AragonWorldSBK

Alvaro Bautista non scalda Aragon: solo 23.325 spettatori

Alvaro Bautista aveva chiamato a raccolta gli appassionati spagnoli ma in Aragona sono arrivati meno di un anno fa. Ecco tutti i dati

7 aprile 2019 - 15:33

Alvaro Bautista ci sperava. “Porterò tanto pubblico ad Aragon” aveva detto pochi giorni fa mobilitando la tifoseria spagnola per il debutto casalingo del nuovo padrone del Mondiale Superbike. Ma l’appello non è stato raccolto. Ad Aragon è arrivata meno gente di un anno fa, quando Jonathan Rea dettava legge e di spagnoli vincenti nella serie non c’era neanche l’ombra. I dati diffusi dal promoter Dorna sono eloquenti…

SOLO DIECIMILA LA DOMENICA

Nei tre giorni il Motorland di Aragon ha ospitato 23.325 spettatori, così divisi per giornate: 4.404 venerdi, 8.902 sabato e 10.019 domenica. Un anno fa le presenze erano state leggermente superiori: 25.382 in totale, con 11.358 domenica e 9.149 il sabato. Bisogna puntualizzare che Aragon è storicamente la gara con il pubblico più esiguo dell’intero calendario Superbike. Qui gran folle non si sono mai viste e l’edizione record (se così si può definire…) è quella del 2017, con 27.720 persone nei tre giorni.

LA SPAGNA NON SI APPASSIONA

La terra iberica continua ad essere molto refrattaria alla passione Superbike. Il pubblico era mancato nell’annata magica di Carlos Checa, iridato con la Ducati 2011. Il promoter Dorna forse sperava che l’arrivo di un nome comunque di una certa notorietà dalla MotoGP potesse cambiare il trend. Ma neanche Alvaro Bautista sembra fare breccia. Viene da chiedersi che succederebbe in Italia se un pilota dei nostri si presentasse a Imola e Misano a punteggio pieno nel Mondiale…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Casey Stoner e Marc Marquez… legati per un dito

Supersport, Randy Krummenacher

Giallo Supersport: “Le accuse di Randy Krummenacher sono infondate”

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike: Alvaro Bautista “Gomma distrutta, battaglia in fumo”