casey stoner

Casey Stoner ed il ‘peggior anno della sua vita’. Il supporto di Lorenzo e Rossi

Casey Stoner chiude un 2019 complesso per i già annunciati problemi fisici. Jorge Lorenzo e Valentino Rossi mandano il loro supporto all'ex rivale in MotoGP.

4 gennaio 2020 - 9:08

Si chiude un 2019 particolarmente difficile per Casey Stoner. L’ex pilota australiano ha rivelato nel corso dell’anno di soffrire di sindrome da stanchezza cronica. Un problema molto serio, che gli impedisce di vivere una vita normale. Anche praticare sport è diventata un’impresa: ad ogni piccola attività all’aperto seguono diversi giorni senza riuscire a muoversi da casa.

“Il 2019 è stato fisicamente il peggior anno della mia vita, una sfida quotidiana” ha scritto l’ex iridato MotoGP sui suoi canali social. Tra i tanti messaggi di supporto, anche quello di Jorge Lorenzo. C’è sempre stato grande rispetto tra i due, entrambi reduci da un’annata difficile, anche se per motivi diversi. Il maiorchino ha risposto così all’ex rivale in pista: “Andrà meglio amico mio, è stato solo un brutto anno!”

Di lui ha parlato recentemente anche Valentino Rossi attraverso le colonne della Gazzetta dello Sport. “Stoner era un maestro. Guidava sempre al limite, anche quando la moto non era a posto. Lo rispetto, era un grande avversario dal talento puro, forse il più forte di tutti. Ha fatto cose importanti nella sua carriera, anche se si è fermato presto. Nonostante tutto è riuscito ad impressionare.”

“Non avevamo un buon rapporto” ha ricordato il nove volte iridato. “Anche perché era un personaggio molto duro.” Non manca però il supporto a Casey Stoner: “Ho letto del suo problema, è molto triste. Spero che riesca a recuperare, almeno per riuscire a vivere una vita normale.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Franco Morbidelli, Valentino Rossi, Pecco Bagnaia

Franco Morbidelli: “Se Valentino Rossi fallisce si fermerà”

Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo-Yamaha: l’annuncio a Sepang?

MotoGP, Marc Marquez

Marc Marquez, la voce del padrone in casa Honda