MotoGP: Adesso Jorge Lorenzo è all’angolo, addio ai 12 milioni

La conferma di Marc Marquez in Honda HRC è un assist formibabile per la strategia Ducati: 11 milioni in tutto per tenersi Dovizioso e Jorge

27 febbraio 2018 - 7:50

La conferma di Marc Marquez in Honda HRC fino al 2020 (almeno…) è l’assist perfetto per la Ducati. Perchè a questo punto sarà più facile mettere Jorge Lorenzo all’angolo e “costringerlo” a rivedere al ribasso (fortemente?) le sue pretese economiche.

11 MILIONI – La  perdita della sponsorizzazione TIM ha ristretto il budget MotoGP della Ducati e sembra che la somma stanziata per la riconferma dei piloti sia intorno agli 11 milioni. E’ questa la somma che dovrà bastare per centrare l’obiettivo dichiarato, cioè tenersi stretti i piloti attuali, Andrea Dovizioso e lo stesso Jorge Lorenzo. Che quindi dovrà scendere parecchio da 12,5 milioni l’anno percepiti, per la bella somma complessiva di 25 milioni incassati per le stagioni 2017-2018. Immaginando che il Dovi alzi la pretesa, dall’alto delle sei vittorie e del Mondiale sfiorato, si intuisce che Lorenzo dovrà rivedere di molto il proprio obiettivo.

ALTERNATIVE? – Marc Marquez confermato in Honda (si parla di 12 milioni d’ingaggio…) e la Yamaha ufficiale già a posto con Vinales e (quasi) Rossi, restringono il campo delle alternative per Lorenzo. La KTM ha  le mani su Johann Zarco, ci sarebbe la seconda Honda libera, visto che Dani Pedrosa non è ancora confermato, ma andarsi a cacciare nella tana di Marquez non sembra un’idea brillante. La Suzuki, al momento, non sembra un’alternativa tecnica all’altezza di Ducati. Per cui: i giochi potrebbero essere già fatti. E a sconto, per le casse Ducati.

MotoGP: Marc Marquez-Honda, l’elogio della follia

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Alberto Puig

MotoGP, Alberto Puig: “ultimatum” ai tecnici della Honda

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez record di cadute: 6 incidenti in 2 gare

bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: “Uno come Miller è uno stimolo a migliorare”