Superbike: valzer di novità e sostituzioni per Donington Park

Superbike: valzer di novità e sostituzioni per Donington Park

Commenta per primo!

Tre posti liberi assegnati a tre esordienti di lusso nel Mondiale Superbike. Donington Park presenta tre novità nello schieramento di partenza per il quinto appuntamento della stagione 2012, a cominciare doverosamente dal team ufficiale Kawasaki. Conclusa anzitempo l’avventura (fallimentare sul piano dei risultati) con Sergio Gadea, KRT ha annunciato l’ingaggio del 19enne Loris Baz, protagonista della Superstock 1000 FIM Cup con una Ninja ZX-10R del MRS Racing, già indicato come sostituto dello sfortunatissimo Joan Lascorz per il precedente round andato in scena a Monza.

Campione Europeo Superstock 600 2008 dai trascorsi nel Mondiale Endurance, British Superbike, IDM e Campionato Europeo Superstock 1000 (2° lo scorso anno con Kawasaki Palmeto nella prova unica disputatasi ad Albacete), Baz aveva già avuto modo di provare la Kawasaki ufficiale in una due-giorni di test ad Alcarras, guadagnandosi questa importante chance di carriera per Donington Park e Salt Lake City con la quasi certezza di proseguire l’avventura anche nei restanti appuntamenti del calendario iridato, grazie ai buoni uffici tra Kawasaki Motors Europe ed il team MRS Racing di Adrien Morillas (a sua volta alla ricerca di un valido sostituto per il programma Stock 1000, con ogni probabilità sempre un giovane pilota francese legato a doppio-filo alla casa di Akashi).

Sempre in Kawasaki, ma al Team Pedercini, si registra la seconda “novità” del week-end: Gary Mason, dal 2010 pilota della “verdona” nel British Superbike (primo biennio con MSS Colchester, da quest’anno con PR Racing/Quattro Plant), designato come sostituto dell’infortunato David Salom, fuori gioco per alcune micro fatture alle ossa della spalla destra rimediate in una rovinosa caduta lo scorso week-end a Monza. Ex-campione della British Superbike Cup 2009 e vincitore nel 2000 a Brands Hatch nell’Europeo Superstock 1000 con una Kawasaki del Nick Morgan Racing, Mason ha raggiunto l’accordo con la formazione italiana proprio nella serata di vigilia dell’evento, apprestandosi così all’esordio nel WSBK.

Sarà una “prima” anche per Peter Hickman, 25enne pilota britannico di scuola BSB (per anni è stato il miglior pilota privato, 2° lo scorso anno a Thruxton con Tyco Honda), chiamato da Jack Valentine per sostituire John Hopkins con Crescent FIXI Suzuki. Pilota MSS Bathams Kawasaki nel British Superbike, Hickman con Suzuki aveva già corso nell’ultimo round del Mondiale Endurance 2011 in Qatar con una GSX-R 1000 iscritta nella classe Superstock dall’italianissimo team No Limits. “Hicky” è stato scelto per l’indisponibilità di altri piloti Suzuki, su tutti Alastair Seeley, portacolori Tyco Suzuki by TAS nel BSB e tester Crescent a Portimao lo scorso mese di novembre, impegnato da martedì prossimo alla North West 200.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy