MotoGP: DAZN España ha un campionato da vincere

Dazn Spagna ha pubblicato un vademecum per spiegare come si vedranno MotoGP e Superbike sul web. Scricchiola il modello pay tv?

12 febbraio 2019 - 8:57

DAZN in Spagna sta affilando le armi in vista dell’inizio dei campionati di MotoGP e Superbike, di cui detiene i diritti locali. Quel che succede nella penisola iberica diventa quindi particolarmente interessante per capire se e come evolverà l’intrattenimento digitale sportivo sui new media anche in casa nostra. In Spagna, il passaggio di consegne dal vecchio provider Telefonica a DAZN non è avvenuto senza polemiche, né incognite per il futuro. Le perplessità si concentrano soprattutto in merito alla copertura degli eventi, alla qualità delle produzioni e alle difficoltà tecniche di garantire un’ottima esperienza d’uso anche a una moltitudine di utenti collegati in simultanea (workload).

Le gare sul web costano meno della pay tv

Se nel caso della Pay TV tradizionale il livello complessivo era eccellente, dall’altro lato va detto che la formula ad abbonamento “chiuso” non ha mai scaldato i cuori degli spagnoli. Pochi sottoscrittori, per un impegno economico della produzione decisamente importante. Nel caso dell’operatore streaming che dal 2019 trasmetterà le gare ogni aspetto, tecnico e organizzativo, sarà da verificare. Per rispondere ai numerosi interrogativi, DAZN España ha scelto di raccontarsi attraverso un singolare metodo “Q&A”, innovativo anche nei modi e nel linguaggio, non solo nei contenuti tecnici.

Che cos’è DAZN? 

Un servizio di streaming rivoluzionario per guardare gli sport dal vivo e in differita. Vogliamo che sia conveniente, onesto, accessibile e flessibile. Sarà pagato su base mensile (il prezzo è ancora da confermare a seconda dei diritti degli sport che abbiamo al momento del lancio). Ecco perché non è ancora stato reso pubblico, ma garantiamo che faremo la migliore offerta possibile.

C’è un vincolo  di permanenza?

No! È nel nostro DNA. Avrai totale libertà. Stiamo cercando di farti diventare parte di DAZN perché lo vuoi, non perché ti ci costringiamo.

Siamo pronti per iniziare la MotoGP? 

Sì. Sicuro. Il lancio avverrà prima dell’inizio del Gran Premio del Qatar (dal 7 al 10 marzo). Da quel momento, sarete in grado di seguire tutte le sessioni di MotoGP, Moto2, Moto3 e Motoe.

Cosa succederà al WorldSBK? 

Sì, sappiamo che il primo round in Australia è dal 22 al 24 febbraio. Stiamo lavorando per trovare una soluzione e la comunicheremo il prima possibile.

Su quali dispositivi sarà disponibile DAZN? 

Vogliamo che sia su ogni schermo, tra cui TV collegato a Internet, dispositivi di streaming TV, smartphone, tablet, PC e console di gioco. Vogliamo essere dappertutto!

Oltre alla MotoGP cosa si può vedere?

DAZN sarà lanciato con un’offerta che include diversi sport. Vogliamo contenuti al top della qualità, per quanto possibile, e che vengano apprezzati.

Quale sarà il prezzo? 

Anche se non è ancora ufficiale, DAZN si impegna a rendere gli sport accessibili a tutti. Il nostro prezzo in Spagna rifletterà questo. E noi siamo disposti a confermarlo prima possibile. Davvero.

Come posso pagare DAZN? 

Attraverso i metodi di pagamento più comuni: carte di credito o di debito o Paypal.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Danilo Petrucci: “Dovi ed io diamo il massimo, ma non basta”

Carlo Pernat: “La MotoGP ha bisogno di Valentino Rossi”

Ancora guai per Jorge Lorenzo: nuova causa giudiziaria