Coronavirus Italia

Coronavirus Italia, bollettino 26 marzo: 662 nuovi deceduti, 62.013 i positivi

Coronavirus in Italia, il bollettino del 26 marzo 2020. Il numero dei morti cresce di 662, 4.492 i nuovi contagi per un totale di 62.013.

26 marzo 2020 - 18:10

Il Dipartimento della Protezione Civile ha diramato il bollettino ufficiale del 26 marzo dell’emergenza Coronavirus in Italia. 999 guariti per un totale di 10.361. 4.492 l’incremento delle persone positive, 62.013 il totale dei positivi, 3.612 i pazienti in terapia intensiva, 662 nuovi deceduti. Assente in conferenza stampa Angelo Borrelli alle prese con uno stato febbrile, ma è risultato negativo al test, al suo posto Agostino Miozzo.

Cresce il numero di medici e sanitari morti per l’epidemia di Covid-19. Nella giornata di oggi sono deceduti Antonio Maghernino, medico di continuità assistenziale di Foggia, e Flavio Roncoli, medico pensionato di Bergamo. Il totale dei camici bianchi deceduti sale così a 37 con la segnalazione della morte anche di un altro medico di famiglia a Torino.

L’EMERGENZA CORONAVIRUS NELLE REGIONI

Situazione sempre più preoccupante in Lombardia con 2.500 nuovi casi. “I numeri purtroppo non sono molto belli, il numero dei contagiati è aumentato un po’ troppo rispetto alla linea dei giorni scorsi”, ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. “Dovremo valutare – ha aggiunto – se è un fatto eccezionale determinato da qualche episodio particolare o se è un trend in aumento, il che sarebbe un po’ imbarazzante”.

In Veneto si tocca quota 7mila contagi e 287 morti. 353 infetti in più rispetto alla rilevazione di ieri pomeriggio, 14 nuovi decessi registrati stamani. Le persone in isolamento, tra contagiati e loro contatti, sono 17.457. I ricoverati in terapia intensiva sono 326 (+8), i dimessi 508.

In Emilia Romagna salgono a 10.054 i casi di positività al Coronavirus, le guarigioni sono 721, mentre i decessi salgono a 1.077, 92 in più (60 uomini, 32 donne). I pazienti in terapia intensiva sono 294, appena 3 in più da martedì. Alcuni malati vengono trasferiti in Germania.

Nelle Marche i nuovi contagi fanno registrare un calo, ma i numeri vanno presi con molta cautela. I nuovi positivi sono 180 su un totale di 727 test. E’ l’aumento più contenuto degli ultimi tre giorni. 3.114 i casi complessivi di Covid-19 nella regione.

Il Piemonte deve aggiungere altre 16 vittime da ieri all’elenco dei deceduti arrivando ad un totale di 499. Le persone risultate positive al Covid-19 ammonta a 6534, 408 i cittadini ricoverati in terapia intensiva. I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 18.054, di cui 11.052 risultati negativi.

In Abruzzo si contano 946 positivi dall’inizio dell’emergenza Coronavirus. Nelle ultime 24 ore si registra un aumento di 133 nuovi casi. 280 pazienti sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva, 64 in terapia intensiva, mentre gli altri 516 sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 63 pazienti deceduti.

Nella regione Lazio i contagi toccano quota 2.096, 195 nelle ultime 24 ore, 95 il numero dei morti dall’inizio dell’emergenza.

A San Marino si registrano 10 nuovi contagi con nessun ulteriore decesso. In totale le persone ammalate sono 192: 63 sono in ospedale di cui 13 in rianimazione mentre 129 sono seguiti al domicilio. Otto sono invece i tamponi in attesa di essere analizzati.

L’EPIDEMIA DA CORONAVIRUS NEL MONDO

In Russia le persone contagiate salgono a 840, 3 il numero dei morti. Il governo russo ha annunciato lo stop di tutti i voli internazionali a partire da venerdì. Verrà fatta un’eccezione per i voli che portano i russi a casa dall’estero. Intanto nelle ultime 24 ore i contagi sono saliti da 658 a 840. A Mosca i casi passano da 410 a 546.

Nel Regno Unito il numero dei malati supera la soglia dei 9mila casi, 43 morti da ieri per un totale di 465 deceduti. Il numero dei contagi tuttavia ha avuto un’impennata, con 1.542 nuovi casi per un totale di 9.529.

La Svizzera ha superato gli 11mila casi di Coronavirus, 169 i decessi e diventa il quinto Paese più colpito in Europa dopo Italia, Spagna, Germania e Francia. La Confederazione ha proibito i raggruppamenti di più di cinque persone, ma non ha disposto finora misure di isolamento della popolazione.

L’emergenza Coronavirus diventa sempre più preoccupante anche in Spagna, con quasi 9mila casi in più di ieri, mentre il numero dei morti sale a 4.145. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono quasi 3.700 e 7mila quelle che sono guarite. In Germania oltre 4mila nuovi casi, 239 il numero complessivo dei morti, oltre 35mila le persone infette. Come spiegare il numero così basso di decessi? Il ministro della Salute tedesco Jens Spahn dichiara: “Il numero delle vittime aumenta in Germania, anche se è ancora basso. Ma siamo alla quiete prima della tempesta“.

Gli Stati Uniti da oggi sono ufficialmente il Paese con il secondo maggior numero di contagi da Covid-19: oltre 72mila casi, 1.078 i deceduti. A New York si registrano 100 morti in meno di 24 ore. Il sindaco newyorkese Bill de Blasio lancia l’allarme: “Probabilmente prima che tutto questo sia finito, metà dei newyorkesi, se non di più, avrà contratto il virus. Ma grazie a Dio l’80 per cento avrà solo sintomi moderati. Aprile sarà peggiore di marzo, e temo che maggio sarà peggiore di aprile. Non credo che sarà tutto okay per Pasqua“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp esport

MotoGP eSport, si comincia! Il 10 luglio prima tappa ‘a domicilio’

sabatucci live box18

Kevin Sabatucci a Box18: “Bisogna essere convinti delle proprie possibilità”

sabatucci box18

Box18: Kevin Sabatucci ospite alle 18 sulla nostra pagina Facebook