Yamaha lascia Valencia per provare ad Aragon, tutti i tempi di Rossi al ritorno in sella alla M1

Yamaha lascia Valencia per provare ad Aragon, tutti i tempi di Rossi al ritorno in sella alla M1

Trasferimento in corsa per evitare la pioggia

Commenta per primo!

Come trapelato sin dalla giornata di ieri, il Yamaha Factory Racing Team ha giocato d’anticipo rispetto alla concorrenza. Complice il maltempo che sta disturbando il regolare svolgimento delle attività all’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia, domani tanto Valentino Rossi quanto il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo proseguiranno il programma di lavoro al MotorLand Aragon di Alcaniz. La formazione ufficiale Yamaha è l’unica della top class ad aver preso questa decisione, sfruttando la disponibilità della pista prenotata (dal Provec Racing) per due giorni di test privati del Mondiale Superbike con la presenza confermata di Kawasaki, Ducati Alstare, Pata Honda e BMW Motorrad Italia. Yamaha Factory Racing ha già comunicato ufficialmente questo “trasferimento” al termine di una giornata di martedì 13 novembre che resterà nella storia per il ritorno in sella ad una YZR-M1 di Valentino Rossi. A due anni di distanza dall’ultima presa di contatto con la 4 cilindri in linea di Iwata, il “Dottore” nella primissima mattinata è sceso in pista alle 10:06 riuscendo a staccare un iniziale miglior riferimento cronometrico in 1’44″158. Successivamente il 9 volte Campione del Mondo ha affrontato una seconda uscita su pista bagnata di 10 giri complessivi (8 effettivi) con un primo passaggio sul traguardo in 1’55″480, miglioramenti nelle tornate seguenti in 1’50″873 e 1’49″751 fino a staccare il miglior crono del momento in 1’48″874. Poco più tardi Rossi ha completato un conclusivo terzo “run” con questi riferimenti cronometrici: 1’49″102, 1’47″743, 1’46″901, 1’45″201 con l’1’44″448 finale, con pista meno bagnato rispetto a poco prima e all’1’46″678 siglato venerdì scorso in sella alla Ducati Desmosedici GP12. Domani per Rossi e Lorenzo un test più probante e veritiero, nella speranza di non incontrare la pioggia, presenza fissa di 14 dei 18 round del Motomondiale 2012.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy