Brookes

BSB Brands Hatch Gara 1: clamorosa vittoria di Brookes

Josh Brookes esce fuori sulla distanza in una Gara 1 disputatasi in condizioni di scarsa aderenza. Scott Redding azzarda l'intermedia ed è 22°.

16 giugno 2019 - 15:49

Una pazza Gara 1 del BSB a Brands Hatch ripropone sul gradino più alto del podio Josh Brookes. In una prima manche caratterizzata da pista bagnata (ma con l’asfalto che andava man mano asciugandosi), il Campione 2015 mette a segno la terza vittoria stagionale, uscendo fuori proprio sulla distanza. Sul podio anche Dan Linfoot e Tommy Bridewell, terzo e nuovo capo-classifica di campionato, mentre conclude ventiduesimo Scott Redding, penalizzato da un azzardo (l’intermedia posteriore) in termine di gomme che non ha pagato.

CHE VITTORIA DI BROOKES!

Nelle battute iniziali della contesa Brookes sembrava tagliato fuori dai giochi-vittoria e persino per il podio. A tratti addirittura decimo, soltanto ottavo ad 1/3 della distanza di gara. Da quel momento in avanti, con un altro passo rispetto ai piloti che lo precedevano, il portacolori Be Wiser PBM Ducati ha compiuto una “remuntada” da antologia. Un sorpasso dopo l’altro, Brookes si è portato a ridosso degli ormai ex-fuggitivi Bridewell e Linfoot, superati rispettivamente al diciassettesimo e diciottesimo giro dei 20 previsti. Così il “Bad Boy” del BSB ha messo a segno la terza vittoria da Ducatista, portando a 6 il numero di affermazioni consecutive della nuova Panigale V4 R.

LINFOOT E BRIDEWELL SUL PODIO

Epilogo amaro della contesa per Dan Linfoot, secondo e “beffato” da Brookes soltanto nel finale. Con la R1 privata del TAG Racing, l’ex pilota Honda ha preceduto Tommy Bridewell, terzo con la Ducati Panigale V4 R del team Oxford Racing Moto Rapido appropriandosi provvisoriamente della leadership di campionato. Lontano dalla vetta, Danny Buchan ha concluso 4° a precedere un tris di BMW formato da Hickman, Farmer e Iddon, ottavo invece O’Halloran. Sfuma proprio all’ultimo giro la zona punti per Claudio Corti, classificatosi sedicesimo.

L’AZZARDO DI REDDING NON PAGA

Lo “sconfitto” di questa Gara 1 non può che rispondere al nome di Scott Redding. Unico a scegliere l’intermedia posteriore (di fatto univoca la scelta delle rain), dalla pole si è ritrovato pronti-via tagliato fuori dalla corsa persino per la zona punti. Un azzardo che non ha pagato, riuscendo soltanto negli ultimi giri a viaggiare di gran lunga più veloce dei piloti di testa. Persa per 10 punti la leadership di campionato, come magra consolazione resta il giro più veloce (1’32″571) siglato proprio all’ultima tornata che gli vale la pole per Gara 2 in programma nel tardo pomeriggio.

Bennetts British Superbike Championship 2019
Brands Hatch
Classifica Gara 1

1- Josh Brookes – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale V4 R – 20 giri

2- Dan Linfoot – Santander Salt TAG Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1.736

3- Tommy Bridewell – Oxford Racing – Ducati Panigale V4 R – + 5.224

4- Danny Buchan – FS-3 Racing Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – + 6.305

5- Peter Hickman – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 9.836

6- Keith Farmer – Tyco BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 16.521

7- Christian Iddon – Tyco BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 17.150

8- Jason O’Halloran – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 17.743

9- Andrew Irwin – Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 17.934

10- Glenn Irwin – Quattro Plant JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – + 22.406

11- Luke Mossey – OMG Racing Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 25.517

12- James Ellison – Smiths Racing – BMW S1000RR – + 29.098

13- Luke Stapleford – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 53.308

14- Xavi Forés – Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 53.440

15- Josh Elliott – OMG Racing Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 54.190

16- Claudio Corti – Team WD-40 – Kawasaki ZX-10RR – + 54.319

17- Bradley Ray – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 56.092

18- Matt Truelove – Raceways Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 57.140

19- Sam Coventry – Team 64 Motorsports – Kawasaki ZX-10RR – + 1’03.558

20- Dean Hipwell – CDH Racing – Kawasaki ZX-10RR – + 1’13.738

21- Sylvain Barrier – Brixx Ducati – Ducati Panigale V4 R – + 1’19.929

22- Scott Redding – Be Wiser Ducati – Ducati Panigale V4 R – + 1’23.117

23- Shaun Winfield – Santander Salt TAG Yamaha – Yamaha YZF R1 – a 1 giro

24- Hector Barbera – Quattro Plant JG Speedfit Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – a 1 giro

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MV Agusta

MV Agusta non proseguirà nel BSB: ecco perché

Buildbase Suzuki

FS-3 Kawasaki e Buildbase Suzuki in pista a Cartagena per il BSB 2020

Silverstone

Test ufficiali del BSB 2020 a Silverstone National