BSB

BSB 2019, numeri da primato: vincitori, costruttori, pubblico…

Il BSB British Superbike verso lo Showdown con numeri da record. Qualche dato? Ben 7 differenti vincitori, 11 piloti saliti sul podio, 5 case in trionfo...

12 settembre 2019 - 13:50

Il BSB British Superbike è così. Guardi la classifica, scorgi tre piloti Ducati ai primi tre posti e spesso in grado di monopolizzare il podio, penseresti che si tratta di un campionato a senso unico. I numeri, che non mentono mai, raccontano tuttavia una realtà diverse. Anche in una stagione con i Ducatisti assi-pigliatutto, lo spettacolo non manca mai. Soprattutto, non mancano mai le opportunità per molteplici protagonisti. In vista dello Showdown, play-off dei conclusivi tre eventi del calendario che eleggeranno vincitori e vinti, le statistiche ribadiscono che nel BSB vige un pluralismo… che piace.

7 DIFFERENTI VINCITORI

Uno dei dati più importanti è il numero di differenti vincitori: ben 7. Oltre ai tre Ducatisti, nello specifico Josh Brookes, Scott Redding e Tommy Bridewell, si sono garantiti almeno una vittoria anche Danny Buchan (FS-3 Racing Kawasaki) e Tarran Mackenzie (McAMS Yamaha), entrambi qualificatisi per lo Showdown. Un successo a firma anche Andrew Irwin (Honda Racing UK) e Josh Elliott (OMG Racing Suzuki), sebbene quest’ultimo non sia poi riuscito a ripetersi nelle posizioni che contano dopo l’exploit di inizio stagione a Silverstone.

11 PILOTI SUL PODIO

Oltre a questi 7 vincitori, altri 4 piloti sono saliti almeno in un’occasione sul podio. Da un rookie di lusso come Xavi Forés (Honda Racing UK) a Dan Linfoot (Santander Salt TAG Yamaha) passando per Peter Hickman (Smiths Racing BMW) ed un ritrovato Bradley Ray, protagonista lo scorso weekend ad Oulton Park lottando in due differenti circostanze con le missilistiche Ducati Panigale V4 R.

5 COSTRUTTORI IN TRIONFO

Nonostante una Ducati pigliatutto, altri quattro costruttori si sono garantiti almeno una vittoria nell’arco di questa stagione: Kawasaki, Yamaha, Suzuki e Honda. Chi manca all’appello, oltre a MV Agusta (tornata dal round di Thruxton), è soltanto BMW, ma in progressiva ascesa in termini di performance e rientrata nello Showdown grazie a Peter Hickman.

PUBBLICO DA RECORD

Il British Superbike può così annoverare un’alternanza di protagonisti senza eguali per un campionato nazionale o internazionale di così alta levatura, ma non solo: una partecipazione di pubblico da record. Ad ogni evento del calendario, non meno di 30.000 spettatori nel fine settimana, con punte di quasi 60.000 per tappe come Brands Hatch. Persino in un appuntamento storicamente poco seguito come Thruxton si sono registrati numeri rimarchevoli in termini di spettatori: addirittura 40.712 nel fine settimana. Veri, oltretutto…

1 commento

fabu
14:39, 12 settembre 2019

ma cos’è lo show-down? cosa sono i play-off? ma perchè non parlate italiano, resa dei conti, spareggi, o come volete, ma fatevi capire.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Billy McConnell

Billy McConnell, ultimi 3 round del BSB 2019 con OMG Suzuki

Luke Mossey

Luke Mossey rinnova con OMG Racing Suzuki per il BSB 2020

McAMS Yamaha

McAMS Yamaha rinnova Mackenzie e O’Halloran per il BSB 2020