BSB: positivo debutto nella categoria per Loris Baz

Conclude settimo in Gara 1 con Motorpoint Yamaha

15 settembre 2010 - 3:24

Nonostante un preavviso di pochi giorni (4) ed un solo test sulle spalle (a Mallory Park), Loris Baz è stato protagonista di un eccezionale debutto nel British Superbike, sostituendo Andrew Pitt con la Yamaha YZF R1 del Rob Mac Racing. La chiamata è arrivata direttamente da Rob McElnea, titolare Motorpoint Yamaha, con cui c’era già un accordo per provare la R1 il lunedì successivo alla gara di Croft. L’infortunio di Pitt ha accelerato i tempi consentendo a Baz di esordire, a soli 17 anni, nel BSB, mostrando di aver già un buon feeling con moto e categoria.

Nono in Qualifica riuscendo ad entrare nel decisivo “Q3”, Baz non ha commesso errori nella prima manche conclusa al settimo posto, poco dietro a Dan Linfoot (5°) che vanta un anno e più di esperienza con questa moto e categoria.

Nella seconda gara Loris Baz è giunto al contatto con Yukio Kagayama alla prima curva e, nel tentativo di recuperare, è volato a terra. “Per me è stato un weekend incredibile“, ha ammesso il talento francese. “L’atmosfera, il livello di competitività è incredibile. Spero di avere un’altra opportunità di correr qui perchè devo rifarmi della caduta della seconda manche, ma ero motivato a replicare il risultato di Gara 1“.

Inutile dire che la prova di Baz è stata pienamente apprezzata da Rob McElnea, tre volte campione del BSB, che vorrebbe trattenere il 17enne ex-campione dell’Europeo Superstock 600. Il problema che già per Silverstone c’è la concomitanza con la Superstoc 1000 FIM Cup a Imola…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

British Superbike

Le novità del British Superbike 2020

BSB

BSB al tempo del Coronavirus: linee guida e novità

BSB 2020

Al via il BSB 2020: si parte a Donington questo weekend