BSB: gran finale a Brands Hatch dello Showdown 2012

In sei per il titolo, tre gare in programma nel weekend

11 ottobre 2012 - 1:33

Il più competitivo campionato nazionale Superbike del pianeta davanti a 40.000 attesi spettatori affronterà questo fine settimana nei 3.916 metri di pura adrenalina del tracciato “Grand Prix” di Brands Hatch l’ultimo e decisivo appuntamento stagionale. Dopo 23 gare e 8 differenti vincitori, soltanto sul celebre circuito di Kent il British Superbike decreterà i vincitori e vinti del primo anno della “rivoluzione regolamentare” fortemente voluta dal promoter MotorSportVision Racing studiando una ricetta vincente (centralina elettronica unica MoTeC M170 senza aiuti quali controllo di trazione e anti-wheelie, preparazione motore “Evo”) e la riconferma del format “Showdown” (play-off dei tre conclusivi eventi del campionato riservati ai 6 migliori piloti della classifica) che ha dato vita ad un 2012 indimenticabile, ancor più rispetto ad una passata stagione vissuta sull’ormai celebre duello da cineteca tra Tommy Hill e John Hopkins. In barba alla crisi, il BSB quest’anno ha riconfermato il successo di pubblico (media di 30.000 spettatori ad evento, 25.000 all’esordio Oltremanica ad Assen: davvero tanta roba..) e di critica (diretta televisiva internazionale su Eurosport) offrendo uno schieramento di partenza mai inferiore alle 30 unità e con 6 contendenti al titolo aritmeticamente ancora in corsa per l’ultimo round di Brands Hatch. Nelle tre gare in programma tra sabato 13 e domenica 14 ottobre si confronteranno, in rigoroso ordine di classifica, Shane Byrne, Joshua Brookes, Alex Lowes, Tommy Hill, Michael Laverty e Tommy Bridewell, ma più verosimilmente soltanto i primi tre rientreranno in lizza per il #1 del BSB.

Si diceva lo stesso nel primo biennio dello “Showdown”, con il pronostico sovvertito tanto nel 2010 (Hill KO, Ryuichi Kiyonari Campione per la terza volta) quanto nel 2011 (Tommy Hill finalmente in trionfo per 2 punti e 6 millesimi su John Hopkins!), una premessa di buon auspicio per gli inseguitori di Shane Byrne, classifica e trascorsi a Brands Hatch alla mano il grande favorito per la vittoria finale. Campione 2003 (con la Ducati 998 del team Monstermob, l’attuale Paul Bird Motorsport) e 2008 (Ducati 1098 del GSE Racing), “Shakey” punta al terzo alloro per eguagliare Niall Mackenzie e Ryuichi Kiyonari, vantando una serie impressionante di vittorie conseguite a Brands Hatch: 5 nel BSB (2003, 2008, tre lo scorso anno più altrettante sul tracciato “Indy”), doppietta da wild card nel mondiale 2003. Insomma, Byrne con la Ninja ZX-10R del Paul Bird Motorsport può regalare alla Kawasaki un titolo che manca da 20 anni esatti (nel 1992 John Reynolds con regolamentazione TT-F1), presentandosi nel miglior modo possibile per quel che dovrebbe esser il 2013 in MotoGP sviluppando la CRT su base Aprilia per conto di PBM UK. Resterà invece nel BSB, e vuol farlo con il #1 sul cupolino della propria TAS Suzuki, Joshua Brookes, a -9 dal rivale in campionato, se in giornata quasi imbattibile. L’australiano dal 2009 trasferitosi a tempo pieno nel Regno Unito dovrà vedersela anche da Alex Lowes, mattatore a Silverstone, il vero grande protagonista dello “Showdown” rientrando in corsa per il titolo con la Honda Fireblade del Team WFR a scapito di un pilota ufficiale come Michael Laverty (quasi fuori dai giochi con Samsung Honda) e del campione in carica Tommy Hill, “inspiegabilmente” in difficoltà tra Assen e Silverstone.

L’aritmetica non condanna nemmeno Tommy Bridewell, tra le note positive della stagione 2012 con la BMW S1000RR dell’esordiente (nel BSB) Supersonic Racing Team di Danilo Soncini, costantemente nella top-5 pur senza riuscire a salire sul podio nelle 23 gare disputate. Questo l’obiettivo del forte pilota britannico per Brands Hatch, altrettanto per il nostro Luca Scassa, nelle posizioni che contano tra Assen e Silverstone con Padgett’s Honda scalando classifica e gerarchie nel BSB a scapito di illustri colleghi in corsa per la Riders’ Cup, vedi Noriyuki Haga ora costretto ad inseguire a 20 lunghezze dal leader James Westmoreland. Oltre a “The Rocker”, il tricolore a Brands Hatch sarà difeso dal rientrante Alex Polita, al secondo gettone di presenza con il team JHP Racing/Ducati Coventry con la 1199 Panigale già condotta a Donington Park. L’ex campione italiano Superbike e Superstock sarà uno dei protagonisti in più per l’atto finale di una stagione 2012 che ha confermato il BSB tra i campionati maggiormente in salute del pianeta… MCE Insurance British Superbike Championship 2012 La Classifica dello Showdown 01- Shane Byrne – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 608 02- Joshua Brookes – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – 599 03- Alex Lowes – Team WFR – Honda CBR 1000RR – 584 04- Tommy Hill – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – 566 05- Michael Laverty – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – 559 06- Tommy Bridewell – Supersonic Racing Team – BMW S1000RR – 544

La Classifica della Riders’ Cup 07- James Westmoreland – Team WFR – Honda CBR 1000RR – 159 08- Noriyuki Haga – Swan Yamaha – Yamaha YZF R1 – 139 09- Ian Lowry – Padgett’s Honda – Honda CBR 1000RR – 131 10- Chris Walker – Pr1mo Bournemouth Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 131 11- Stuart Easton – Rapid Solicitors Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 111 12- Jon Kirkham – Samsung Honda – Honda CBR 1000RR – 99 13- Alastair Seeley – Tyco Suzuki by TAS – Suzuki GSX-R 1000 – 95 14- Luca Scassa – Padgett’s Honda – Honda CBR 1000RR – 73 15- Graeme Gowland – Team WFR – Honda CBR 1000RR – 69 16- Michael Rutter – MSS Bathams Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 57 17- Patric Muff – Supersonic Racing Team – BMW S1000RR – 55 18- Barry Burrell – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – 50 19- Peter Hickman – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – 50 20- Dan Linfoot – Buildbase BMW Motorrad – BMW S1000RR – 30 21- Karl Harris – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 19 22- Robbin Harms – Doodson Motorsport – Honda CBR 1000RR – 19 23- Luke Quigley – GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – 18 24- Danny Buchan – MSS Bathams Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 16 25- Gary Mason – Pr1mo Bournemouth Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 14 26- Tristan Palmer – GBmoto Racing – Honda CBR 1000RR – 8 27- Scott Smart – Moto Rapido Racing – Ducati 1199 Panigale – 8 28- Freddy Foray – Quattro Plant Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 7 29- Alex Polita – Llodys British/Ducati Coventry – Ducati 1199 Panigale – 5 30- Jakub Smrz – Splitlath Redmond – Aprilia RSV4 – 5 31- James Hillier – Pr1mo Bournemouth Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – 1 32- Mark Aitchison – Splitlath Redmond – Aprilia RSV4 – 1

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Alex Lowes, Superbike Test Portimao

Superbike Test Portimao: Alex Lowes vola con la Pirelli evo

MV Agusta

MV Agusta rigenerata dalla cura BSB: Gino Rea ben figura a Cadwell Park

Europeo Mini Road Racing 2019, Assen

Assen: Europeo Mini Road Racing 2019 Pokerissimo Italia