Veronica Diquattro

La Spagna apre l’era dei GP sul web: “Sarà un trionfo”

In Spagna la MotoGP rinuncia alla pay TV e va in diretta su web di Dazn. Si apre una nuova era?

31 gennaio 2019 - 15:31

In Spagna da quest’anno tutte le gare della MotoGP e del Mondiale Superbike non si vedranno più sulla TV lineare, ma sul web. I diritti infatti sono stati acquisiti da Danz,  piattaforma OTT, acronimo di over the top, ovvero la fruizione di determinati contenuti su apparecchi digitali: computer, tablet, smartphone oppure SmartTV. Per vedere le gare sarà necessario abbonarsi ad un costo che Dazn Spagna ha fissato in € 7,99 al mese. Funzionerà? L’esperimento ci interessa da vicino  perchè la Spagna potrebbe essere la testa di ponte che Perform userà  per valutare, nel medio periodo, se esportare il modello in altri Paesi.  Non è un caso che le operazioni di Dazn Spagna sono dirette da qualche settimana da Veronica Diquattro (nella foto d’apertura)  che già dirige la filiale italiana, che per adesso ha puntato tutto sul calcio. Jesus Sanchez Santos, direttore del sito spagnolo Motosan.es è convinto che sarà un trionfo. Ecco perchè.

DALLA PAY TV AL WEB

“Si stima che il gruppo Perform abbia pagato circa 50 milioni di euro a Dorna per i diritti televisivi per  Dazn, la sua piattaforma di streaming” scrive Jesus Sanchez Santos. “A questo punto possiamo fare il classico conto della serva: se ogni abbonato paga 7,99 € al mese da marzo a novembre per vedere MotoGP, WorldSBK e CEV,  fanno 71,91 € per vedere l’intera stagione. Per coprire il costo dei diritti, serviranno dunque 695.314 abbonati al servizio. Ovviamente sono da aggiungere i costi logistici, ma saranno limitati perchè i commenti verranno fatti da studio. Per cui si può stimare un pareggio a una cifra fra 750.000 e 800 mila abbonati. La scorsa stagione, su MovistarTV, l’ascolto era di circa 400 mila spettatori a gara. Quindi, per pareggiare i conti, Dazn dovrà duplicare gli spettatori rispetto alla payTV. Impossibile? Noi crediamo per niente.” 

DUE TAPAS E UNA BIRRA

Il riferimento è l’audience dell’ultima stagione di Telecinco (emittente generalista del gruppo Mediaset,  non a pagamento, ndt) che era in media sui 3 milioni. Rispetto alla pay tv il costo di Danz è conveniente e non è necessario acquistare altri prodotti, paghi 7,99 € al mese e puoi disiscriverti in qualsiasi momento, senza vincoli ed obblighi. Tornano in mente le parole di Carmelo Ezpeleta: “Se un l’appassionato non è disposto a pagare questo prezzo, significa che le corse non gli piacciono”. Certo, ci sarà sempre qualcuno che preferisce spendere i 7,99 € in due tapas e una birra.” 

Leggi qui l’articolo originale su Motosan.es

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Lin Jarvis

MotoGP, Yamaha apre le porte a Zarco: “Pronti a fargli fare il tester”

Valentino Rossi Test MotoGP Valencia

Valentino Rossi: “Bene il nuovo motore. 2024? Per me è troppo”

fabio quartararo crash

VIDEO Fabio Quartararo, incidente ad alta velocità. Pilota ok