C’era una volta: quando le presentazioni erano in…piazza!

Oggi le presentazioni di moto e team si fanno in posti esotici e tutti possono esserci, con il telefonino. Invece in passato...

1 febbraio 2019 - 8:55

Oggi, partecipare alla presentazione di un nuovo modello di moto o di una squadra corse è una cosa per tutti. Basta accendere uno Smartphone e via streaming ti trovi a seguire l’evento ovunque si svolga. Ormai gli appassionati-utenti si sono abituati allo straordinario, cioè esserci, anche se in forma digitale.  Stanno perfino diventando molto esigenti riguardo alla qualità dell’immagine, al suono, persino alla messa in scena.

LE VETRINE VIAGGIANTI 

Ma quando i social, lo streaming e YouTube non esistevano, come si svolgevano le presentazioni? Le Case non avevano altra scelta se non quella di inondare la stampa di pubblicità e inviare uomini sul campo per mostrare alla gente gli  ultimi modelli.  Il risultato   furono strani mezzi pieni di vetri, che percorrevano le strade e si fermavano di città in città, spesso in contemporanea con le fiere. Il loro arrivo era un evento e spesso la gente acquistava la moto direttamente  o successivamente dai concessionari dei rispettivi marchi.

Leggi qui l’articolo originale su Paddock-GP

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Il team Toth accusa: “Héctor Barberà sa chi ha rubato la Yamaha”

La Bentley Continental ritorna a casa di Andrea Iannone

E’ scomparso Giuliano Maoggi, l’asso del MotoGiro 1956