BSB Oulton Park Gara 2: primo successo di Michael Laverty

Secondo è Rutter su Ducati, Hill sempre più leader

3 maggio 2010 - 15:52

C’è voluta una gara bagnata, sorprendente, per consegnare la prima vittoria nel British Superbike (alla 66° presenza) a Michael Laverty. Storicamente a suo agio in queste condizioni, il pilota del team Relentless Suzuki by TAS è partito come una furia risultando imprendibile per chiunque, anche per un Michael Rutter in giornata di grazia, anche per Tommy Hill, terzo e sempre più leader della classifica a causa del ritiro di Stuart Easton, fermato da un problema al pneumatico posteriore della sua CBR 1000RR.

Laverty, che ha girovagato tra moto e campionati nell’ultimo biennio dal BSB all’American Superbike fino alla Supersport iridata, al ritorno con il team Relentless Suzuki ha ritrovato smalto, velocità e successi. Nel 2007 è stato campione nazionale Supersport, oggi conquista la prima affermazione tra le Superbike, lasciate nel 2008 e riprendendo quest’anno un “unfinished business”.

Sicuramente una grande soddisfazione per lui, ma anche per Michael Rutter, che porta la Ducati “laboratorio” del concessionario Riders Motorcycles in seconda posizione, seguito da Tommy Hill fortunato a rimediare una terza posizione che lo proietta a quota 126 in campionato. Non fosse per lo “Showdown” di fine campionato, risulterebbe difficilmente raggiungibile: Easton è fermo a 75, Brookes 74 battuto in questa gara 2 anche dalla Honda 2007 ex-Stobart di Tommy Bridewell, schierato dal Quay Garage Racing.

Sul traguardo al quarto posto Ryuichi Kiyonari in un’altalena di prestazioni dovute alla scarsa resa delle Honda HM Plant nel weekend di Oulton Park. Peggio è andata al suo connazionale Yukio Kagayama, che per la brutta caduta di Gara 1 non ha preso parte alla seconda manche. Da segnalare nella classe “Evo” la straordinaria prova del sud africano Hudson Kennaugh, che ha staccato tutti portando la privatissima Kawasaki del team MAR al successo: bravo davvero.

Cronaca di Gara

Partenza posticipata di qualche minuto per la pioggia che fa capolino a Oulton Park. La gara viene così dichiarata “bagnata” e ridotta 1 un solo giro, con la griglia di partenza che presenta Kiyonari in prima posizione (autore del giro più veloce nella prima manche) affiancato da Hill, Brookes ed il vincitore di Gara 1 Easton. Allo spegnimento del semaforo è proprio Kiyonari protagonista conservando la “pole”, Hill è secondo seguito da da Michael e John Laverty, Brookes, Rutter. Fermo allo start Lowes con la KTM (e siamo a 4 problemi tecnici nel weekend…), cade per un presumibile contatto con un altro pilota Christian Iddon, specialista di queste condizioni data l’esperienza con il Supermotard.

Già al termine del primo giro Michael Laverty si dimostra il pilota più veloce in pista, passa al comando e alle sue spalle si profila un bel duello tra Kiyonari e Rutter, con l’altro Laverty, John, in quarta posizione a precedere Hill e Brookes. Scivola nelle posizioni di metà classifica Easton, al 5° giro ecco spiegato il perchè: pneumatico posteriore difettoso, obbligatorio un “pit-stop” in corsa.

Aumenta di intensità la pioggia, aumenta il ritmo Rutter: passa Kiyonari (che perderà posizioni giro dopo giro, protagonista anche di un “dritto”), prova un recupero su Michael Laverty. Impossibile, perchè il pilota del team Relentless Suzuki ha un vantaggio addirittura di 8″ e riuscirà a vincere indisturbato. Sul podio Michael Rutter e Tommy Hill, sempre più leader del campionato, seguito da Ryuichi Kiyonari, John Laverty, Alastair Seeley, Tommy Bridewell che in volata ha battuto Joshua Brookes. Tra le “Evo” successo di Hudgson Kennaugh con la Kawasaki del team MAR, seconda la BMW con Steve Brogan. Prossima tappa Cadwell Park il 23 maggio.

MCE Insurance British Superbike Championship 2010
Oulton Park, Classifica Gara 2

01- Michael Laverty – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – 15 giri in 27’26.150
02- Michael Rutter – RidersMotorcycles.Com – Ducati 1098R – + 6.000
03- Tommy Hill – Worx Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 11.333
04- Ryuichi Kiyonari – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – + 16.029
05- John Laverty – Buildbase Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 23.590
06- Alastair Seeley – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – + 27.258
07- Tommy Bridewell – Quay Garage Racing – Honda CBR 1000RR – + 30.287
08- Joshua Brookes – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR – + 30.823
09- Hudson Kennaugh – MAR Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 32.463
10- Adam Jenkinson – Buildbase Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 54.950
11- Chris Walker – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX 10R – + 56.620
12- Martin Jessopp – RidersMotorcycles.Com – Ducati 1098R – + 59.748
13- Aaron Zanotti – Red Viper Spike – Suzuki GSX-R 1000 – + 59.957
14- Dan Linfoot – Motorpoint Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1’10.760
15- Steve Brogan – Jentin Racing – BMW S1000RR – + 1’11.833
16- David Anthony – MIST Suzuki Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’14.396
17- Peter Hickman – Ultimate Racing – Yamaha YZF R1 – + 1’35.805
18- Gary Johnson – AIM Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’44.656
19- Pauli Pekkanen – 777 RR Motorsport – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’54.437
20- Alex Lowes – Redline KTM – KTM RC8R – a 1 giro
21- David Johnson – TwoWheelTuning.com – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro
22- Craig Fitzpatrick – Close Print Finance – Honda CBR 1000RR – a 1 giro
23- Michael Howarth – TwoWheelTuning.com – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro
24- Peter Ward – Astro-Chase SST Racing – Kawasaki ZX 10R – a 1 giro

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sky Sport

BSB Donington National questa sera su Sky Sport MotoGP HD

Andrew Irwin

Andrew Irwin squalificato per il contatto con Brookes (VIDEO)

Tommy Bridewell

BSB Donington Gara 3: riscossa Ducati con Tommy Bridewell