VirtualGP F1, MotoGP

VirtualGP F1: Dove sono i piloti MotoGP?

Giunti ormai alla sesta edizione dell' F1 VirtualGP, non abbiamo mai visto sulla griglia di partenza un pilota MotoGP. Anche se qualcuno ama le auto...

22 maggio 2020 - 15:31

Nonostante i piloti delle due ruote siano affascinati dal mondo delle quattro ruote, ancora nessuno fra le stelle del Motomondiale si è cimentato alla guida di una vettura di Formula1 virtuale. Eppure, in tempi passati, qualcuno  si è lasciato affascinare dal mondo delle monoposto.  Prima della fine dei VirtualGP messi in scena da Liberty Media, organizzatore del mondiale F1, qualcuno dei nostri riuscirà a fare il tanto conclamato esordio sulle vetture a ruote scoperte? Il Mondiale vero dovrebbe ripartire il 5 luglio, quindi…non c’è tempo da perdere.

In casa del Predestinato

Domenica alle ore 19 scatterà il VirtualGP di Montecarlo, dove si prevede  uno spettacolo tragicomico, invece di  una gara di Sim Racing.  Il campo degli invitati si è infatti  allargato a numerosi e-piloti improbabili: stavolta fra i nuovi ci saranno l’attaccante dell’Arsenal Pierre-Emerick Aubameyang e il cantante Luis Fonsi.  Sale ad otto il numero dei piloti reali di Formula1, grazie agli innesti Valtteri Bottas ed Esteban Ocon, rispettivamente piloti del Team Mercedes e Renault.

E i piloti MotoGP?

Durante i cinque VirtualGP già andati in scena, abbiamo visto un susseguirsi di celebrità di ogni ambito, passando da altri sport, alla musica, al mondo del web. Ma tolta l’eccezione Luca Salvadori, rider impegnato nel National Trophy, i top del motociclismo non si sono visti.  In particolar  modo spicca l’assenza dei grandi nomi della MotoGP.  Eppure alcuni, a cominciare da  Valentino Rossi e Pecco Bagnaia, possiedono una postazione  Sim Racing all’avanguardia, da far invidia agli appassionati del settore. Ma nonostante la performance all’ All Stars Racing Night, non sono ancora entrati nell’orbita delle gare virtuali di Formula1. Un peccato, perchè la Virtual Grand Prix Series ha dimostrato di essere un fantastico spettacolo che ha calamitato oltre 20 milioni di spettatori sul web. Dunque sarebbe una vetrina interessante anche per gli sponsors che navigano intorno al mondo MotoGP. Dall’inizio delle gare vere ancora il tempo ci sarà, chissà se in un futuro prossimo avremo al via un pilota del Motomondiale. Valentino e Pecco, fateci sognare…

(L’autore di questo articolo è e-pilota Sim Racing, team Carloni)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ana Mayrata, mamma di Joan Mir

MotoGP, Joan Mir e il “problema” di mamma Ana Mayrata

L’ex Moto2 Azlan Shah diventa corriere durante la pandemia

Andrea Iannone

Caso Andrea Iannone: legal thriller o affare del CAS?