Presentato il San Carlo Team Italia tra Moto3 e Superstock 600

Presentato il San Carlo Team Italia tra Moto3 e Superstock 600

Commenta per primo!

Fausto Gresini, Luca Cadalora, Pierfrancesco Chili, Max Biaggi, Roberto Locatelli fino ad arrivare ai casi più recenti di Niccolò Antonelli, Romano Fenati, Francesco Bagnaia, Franco Morbidelli e Alessandro Nocco. Dal 1985 ad oggi, nell’attività sportiva nazionale ed internazionale, il Team Italia della Federazione Motociclistica Italiana ha cresciuto, formato, lanciato i migliori prospetti del vivaio motociclistico tricolore, spesso e volentieri cogliendo risultati importanti ribaditi da un palmares (3 titoli mondiali 125cc con Gresini e Cadalora, 17 successi nel Campionato europeo ed altrettanti nei più importanti campionati italiani) di tutto rispetto per la “nazionale” delle due ruote. Per la stagione 2014 il San Carlo Team Italia non trascura l’importanza del “conseguimento del risultato”, ma si pone come principale obiettivo rispettare la propria missione: contribuire a “lanciare” i giovani “Talenti Azzurri” della specialità, offrendo a loro una struttura all’altezza per diventare i “Campioni di domani”. Questo l’intento della formazione federale, presentatasi oggi via web sul sito ufficiale www.teamitaliafmi.com con contenuti multimediali originali e, soprattutto, di gran interesse per appassionati e addetti ai lavori al fine di scoprire i progetti federali per il futuro a breve-medio termine. Il Team Italia è la punta di un iceberg del nostro progetto “Talenti Azzurri”, un programma che parte dalle Minimoto fino ad arrivare all’attività agonistica internazionale“, ha spiegato Paolo Sesti, Presidente FMI e tra i principali artefici del progetto Team Italia della velocità. “Con San Carlo e con tutti i nostri partner abbiamo condiviso la precisa volontà di far crescere questi ragazzi per farli diventare piloti con una mentalità vincente“. Per raggiungere questo traguardo, il San Carlo Team Italia affronterà nella stagione 2014 nuovamente un “doppio programma” tra Mondiale Moto3 ed Europeo Superstock 600 con diverse novità, ma sempre con l’obiettivo di dar seguito ad un percorso iniziato ormai da un quadriennio a questa parte. Conseguiti i primi (concreti) risultati conseguiti in termini di successi sportivi (“doppietta” nell’Europeo Superstock 600 2013 con Franco Morbidelli ed Alessandro Nocco, vittoria mondiale a Jerez nella Moto3 2012 con Romano Fenati con il Team Italia laureatosi Campione Europeo 125 GP 2011), il Team Italia si pone come obiettivo finale il dare una concreta chance di ben figurare ai propri piloti per poi, in futuro, esser ingaggiati da squadre dai propositi ambiziosi. Non è un caso che 6 dei 7 piloti italiani al via del Mondiale Moto3 hanno militato nel Team Italia, gli ultimi due casi Matteo Ferrari (Campione Europeo Moto3 2012) e Andrea Locatelli (Campione CIV Moto3 in carica), ingaggiati per questa stagione dove seguiranno le indicazione di un Team Manager dall’inestimabile bagaglio di esperienze e valori umani: Virginio Ferrari. “I nostri piloti sono entusiasti di far parte di questo progetto e sono due ragazzi determinati che hanno il desiderio di realizzare il loro grande sogno“, ha spiegato l’ex vice-Campione del Mondo della classe 500cc. “Ci siamo posti due principali obiettivi: fornire loro tutte le informazioni utili per bruciare le tappe nella formazione tecnico-agonistica, arrivando a questo risultato concreto con il minor rischio fisico possibile“. Archiviata la “doppietta” con Franco Morbidelli ed Alessandro Nocco della passata stagione, il San Carlo Team Italia punterà al bis nell’Europeo Superstock 600 riconfermando la partnership tecnica con Kawasaki ed il Puccetti Racing, scomettendo su due dei migliori talenti delle “derivate di serie” come Marco Faccani (rivelazione del CIV Supersport) e Andrea Tucci (Campione italiano Superstock 600 in carica). “Dopo una stagione straordinaria come quella passata cercheremo di ripeterci perché, far meglio, è impossibile“, ha spiegato Cristiano Migliorati, Direttore Sportivo del Team Italia nella Superstock 600. “L’intento del nostro progetto resta sempre “traghettare” i nostri piloti verso l’attività internazionale e valorizzarli, esportando un motociclismo sano, educato e, possibilmente, vincente. Marco e Andrea hanno un approccio positivo al motociclismo: si applicano, si impegnano, si allenano. Con loro puntiamo stabilmente a classificarci nella top-5 ogni gara“. La partnership tra San Carlo e la Federazione Motociclistica Italiana ha inoltre reso possibile il concretizzarsi del programma “San Carlo Puccetti Racing” nel Mondiale Supersport con una Kawasaki Ninja ZX-6R affidata all’ex campione italiano Roberto Tamburini, più un nuovo impulso al progetto “Talenti Azzurri” con i nomi dei piloti che saranno comunicati in occasione del primo round del CIV 2014 in programma all’Autodromo del Mugello il prossimo mese di aprile.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy