MotoGP Mugello Prove 3: Lorenzo imprendibile, Marquez ancora a terra

MotoGP Mugello Prove 3: Lorenzo imprendibile, Marquez ancora a terra

di Redazione Corsedimoto

Splende il sole all’Autodromo Internazionale del Mugello nel corso di una terza sessione di prove libere decisiva per ottenere il lasciapassare per il “Q2” con situazioni diametralmente opposte per due degli attesi protagonisti. Se Jorge Lorenzo si conferma il riferimento assoluto (ed imprendibile?) migliorando l’1’48″375 siglato ieri tanto da fermare i cronometri sull’1’47″972, Marc Marquez, tornato in pista dopo lo spaventoso volo nelle seconde libere alla “San Donato”, è stato sfortunato protagonista di una nuova caduta dopo un’escursione nelle vie di fuga el “Correntaio”, la terza in tre turni di prove sin qui disputati. Un weekend iniziato male e proseguito nel peggior modo possibile per il Campione del Mondo Moto2 in carica, soltanto 12° nella graduatoria combinata dei tre turni di prove e pertanto costretto a dover superare la “tagliola” del Q1 questo pomeriggio per ottenere uno dei due posti ancora in palio per il decisivo “Q2″.

Con Marquez alle prese con la sfortuna e con problemi tuttora irrisolti, ben altra vita per Jorge Lorenzo che in due distinte occasioni è sceso (primo ed unico) sotto il muro dell’1’48” distanziando un “ritrovato” Dani Pedrosa di 250/1000, secondo e meglio in questa sessione rispetto a Stefan Bradl (3° nelle FP3 in 1’48″489 e 4° nella “combinata”) e a Valentino Rossi il quale non è riuscito a migliorare l’1’48″409 siglato ieri viaggiando in 1’48″580. Con un casco che raffigura una Tartaruga (uno dei suoi “simboli”, ironizzando su sè stesso per i risultati sin qui conseguiti), il 9 volte vincitore al Mugello tra 125cc, 250cc e MotoGP insieme a Cal Crutchlow (6°) è stato l’unico nella top-10 a non migliorare i riscontri cronometrici del venerdì ritrovandosi avvicinato anche da Alvaro Bautista, buon quinto con la Honda RC213V “Clienti” equipaggiata dalle sospensioni Showa e schierata dal team Gresini.

Tra i 10 ammessi direttamente al “Q2” non mancano il trio di Ducatisti formato da Andrea Dovizioso (stoico settimo nonostante forti e persistenti dolori al collo), Nicky Hayden e la wild card d’eccezione Michele Pirro con la Desmosedici GP13 “Laboratorio”, c’è anche Aleix Espargaro che si conferma ad altissimi livelli con la ART-Aprilia CRT del team Aspar.

Oltre a Marquez, sarà costretto a passare per il “Q1” anche Andrea Iannone, l’unico alfiere del Pramac Racing Team a seguito del forfait Ben Spies, costretto alla resa per i persistenti ed irrisolti problemi alla spalla infortunata in precedenza. Tenteranno l’impresa nel primo turno di qualifiche ufficiali anche i nostri Danilo Petrucci (in risalita con la Ioda-Suter-BMW) e Claudio Corti (FTR Kawasaki del Forward Racing), più complicata la situazione per Bryan Staring e Hiroshi Aoyama, a terra rispettivamente alla “Palagio” e alla “Luco” nel corso della sessione.

MotoGP World Championship 2013
Autodromo Internazionale del Mugello, Classifica Prove Libere 3

01- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – 1’47.972
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.250
03- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.517
04- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.608
05- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.731
06- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.777
07- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.807
08- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.826
09- Michele Pirro – Ducati Test Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.062
10- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 1.067 (CRT)
11- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.163
12- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 1.246
13- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.285
14- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1.579 (CRT)
15- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 1.701 (CRT)
16- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 3.129 (CRT)
17- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 3.279 (CRT)
18- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 3.588 (CRT)
19- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 3.647 (CRT)
20- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 4.217 (CRT)
21- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 4.254 (CRT)
22- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 4.318 (CRT)
23- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 4.323 (CRT)
24- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 5.193 (CRT)

Classifica Combinata dei tre turni di prove libere (FP1-2-3)

01- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – 1’47.972
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.250
03- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.437
04- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.517
05- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.700
06- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.731
07- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.807
08- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 0.826
09- Michele Pirro – Ducati Test Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.062
10- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 1.067 (CRT)
11- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.163
12- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 1.246
13- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.285
14- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1.579 (CRT)
15- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 1.627 (CRT)
16- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 3.129 (CRT)
17- Ben Spies – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 3.133
18- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 3.279 (CRT)
19- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 3.556 (CRT)
20- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 3.588 (CRT)
21- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 4.210 (CRT)
22- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 4.217 (CRT)
23- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 4.254 (CRT)
24- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 4.318 (CRT)
26- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 5.193 (CRT)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy