MotoGP, Andrea Iannone

MotoGP, Andrea Iannone e l’effetto domino sul mercato piloti

Andrea Iannone al centro delle cronache rosa. Ma la sentenza del TAS nei suoi confronti può portare ad un effetto domino in MotoGP.

21 giugno 2020 - 12:32

Danilo Petrucci verso KTM, Alex Márquez in LCR, Pol Espargaró in Repsol Honda. Dopo gli ultimi colpi di mercato MotoGP le acque sembrano essersi placate. Pronte però a riagitarsi in caso di squalifica confermata ai danni di Andrea Iannone. Il pilota di Vasto resta al centro delle cronache rosa: prima uno scatto “ravvicinato” con una delle gemelle Jas e Jay, note influencer e figlie d’arte. Adesso ritorna in pista la notizia di un possibile fidanzamento con Cristina Buccino. C’è chi è pronto a scommettere di averli visti insieme a Lugano, dopo le smentite delle scorse settimane. A quanto pare avrebbero tentato di depistare… Ma oltre il muro del gossip c’è qualcosa di più serio.

Aprilia ha promesso massima vicinanza ad Andrea Iannone, almeno fino alla sentenza del TAS di Losanna. Ma è indubbio che Massimo Rivola abbia cominciato a guardarsi intorno. Per la stagione MotoGP 2020 il sostituto sarà Bradley Smith, che si gioca una carta importante anche per il prossimo anno. Ma l’Aprilia RS-GP, giovane progetto che ha fatto il suo esordio nel test in Malesia, necessita anche di esperienza. Non potendo contare su un team satellite e avendo a disposizione solo un pilota di peso come Aleix Espargaró, la casa di Noale potrebbe guardarsi intorno per vedere cosa offre il mercato.

LA LISTA NOZZE DI APRILIA

A cominciare da Cal Crutchlow, destinato a far posto ad Alex Márquez dopo l’arrivo di Pol Espargaró nel team Honda ufficiale. Il britannico potrebbe portare un bagaglio notevole di esperienza tecnica, oltre che potenziali risultati. E con un ingaggio abbastanza sopportabile anche per le casse Aprilia colpite decisamente dall’emergenza Covid-19. Qualora HRC decidesse di mettere in panchina Takaaki Nakagami, anche il giapponese potrebbe rientrare nei piani Aprilia, poco propenso a impostare il suo futuro in Superbike.

Ma c’è un altro nome sulla lista degli “invitati”: Pecco Bagnaia. Ma solo nell’improbabile ipotesi che Ducati decidesse di promuovere Johann Zarco in Pramac per la stagione MotoGP 2021. Al momento neppure Miguel Oliveira ha firmato il rinnovo con Tech3. KTM vuole blindare il portoghese, ma un’eventuale chiamata da un team factory potrebbe spingerlo a lasciare la casa austriaca. Si è invece allontana l’ipotesi Danilo Petrucci, che non poteva restare sospeso senza un accordo dopo il licenziamento da parte del Ducati Team. Adesso tutto dipende dal destino di Andrea Iannone che, nell’attesa della sentenza del TAS, viene nuovamente divorato dal gossip.

1 commento

Max75BA
18:48, 21 giugno 2020

…Iannone è il Balotelli della motogp…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Ducati al test di Misano 2020

MotoGP, Ducati GP20 ‘spy’: scarico dritto e nuovi dettagli aerodinamici

Tavullia, da Valentino Rossi

Valentino Rossi: Tavullia meta di fan MotoGP e gastronomia

Sandra Neri, moglie di Davide Tardozzi

MotoGP: l’abbraccio a Davide Tardozzi, l’ultimo saluto a Sandra