VirtualGP, Misano

VirtualGP Race4: sale il livello generale, Valentino Rossi promosso sul podio

Quarto appuntamento VirtualGP: chi va forte, chi è stato rimandato e chi invece dovrà allenarsi tanto con il pad... I giudizi del nostro esperto.

18 maggio 2020 - 15:16

Il VirtualGP andato in scena sul circuito di Misano, è stata senza dubbio la migliore gara eSport disputata dai reali piloti di MotoGP. Una gara decisa soltanto all’ultima curva, con la battaglia in famiglia dei fratelli Márquez. Il livello generale dei singoli sta crescendo gara dopo gara, con qualche eccezione a conferma della regola.

Fratelli coltelli

È ancora Alex Márquez a tagliare il traguardo in prima posizione. Ruolino di marcia impressionante del Rookie di casa Honda, che centra la seconda vittoria e il quarto podio consecutivo. Nonostante non sia il più veloce, è sempre il più consistente. Beffato all’ultima curva il fratello maggiore Marc, che ha scelto di adottare la strategia del “restare in piedi”, decisione saggia, vedendo il risultato. Male Quartararo: il pilota del Team Petronas ha la velocità pura rispetto ai suoi colleghi, lo dimostrano le tre pole position su quattro qualifiche. Ma in gara si perde e commette troppi errori. Sul tracciato virtuale di Misano in nove passaggi ha collezionato tre cadute, senza le quali avrebbe vinto a mani basse. La terza ed ultima, a poche curve dalla fine,  ha regalato il podio ad un sorprendente Valentino Rossi. Il Dottore, dopo lo strike del primo giro, ha rimontato con ordine, fino a sfruttare l’errore di Fabio. Con un inizio migliore, si sarebbe giocato la vittoria.

Harakiri Bagnaia

Grande assente di questo VirtualGp è stato sicuramente Bagnaia; Pecco è stato vittima di diverse scivolate. Già al sabato, nella Ducati Motorola e-Race aveva collezionato diversi errori non da lui. Il capo espiatorio pare un aggiornamento rilasciato da Milestone, sviluppatrice del software, con il quale l’alfiere Pramac non sembra trovarsi a suo agio. Male anche Viñales, pure lui vittima di parecchi errori dopo essere rimasto coinvolto nel botto iniziale, che chiude quinto. Ma da uno come Maverick ci aspettiamo di meglio. Deludente Michele Pirro, che aveva già corso il giorno prima sulla stessa pista, anche lui nella Ducati Motorola e-Race. Il tester Ducati ha concluso ultimo, staccato da tutti. Rimandati alla prossima: Rabat, Nakagami e Savadori.

Matteo Ferrari domina in MotoE

Dominio totale di Matteo Ferrari, che oltre ad essere il primo storico vincitore del Mondiale MotoE, si accaparra la prima storica pole position e vittoria nella prima edizione del VirtualGP di MotoE. Mai in discussione la sua vittoria, nonostante una innocua scivolta all’ultimo giro. Peculiarità dell’evento: il GP è stato corso con in vecchio capitolo di Milestone, ovvero MotoGP19, poichè nell’ultimo uscito la MotoE non è presente. Livello generale dei partecipanti piuttosto basso, per una gara soporifera senza grandi colpi di scena. Unica segnalazione, il duello per il podio fra Mattia Casadei e Alejandro Medina, dove a spuntarla è stato l’italiano, portacolori del Sic 58 Squadra Corse.

(L’autore di questo articolo è e-pilota Team Carloni Racing nel Sim Racing)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Di Giannantonio Moto2 Box18

Box18: Fabio Di Giannantonio ospite alle 18 sulla nostra pagina Facebook

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Lasciare ora sarebbe più facile”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Deciderò la prossima settimana”