BSB: lo schieramento provvisorio del campionato 2010

17 piloti confermati, ma si arriverà almeno a 24

11 gennaio 2010 - 7:31

Diciassette piloti confermati. Al momento, ma entro l’inizio della stagione 2010 fissato per il 5 aprile a Brands Hatch il British Superbike raggiungerà, per forse superare, le 25 unità. La crisi ha colpito anche il miglior campionato nazionale Superbike del pianeta, ma gli accorgimenti trovati da MotorSportVision Racing (organizzatore per il terzo anno consecutivo del campionato dopo aver rilevato il ruolo di Dorna nella serie) hanno sostanzialmente confermato uno schieramento ricco e di sicuro spessore.

Il livello sì, forse si è un pò abbassato negli ultimi 12 mesi: la supremazia del team Airwaves Yamaha ed il dominio di Leon Camier restano comunque elementi da non sottovalutare, raffrontando i riferimenti cronometrici del 2009 con la precedente stagione, quando al via c’erano “star” come Shane Byrne, Cal Crutchlow, Leon Haslam o Tom Sykes.

Per il 2010 è difficile indicare un favorito, specie se resta da verificare la situazione del GSE Racing. Manca uno sponsor, inevitabile quindi per Darrell Healey liberare dal contratto tutti i componenti della squadra, in attesa di tempi migliori. Le ultime voci parlano di una soluzione in “extremis” in grado di consentire la partecipazione di almeno un pilota (James Ellison, sotto contratto) al BSB, naturalmente con una Yamaha R1.

Nell’eventualità l’ex pilota della MotoGP potrebbe risultare il favorito, al pari di Stuart Easton, straordinario nel 2009, pronto a riconfermare ad alti livelli il team Hydrex Honda ancora alla caccia di un secondo pilota. Il nome papabile è quello di Ian Lowry, che ha lasciato il team Relentless Suzuki, compagine che ha riconfermato Alastair Seeley (dominatore incontrastato della Superstock) e si appresta ad annunciare il ritorno di Michael Laverty.

A proposito di ritorni, che dire di Ryuichi Kiyonari o Yukio Kagayama, pronti a lottare per il titolo rispettivamente con i team HM Plant Honda e Crescent Suzuki. Loro compagni di squadra Joshua Brookes e Tommy Hill, “scottati” da sfortunate esperienze nel mondiale di categoria.

Ritorna anche Neil Hodgson, che dalla sua può contare su di una grande determinazione, un’esperienza impareggiabile ed un team, il Motorpoint Yamaha di Rob McElnea, rafforzatosi nel corso dell’inverno con un maggior supporto da parte della casa dei Tre Diapason. Non mancherà nemmeno Michael Rutter, che ha preferito “riprendere” la Ducati 1098R con cui vinse una manche nel 2008, o la Kawasaki, che potrà contare su di un pacchetto tecnico “mondiale” per consentire a Simon Andrews e Gary Mason di riportare quel titolo che manca dal 1992.

MCE Insurance British Superbike Championship in association with Pirelli 2010
Entry list provvisoria

__3- Stuart Easton – Hydrex Honda – Honda CBR 1000RR
__4- Joshua Brookes – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR
__8- Ryuichi Kiyonari – HM Plant Honda – Honda CBR 1000RR
_10- Michael Rutter – Riders Racing – Ducati 1098R
_11- Adam Jenkinson – Buildbase Kawasaki – Kawasaki ZX 10R
_12- Pat McDougall – East Coast Racing – Yamaha YZF R1
_14- John Laverty – Buildbase Kawasaki – Kawasaki ZX 10R
_17- Simon Andrews – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX 10R
_33- Tommy Hill – Worx Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
_34- Alastair Seeley – Relentless Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000
_40- Martin Jessopp – Riders Racing – Ducati 1098R
_46- Tommy Bridewell – Quay Garage Racing – Honda CBR 1000RR
_71- Yukio Kagayama – Worx Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000
_88- Scott Smart – Moto Rapido – Ducati 1098R
_99- Dan Linfoot – Motorpoint Yamaha – Yamaha YZF R1
100- Neil Hodgson – Motorpoint Yamaha – Yamaha YZF R1
101- Gary Mason – MSS Colchester Kawasaki – Kawasaki ZX 10R

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Irwin

BSB Donington Gara 1: Andrew Irwin batte il fratello Glenn, 1-2 Honda

Jason O'Halloran

BSB Donington Qualifiche: Jason O’Halloran pole record

O'Halloran

BSB Donington Prove 2: O’Halloran vs Buchan