Mission Winnow Ducati nel mirino del Codacons

Il Codacons ha presentato un esposto ufficiale contro Ducati per "Mission Winnow", marchio legato alla multinazionale del tabacco Philip Morris.

6 marzo 2019 - 10:29

Esposto ufficiale da parte del Codacons contro Mission Winnow Ducati. Secondo l’associazione italiana, lo sponsor che campeggia sulle rosse sarebbe una forma di pubblicità indiretta del tabacco o dei prodotti da fumo, vietata nella nostra penisola. Se l’Antitrust desse ragione al Codacons, potrebbe anche essere richiesto il sequestro del mezzo.

Si tratta della seconda crociata attuata dal Codacons in questo periodo verso i marchi italiani più noti negli sport a motore. Precedentemente infatti il bersaglio era stato la Ferrari in F1, che ha ricevuto denunce da Codacons, Unione Nazionale Consumatori, autorità australiane, oltre ad una minaccia d’inchiesta da parte della Commissione Europea. Il marchio “Mission Winnow” è sparito dal nome ufficiale della squadra e non comparirà sulle macchine in Australia.

Sembra che per Ducati la trafila stia diventando la stessa. Dopo la denuncia da parte dell’Unione Nazionale Consumatori ad Antitrust e Ministero della Salute, ecco arrivare a ruota anche quella del Codacons. Anche in questo caso si vuole chiarezza sul marchio (legato alla multinazionale Philip Morris) presente sulle Desmosedici di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci. Da Ducati ancora nessuna presa di posizione, vedremo in Qatar se ci saranno modifiche.

1 commento

Katana05
12:42, 6 marzo 2019

Alla buon ora. Cominciavo a temere che questa manovra vergognosa passasse impunita. Certo è che il merito non è delle testate giornalistiche che hanno voltato tutte (nessuna esclusa) la testa dall’altra parte.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tre jolly per Marc Marquez: telaio, motore e aerodinamica

MotoGP, Maverick Vinales e il ‘mistero’ Morbidelli-Quartararo

MotoGP, Petrucci: “Aggiornamenti importanti”. Dovizioso: “Nuovo telaio ok”