Energica mette in mostra la batteria

Energica mette in mostra la batteria

A Eicma l’azienda modenese specializzata in superbike elettriche la lanciato il concept EsseEsse9: p la prima volta che una moto elettrica mette in bella mostra il suo cuore pulsante

A Eicma 2016 Energica ha presentato un concept, un’evoluzione di stile e tecnologie. Il nuovo prototipo è stato denominato EsseEsse9, come il vero nome della Via Emilia, strada che attraversa la Motor Valley Italiana. Con EsseEsse9 Energica si avvicina al ramo delle moto “old- school” realizzando un prototipo essenziale, che sappia emozionare e trasmettere la passione per i motori tipica del territorio emiliano. “Abbiamo fuso il futuro della mobilità con la preziosa tradizione dei motori della nostra terra, attraversata da una strada che si chiama proprio cosi, EsseEsse9, con i suoi conci di pietra irregolari ai quali ci siamo ispirati nella scelta dei pneumatici tassellati.” Afferma Paolo Iemmi, Designer Energica.

Grazie alla presenza del concept EsseEsse9 il pubblico di Eicma potrà vedere da vicino il vero cuore “pulsante” delle moto Energica, la cassa batteria.

Per la prima volta la casa modenese svela il componente tecnico che contiene nella loro interezza le batterie ricaricabili, sigillandole al proprio interno. La cassa batteria Energica ha un brevetto depositato: solitamente le batterie contenute in questo componente producono una grande quantità di calore, che si dissipa solo in minima parte. Pertanto, le batterie contenute nella cassa sono soggette a surriscaldamento, il quale ne riduce fortemente il ciclo di vita. La cassa batteria Energica è stata studiata proprio per evitare questo surriscaldamento. Il contenitore visibile sulla EsseEsse9 comprende una piastra di raffreddamento realizzata in alluminio e provvista di una pluralità di fori passanti che comunicano con l’esterno e che attraversano longitudinalmente la piastra di raffreddamento. I due semigusci di raffreddamento che compongono la cassa e il setto centrale di raffreddamento sono un esempio eccellente di quella meccanica avanzata sviluppata dall’esperienza del Gruppo CRP nell’ambito del motosport ed altri settori che richiedono una tecnologia allo stato dell’arte.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy