Sylvain Guintoli debutta in auto e va subito a podio!

L'ex iridato Superbike va forte anche su quattro ruote: a Snetterton corre il Radical Challenge, sbatte ma al terzo tantativo arriva secondo

28 marzo 2016 - 9:23

La tentazione è grande e nessun pilota, tantomeno un ex campione del Mondo, può resistere: quanto andrei forte con le auto?

Sylvain Guintoli, 33 anni, ha vinto il titolo iridato Superbike con l’Aprilia nel 2014 e adesso è pilota di punta della Yamaha rientrata in pompa magna dopo quattro anni di assenza. In attesa di volare ad Aragon (Spagna), dove domenica si corre il terzo round Superbike, l’asso francese ha provato l’effetto che fa sedersi al volante.

Dopo un breve provino a Brands Hatch Guintoli  ha preso il via nel Radical Challenge Championship a Snetterton andando assai più forte di quanto era lecito aspettarsi.Radical è un costruttore artigianale di supercar e organizza campionati monomarca riservati a gentleman drivers: non è la Formula 1, ma comunque una bella palestra per mettersi alla prova.

Nella prima gara “Guinters” è arrivato ottavo  e nella terza e ultima è arrivato ad un soffio dal clamoroso successo, finendo secondo. In mezzo è incappato nella disavventura documentata da questo fantastico camera car  http://www.corsedimoto.com/video/video-il-camera-car-di-sylvain-guintoli-fuoripista-a-snetterton/

Partito alla garibaldina in gara 2 Guintoli ha perso il controllo sbattendo sul guard rail e fermandosi nel prato.

“E’ stata un’esperienza bellissima ed emozionante” ha commentato Sylvain, da anni residente in Gran Bretagna con la moglie Carolyn e quattro figli. “Penso proprio che la mia avventura a quattro ruote avrà un seguito, adesso però pensiamo ad Aragon. La Yamaha è una gran moto, al debutto in Australia siamo andati vicinissimi al podio e penso che da metà stagione in avanti ce la potremo giocare contro tutti.”

 

 

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea

Jonathan Rea esalta Marc Marquez: “Uno così meglio non averlo contro”

Il Ranch di Valentino Rossi

Valentino Rossi: “La VR46 Academy è come una squadra di calcio”

Superbike, Tom Sykes

Superbike: Tom Sykes sbotta “Se la BMW fosse veloce, io vincerei”