Glenn Irwin

Glenn Irwin: “Stop per il Coronavirus? Mi sentivo in prigione”

Impaziente di correre da pilota Honda, Glenn Irwin sta trascorrendo l'emergenza Coronavirus tra allenamenti, Netflix e videogiochi.

7 aprile 2020 - 12:55

Per Glenn Irwin il 2020 doveva essere un anno di importanti traguardi e del riscatto. Superato un traumatico 2019 con la sola soddisfazione rappresentata dalla North West 200, il pilota nordirlandese si aspettava molto dall’anno nuovo e dalla sua avventura in Honda Racing UK da pilota del BSB e delle principali Road Races. L’emergenza Coronavirus, con lo stop forzato del BSB e la cancellazione del TT, hanno stravolto i piani di GI2, il quale sta trascorrendo questo periodo tra relax e senza perder di vista l’obiettivo.

QUOTIDIANITÀ

In questo momento sono tornato a far un po’ di ciclismo in quanto le attuali restrizioni non consentono di fare molto di più”, rivela Glenn Irwin. “Il mio preparatore atletico mi ha inviato un programma di lavoro da rispettare, con una trafila di allenamenti da seguire giorno dopo giorno. Per quanto il campionato sia sospeso, devo farmi trovar pronto per quando finalmente si potrà iniziare a correre: non posso abbassare la guardia, altrimenti sotto questo aspetto sarò indietro rispetto ai miei avversari.”

RELAX

Allenamenti a parte, il pluri-vincitore della North West 200 racconta come sta vivendo questo periodo. “Il primo giorno mi sentivo come in prigione, senza poter uscire come di consueto, andare al ristorante… In questi casi bisogna imparare a trarre il massimo e gli aspetti positivi da questa brutta situazione. Sono sicuramente migliorato in cucina, mi alleno, rilasso guardando serie TV su Netflix e dedicandomi ai videogiochi, FIFA in particolare. Se qualcuno mi vuole sfidare, può contattarmi sui social! Mi è anche arrivato il nuovo videogioco del TT, ma non ci ho trascorso tanto tempo finora. Per prepararmi al TT ho studiato a lungo i video nel corso dell’inverno, pertanto adesso con la cancellazione dell’edizione 2020 mi sono preso una pausa. Riprenderò il discorso per il 2021!

HONDA

Lasciatosi alle spalle le problematiche esperienze vissute con Bournemouth Kawasaki e TAS BMW, Glenn Irwin con Honda Racing UK cercherà il riscatto in sella alla nuova CBR 1000RR-R. “I test sono andati piuttosto bene. Abbiamo lavorato parecchio, per quanto non avessimo grandi componenti chiave da poter sperimentare e cambiare di conseguenza. Ad Albacete non siamo andati benissimo, ma ci siamo rifatti al Circuito di Andalucia. In quest’ultima circostanza ci siamo presentati conoscendo il nostro pacchetto e le aree dove poter intervenire. Credo sia stata questa la chiave dei nostri progressi. In questo momento la nuova CBR è soltanto all’inizio del suo programma di sviluppo. Abbiamo una buona base, spetterà a noi tirar fuori tutto il potenziale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Snetterton

BSB: posticipata Snetterton, speranza di ripartenza a luglio?

Taylor Mackenzie

Bradley Ray e Taylor Mackenzie: la nuova coppia Synetiq BMW

British Superbike

British Superbike 2020: gli scenari per la ripartenza