Valentino Rossi, All Star Racing Night

All Stars Racing Night: Valentino Rossi VS Charles Leclerc, un duello a metà

La prima edizione dell'All Stars Racing Night ha convinto metà. Il confronto fra Valentino Rossi e Charles dura solo una gara

7 maggio 2020 - 7:17

La prima grande sfida fra Charles Leclerc e Valentino Rossi ha conquistato l’orario di massimo ascolto TV.  Data la pandemia in atto, ovviamente, si è corsa in maniera virtuale. E’ stata scelta la piattaforma Assetto Corsa Competizione, l’ultimo gioiellino rilasciato dalla Kunos Simulazioni, azienda specializzata nel settore del Sim Racing. La piattaforma in questione ha i diritti del GT World Challenge Europe, ex Blancpain GT Series, quindi al suo interno sono presenti soltanto vetture GT, e soltanto piste che figurano nel calendario del campionato vero. Per l’occasione, è stata scelta Misano. Rossi dunque, si è trovato a guidare la stessa Ferrari 488 GT3 con il quale, il 14 dicembre scorso ha disputato la 12 ore del Golfo, sul circuito di Abu Dhabi, insieme al fratello Luca Marini ed Alessio “Uccio” Salucci.

Lista degli invitati

Passati dalle due alle quattro ruote, per l’occasione anche Pecco Bagnaia e Mattia Pasini. Portabandiera invece del mondo della F1, oltre al già citato Leclerc, i soliti: Albon, Russel, Norris, Latifi e il Nostro Giovinazzi. Altri ospiti illustri sono il portiere del Real Madrid Thibaut Courtois, il capitano del Milan Alessio Romagnoli, la stella del Barcellona Antoine Griezmann, il golfista Ian Poulter, l’ex cestista Tony Parker, alcuni YouTubers, ed il favorito, il Sim Driver ufficiale della FDA (Ferrari Driver Academy) Amos Laurito. Data al capacità  della piattaforma è possibile ospitare fino a quaranta piloti sullo stesso server.

Leclerc pigliatutto

Charles Leclerc è stato il vincitore di Gara1; il monegasco, dopo la vittoria nel quarto VirtualGp di F1, replica la lotta con Alex Albon di tre giorni prima e si porta a casa la vittoria. Bene Rossi, partito 19esimo e finito quinto, alle spalle di Luca Albon, fratello di Alex, che a differenza di quest’ultimo, fa il portiere di calcio e non il pilota. I due sono stati in lotta fin dalle prime battute, con la battaglia che si è conclusa proprio sul traguardo.  Ha fatto una bella figura Valentino:  nonostante i pochi chilometri di allenamento ha offerto una buona prestazione, mettendosi alle spalle molti nomi illustri. Bagnaia dimostra velocità ed una preparazione metodica, ma la sfortuna lo attanaglia, chiudendo ai margini della top 15. Buono anche Mattia Pasini, settimo, anche lui si dimostra un assiduo pilota da simulatori, tenace ed aggressivo come nella realtà. Unica pecca di questa gara1, alcuni doppiaggi di personaggi non avvezzi al motorsport. Un peccato.

Forse ne bastava una

La seconda gara della serata è  una delusione e  rovina  quanto di buono aveva fatto vedere la prima. Per un problema di connessione, saltano sia Rossi che Bagnaia in partenza, due giri dopo via anche Leclerc; è un susseguirsi continuo di disconessioni. Davanti sono in tre a giocarsi la vittoria. Pasini, con la sua solita aggressività, non fa sconti a Laurito alla curva del Carro e si porta primo. Dopo l’errore di Alex Albon si difende non in maniera limpidissima, dagli attacchi del pilota reale Federico Leo, veterano del Sim Racing, nonche fondatore del Team virtuale “Leo Racing Team”.

Ottima iniziativa, da perfezionare

La prima All Stars Racing Night è stata  un bell’evento che sarebbe bello avesse un seguito in questo periodo di digiuno delle corse reali.  Ma la prossima volta bisognerà invitare ospiti più avvezzi al motorsport. Bisognerebbe che chi accetta l’invito, si allenasse  in maniera tale da non diventare una chicane mobile per chi corre per vincere.  Nonostante qui sia tutto virtuale, i campioni si mettono in gioco, e vogliono sempre vincere.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Lin Jarvis

MotoGP, Valentino Rossi: i retroscena del contratto con Yamaha e Petronas

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi: “Pensavo che Lin Jarvis volesse licenziarmi”

MotoGP, Franco Morbidelli e Valentino Rossi

Franco Morbidelli: “Complimenti a Valentino, sarà tosto da battere”