BSB 2020

Al via il BSB 2020: si parte a Donington questo weekend

Il BSB 2020 ai nastri di partenza: 3 gare questo weekend a Donington con 27 piloti al via, 6 costruttori rappresentati per uno show unico nel suo genere.

3 agosto 2020 - 9:24

L’attesa è finita! Questo fine settimana, sul tracciato National di Donington Park, finalmente prenderà il via il BSB 2020. Le problematiche ed i continui rinvii dei mesi scorsi dovuti all’emergenza Coronavirus si sono (parzialmente) risolti, lasciando così al più competitivo e spettacolare campionato nazionale Superbike del pianeta la possibilità di riaccendere i motori. Con un format inedito, l’adesione di ben 27 piloti e con 6 costruttori rappresentati, il British Superbike affronterà il suo primo di sei round, aprendo la caccia all’erede di Scott Redding.

SI RIPARTE A DONINGTON

Conquistato non senza dover sudare le proverbiali 7 camicie il titolo all’esordio, Scott Redding si è guadagnato la meritatissima chance mondiale con Ducati, lasciando delle incertezze su chi potrà succedere nell’albo d’oro. Questa è soltanto una delle tematiche d’interesse per il BSB 2020, alcune delle quali createsi giocoforza per questa partenza tardiva del campionato. Sei i round previsti da agosto ad ottobre, tutti da 3 gare ciascuna per recuperare il tempo perso finora e, novità, senza lo Showdown. Non ci saranno pertanto gli ormai tradizionali “play-off” di fine stagione: ciascuna gara risulterà pertanto cruciale nella corsa al titolo, obbligando i piloti a non commettere la benché minima sbavatura. Uno zero, con complessive 18 gare soltanto da disputare, potrebbe non esser più recuperabile…

27 PILOTI, 6 CASE

In una stagione atipica, il British Superbike manterrà tuttavia la sua identità e le prerogative di successo dal 1996 a questa parte. Uno schieramento al gran completo (27 iscritti a tempo pieno) tra giovani leoni e vecchie volpi del motociclismo britannico, l’adesione di 6 case costruttrici rappresentate direttamente o attraverso gli importatori nazionali. Ducati, dominatrice lo scorso anno all’esordio della Panigale V4 R, dovrà difendersi dagli assalti di Kawasaki, Yamaha, Honda, Suzuki e BMW, tutte con squadre e piloti dai propositi ambiziosi.

I FAVORITI

Sulla carta inevitabilmente Josh Brookes, fino all’ultimo rivale di Scott Redding nel 2019, si pone con i favori del pronostico sempre con i colori PBM VisionTrack Ducati. Accanto a lui Paul Bird ha deciso di puntare su Christian Iddon, mentre Tommy Bridewell (Oxford Products Moto Rapido Ducati) è pronto a sferrare il definitivo assalto al titolo. Curiosità riposta nel potenziale della nuova Yamaha R1, schierata principalmente con dal team McAMS con Jason O’Halloran e Tarran Mackenzie, così come per la Honda CBR 1000RR-R subito in evidenza nei test con i fratelli Andrew e Glenn Irwin. Il nuovo corso Kawasaki con FS-3 Racing ripone le proprie speranze su Danny Buchan, mentre per Suzuki si prospetta con il team Buildbase una stagione di passaggio. Altre aspirazioni per BMW, che si affida addirittura a 3 team: Synetiq BMW by TAS con Brad Ray e Taylor Mackenzie, Smiths Racing con Peter Hickman ed Alex Olsen più il Rich Energy OMG Racing con Luke Mossey ed Hector Barbera.

PORTE CHIUSE

Complici le decisioni del governo britannico, ufficialmente i primi due round (almeno) si disputeranno a porte chiuse, pertanto senza l’apporto del pubblico. Un peso per un campionato come il BSB, improntato proprio sulla straordinaria presenza degli spettatori in pista (media di 30.000 a weekend), ma con la speranza che sia soltanto una soluzione temporanea. Ci penseranno piloti e team a colmare questo vuoto, garantendo come sempre uno show di livello, unico nel suo genere…

ENTRY LIST 2020

2- Glenn Irwin – Honda Racing – Honda CBR 1000RR-R

3- Graeme Irwin – Team 64 Motorsports MET Healthcare – Kawasaki ZX-10RR

4- Dan Linfoot – Santander Salt TAG Racing – Yamaha YZF R1

7- Ryan Vickers – RAF Regular & Reserves Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR

11- Brian McCormack – The Roadhouse Macau Racing by ON-1 – BMW S1000RR

12- Luke Mossey – Rich Energy OMG Racing – BMW S1000RR

14- Lee Jackson – Massingberd Mundy Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR

18- Andrew Irwin – Honda Racing – Honda CBR 1000RR-R

21- Christian Iddon – PBM VisionTrack Ducati – Ducati Panigale V4 R

22- Jason O’Halloran – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1

25- Josh Brookes – PBM VisionTrack Ducati – Ducati Panigale V4 R

27- Bjorn Estment – NP Motorcycles/Lextek – BMW S1000RR

28- Bradley Ray – Synetiq BMW Motorrad – BMW S1000RR

33- Keith Farmer – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000

40- Joe Francis – Lloyd & Jones Bowker Motorrad – BMW S1000RR

41- Jack Kennedy – Santander Salt TAG Racing – Yamaha YZF R1

44- Gino Rea – Bike Devil – Kawasaki ZX-10RR

46- Tommy Bridewell – Oxford Products Racing – Ducati Panigale V4 R

60- Peter Hickman – Global Robots BMW – BMW S1000RR

65- Josh Owens – CDH Racing – Kawasaki ZX-10R

75- Alex Olsen – Global Robots BMW – BMW S1000RR

77- Kyle Ryde – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000

79- Storm Stacey – GR MotoSport – Kawasaki ZX-10RR

80- Hector Barbera – Rich Energy OMG Racing – BMW S1000RR

83- Danny Buchan – Massingberd Mundy Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR

95- Tarran Mackenzie – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1

99- Taylor Mackenzie – Synetiq BMW Motorrad – BMW S1000RR

IL CALENDARIO

7-9 agosto: Donington Park (National)

21-23 agosto: Snetterton

4-6 settembre: Silverstone (National)

18-20 settembre: Oulton Park

2-4 ottobre: Donington Park (GP)

16-18 ottobre: Brands Hatch (GP)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Oulton

BSB Oulton Park Gara 3: Brookes vince per la riscossa Ducati

Oulton Park

BSB Oulton Park Gara 2: O’Halloran bis, Irwin KO

Oulton

BSB Oulton Park Gara 1: Jason O’Halloran torna alla vittoria