, schierandoti 3 volte in griglia a weekend per correre, questa situazione ha reso tutto più piacevole. Spero sarà così anche nel 2021! Il nuovo Showdown? Difficile da giudicare. Alla fine sono un pilota e devo adattarmi ai regolamenti definiti di anno in anno. Tuttavia, ripensando alla passata stagione, si sono viste gare estremamente spettacolari perché ogni gara contava per la classifica. Tornando allo Showdown, a maggior ragione con 8 piloti ammessi, di fatto ti porta ad un campionato conclusivo di soli 3 round, con i primi 8 che conteranno solo per i podium credits. Saranno come due campionati quasi distinti, separati tra loro, ma alla fine questo i fan vogliono vedere e dobbiamo rispettare questa decisione del promoter.

RIVALI PER IL 2021

Innanzitutto Josh Brookes, considerando che è il Campione in carica e, pertanto, rappresenta il punto di riferimento. Se vogliamo diventare Campioni, siamo chiamati a batterlo. Va detto nel BSB ci sono molti piloti e team che possono giocarsela. Non c’è una squadra che non abbia un pilota forte al proprio box, così come non c’è un top team che non dispone di due piloti di alto livello. Potranno esserci delle sorprese, lo testimoniano le mie ultime due stagioni: nel 2019 avevo tanti problemi, mentre nel 2020 mi sono giocato il titolo, a conferma di quanto velocemente le cose possono cambiare nel BSB…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pirelli

Pirelli rinnova con il BSB e porta la SCX per la stagione 2021

Triumph 765

Triumph 765 Supersport: progetto definito, ora i primi test

Bennetts

Bennetts title sponsor del BSB per altri due anni