Tourist Trophy: intervista a Ian Hutchinson

Tourist Trophy: intervista a Ian Hutchinson

Dominatore al TT 2010, pronto al rientro per l’anno prossimo

Commenta per primo!

Per gli appassionati del Road Racing e dell’Isle of Man TT Ian Hutchinson è una leggenda vivente. Unico pilota ad aver ottenuto cinque vittorie su cinque gara disputate nella stessa edizione (2010) in sella alle Honda del team Padgett’s. Trascorso un anno da incubo seguito all’orribile infortunio di Silverstone (crash alla partenza della gara Bristish Supersport del settembre 2010), il pilota di Bingley è tornato finalmente in pista, prima per dei test con il team Swan Yamaha a Cadwell Park (ed il cambio sulla destra) e poi per il Macau Grand Prix 2011, conquistando un promettente terzo posto in gara, riuscendo a comandare per i primi 3 giri in sella alla propria YZF R1. BIKEracing.it lo ha intervistato in occasione dell’Esposizione Internazionale del Ciclo e Motociclo (EICMA), presso lo stand Mondocorse. Com’è la tua condizione fisica al momento? “Sto tornando ad un buon stato di forma. E’ stato un lungo anno di recupero e di operazioni, ora mi sento meglio. Ora affronterò l’inverno e per l’anno prossimo tornerò alla normalità.” Quanto è stato beffardo per un pilota di Road Racing infortunarsi in una gara su pista? “Il motociclismo è uno sport pericoloso ovunque si compete, è stato in ogni caso un incidente orribile. Sono stato buttato giù da un avversario e questo non mi aveva portato ad alcun infortunio, purtroppo però un altro mi è passato sopra.” Nel 2010 hai centrato un traguardo storico. Quando ti sei accorto di avere la possibilità di ottenerlo? “Sono entrato nell’edizione 2010 sapendo che tutte le moto a disposizione erano molto buone, non è stato semplice nel corso della settimana trascorrere tutto quel tempo in sella, anche se non ho girato molto con le moto Superstock e Supersport. Ho guidato bene e le moto si sono comportate al meglio in gara, ma ho dovuto trattare ogni corsa come una questione a sé.” Quali sono i tuoi piani per il prossimo anno? “Quando hai vinto il TT almeno una volta, l’obiettivo è quello di andare lì per vincere ancora. Non c’è ragione perché io non possa ancora tornare a lottare per la vittoria.” Cosa ne pensi dell’idea di istituire un Mondiale TT? “Non ne ho idea. La mia passione è quella di continuare nel Road Racing, qualsiasi cosa accadrà si vedrà.” Valerio Piccini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy