BSB

BSB: Oulton Park ospita (lunedì) il secondo round 2019

In pieno May Day Bank Holiday il BSB offre uno degli appuntamenti più attesi: si corre ad Oulton Park, tracciato che ha lasciato senza parole Scott Redding

3 maggio 2019 - 19:15

Non conoscete il tracciato di Oulton Park? Beh, nemmeno Scott Redding, almeno fino alla giornata di test pre-evento del BSB tenutasi lo scorso 25 aprile. Il deb di lusso del British Superbike 2019 ha preso contatto con la pista del Cheshire, lasciandosi andare ad una valutazione che racchiude la pura essenza di Oulton Park. “F**k! The track is insane!“. Crediamo non ci sia bisogno di alcuna traduzione..

CHE SFIDE AD OULTON PARK!

Di fatto Oulton Park racchiude tutti gli elementi distintivi del Motorsport d’oltremanica: saliscendi, curvoni veloci, chicane. Di tutto e un po’, compresa la Shell in prossimità di un laghetto e la Deer Leap dove i piloti passano a pochi metri (centimetri?…) da una quercia. Un layout di pura adrenalina, palcoscenico congeniale per ospitare il secondo appuntamento del BSB 2019. Si torna a correre trascorse due settimane dall’incredibile premiere vissuta a Silverstone che ha generato risultati, per molti, davvero sorprendenti.

GIOVANI LEONI AL POTERE

Nelle due gare in programma lunedì (si corre in concomitanza con il May Day Bank Holiday) si presenteranno ad ex-aequo al comando della classifica di campionato due giovanissimi. Da una parte la rivelazione Josh Elliott (OMG Racing Suzuki), dall’altra Tarran Mackenzie (McAMS Yamaha), rispettivamente 21 e 23 anni. Vincitori di una gara a testa a Silverstone, punteranno a ripetersi ad Oulton Park, con motivazioni differenti. Elliott ha sorpreso tutti salendo due volte sul podio pronti-via in questa stagione, affermandosi subito tra i grandi protagonisti del British Superbike. C’era da aspettarsi invece un Tarran Mackenzie competitivo: successo fuori-discussione in Gara 2, sanzionato nella prima di 3″ (perdendo la vittoria) per il contatto-fratricida alla penultima curva con il compagno di squadra Jason O’Halloran.

AUSSIE ALLA RISCOSSA

Già, proprio O’Show cercherà ad Oulton Park di muovere la classifica, ritrovandosi attualmente a quota zero non per proprie colpe, tra cadute provocate da Mackenzie (Gara 1) a problemi tecnici (Gara 2) vissuti a Silverstone. L’australiano ad Oulton Park lo scorso anno su Honda lottò per la vittoria con Leon Haslam, pertanto si presenterà con la possibilità di tornare sul gradino più alto del podio. Un proposito ambizioso condiviso dal connazionale Josh Brookes, a sua volta a bocca asciutta nel primo round, ma con la Panigale V4 R di Be Wiser PBM Ducati il più veloce nei test pre-evento.

GLI ATTESI PROTAGONISTI

In un BSB sempre più giovane trova spazio anche Danny Buchan, sul podio di Gara 2 a Silverstone per una top-3… giovanissima: età media 23 anni! Il portacolori FS-3 Racing Kawasaki sarà chiamato a confermarsi ad alti livelli insieme a Tommy Bridewell, terzo in campionato e miglior Ducatista con i colori Oxford Racing Moto Rapido. Da tenere sotto stretta osservazione anche piloti, per varie ragioni, chiamati al riscatto: da Bradley Ray (deludente a Silverstone) a Peter Hickman, quest’ultimo insieme a Christian Iddon impegnato nello sviluppo della nuova BMW S1000RR. Chiaramente Scott Redding (Be Wiser PBM Ducati) e Xavi Fores (Honda Racing UK) saranno gli osservati speciali in questa loro prima esperienza in gara ad Oulton Park, così come per quanto ci riguarda più da vicino grandi speranze sono riposte in Claudio Corti. Al debutto nel BSB il comasco si è subito affermato in Gara 1 quale miglior pilota Kawasaki, con un ottavo posto niente male…

Bennetts British Superbike Championship 2019
La Classifica di Campionato dopo il Round 1

1- Josh Elliott – OMG Racing Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 45

2- Tarran Mackenzie – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1 – 45

3- Tommy Bridewell – Oxford Racing – Ducati Panigale V4 R – 24

4- Luke Mossey – OMG Racing Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 23

5- Danny Buchan – FS-3 Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – 23

6- Luke Stapleford – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 20

7- Andrew Irwin – Honda Racing – Honda CBR 1000RR – 19

8- Scott Redding – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale V4 R – 16

9- Xavi Fores – Honda Racing – Honda CBR 1000RR – 14

10- Dan Linfoot – Santander Salt TAG Yamaha – Yamaha YZF R1 – 10

11- Claudio Corti – Team WD40 – Kawasaki ZX-10RR – 8

12- Bradley Ray – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 6

13- Christian Iddon – Tyco BMW Motorrad – BMW S1000RR – 5

14- Glenn Irwin – Quattro Plant JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – 5

15- Ryan Vickers – RAF Regular and Reserves Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – 5

16- Keith Farmer – Tyco BMW Motorrad – BMW S1000RR – 5

17- Peter Hickman – Smiths Racing – BMW S1000RR – 4

18- Ben Currie – Quattro Plant JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – 3

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MV Agusta

MV Agusta non proseguirà nel BSB: ecco perché

Buildbase Suzuki

FS-3 Kawasaki e Buildbase Suzuki in pista a Cartagena per il BSB 2020

Silverstone

Test ufficiali del BSB 2020 a Silverstone National