MotoAmerica: Ecco come Josh Herrin ha demolito la Yamaha R1

Spettacolare incidente nelle qualifiche del sesto round del campionato americano Superbike a Salt Lake City, Pilota illeso ma della moto è rimasto niente

Nel sesto round del MotoAmerica (la serie nazionale Superbike Usa) a Salt Lake City Josh Herrin, 28 anni, è incappato in questo rovinoso incidente durante le prove. Pilota illeso, ma non altrettanto bene ne è uscita la Yamaha R1 del team Attack Performance, andata completamente distrutta. Raramente si è visto una caduta dagli esiti così distruttivi per la moto, di cui non è rimasto praticamente niente. Herring è uno dei piloti più veloci della serie (è quarto in classifica generale) e il mese scorso aveva preso parte al round Mondiale a Laguna Seca (California) come wild card.

DANNI – Sul tracciato di Salt Lake City che dal 2008 al 2012 ha ospitato la tappa statunitense del Mondiale quello di Herring non è stato l’unico incidente rocambolesco. Il venerdi era toccato allo spagnolo Toni Elias, rialzatosi indenne per osservare la Suzuki Yoshimura andare a fuoco (qui il video). Dopo la vittoria nella gara di sabato, l’ex iridato Moto2 è caduto in gara 2 lasciando via libera, anche in campionato, a Cameron Beaubier, pupillo Yamaha che adesso guida con 49 punti di margine sullo stesso Elias. Prossima prova il 11-12 agosto a Sonoma, in California.

MotoAmerica: La Suzuki di Toni Elias prende fuoco

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy