MotoGP: le dichiarazioni dopo le qualifiche di Indianapolis

MotoGP: le dichiarazioni dopo le qualifiche di Indianapolis

Parlano i 17 piloti della top class dopo le qualifiche ufficiali

di Redazione Corsedimoto

Le qualifiche della MotoGP a Indianapolis hanno visto Ben Spies conquistare la sua prima pole position in carriera nella top class, riuscendo a far meglio del suo futuro compagno di squadra Jorge Lorenzo e Nicky Hayden, alla prima… prima fila con la Ducati. Proprio da questo terzetto partiamo nel riportare le dichiarazioni dei 17 piloti della top class dopo le qualifiche di Indy grazie al servizio media delle squadre. Ben Spies (Monster Yamaha Tech 3), 1°E’ fantastico centrare la mia prima pole in MotoGP davanti al mio pubblico qui a Indianapolis. Sono molto felice, a Brno ci ero andato vicino, ma qui sono stato in condizione di ottenere un buon tempo sul giro senza particolari problemi, la moto è davvero competitiva e sto facendo il possibile per regalare alla squadra un bel risultato. Sono già concentrato in vista della gara, sarà necessario partir bene e dovrò dare tutto me stesso perchè ci sono molti piloti veloci e con lo stesso passo gara. Io farò del mio meglio perchè la squadra ed il pubblico americano si merita un risultato positivo“. Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha Team), 2°E’ stata una sessione molto difficile perché faceva molto caldo e la pista era molto scivolosa e sconnessa, per cui era difficile prevedere cosa aspettarsi! Per fortuna siamo riusciti a fare un buon giro e sono contento del secondo posto. Il giro di Ben è stato fantastico, mi congratulo con lui. Una buona partenza sarà molto importante domani, perché ci sono molti piloti veloci alle mie spalle e penso che sarà una battaglia dura per tutti. La nostra messa a puntoè buona e siamo contenti della scelta delle gomme, dunque proveremo a fare del nostro meglio e vedere cosa possiamo tirare fuori da Indy“. Nicky Hayden (Ducati Marlboro Team), 3°Sono felice di aver ottenuto la mia prima fila con la Ducati, in fondo è servito solo un anno mezzo! Scherzi a parte, ne siamo davvero felici perché è molto importante per la gara di domani. Se voglio provare a stare davanti devo farlo fin dall’inizio. Prima delle qualifiche avevo detto a Juan (Martinez) che se c’era l’occasione per provare a fare la prima fila era oggi. Abbiamo trovato un buon setting con gomme da gara e quando abbiamo montato le morbide il miglioramento è stato così sensibile che per un attimo mi è sembrato di avere le gomme da qualifica di una volta. Due americani in prima fila è una cosa fantastica per la MotoGP in questo paese e per tutti quelli che ci supportano qui negli USA. Speriamo che questo attiri un grande pubblico per domani e soprattutto di riuscire ad offrire un grande show“. Andrea Dovizioso (Repsol Honda Team), 4°Sono felice di questo risultato anche perchè abbiamo un buon passo gara. Per domani sono fiducioso, ma sarà necessario partir bene e stare lì nel gruppo di testa. Sicuramente Spies e Hayden avranno qualche motivazione in più e saranno molto veloci, ma adesso è Pedrosa ad avere il passo migliore di circa 2-3 decimi di secondo. Penso che la gara sarà dura perchè non c’è grip, noi utilizzeremo gomme di mescola dura anche perchè non ci sono dubbi con questo caldo e con queste condizioni della pista. Devo dir grazie alla squadra perchè siamo riusciti a migliorare la stabilità della moto in ingresso curva e anche nella gestione dell’elettronica per il controllo della trazione… sono fiducioso“. Dani Pedrosa (Repsol Honda Team), 5°I tempi sono migliorati sensibilmente rispetto a ieri e abbiamo fatto un bel passo in avanti a livello di messa a punto e passo gara. Nell’ultima parte delle qualifiche non potevo spingere ulteriormente con le gomme morbide così non ho potuto migliorare il tempo. Puntavo alla prima fila, ma confido di fare una bella partenza e battagliare davanti. Con le calde temperature, la gomma dura sembra sia l’unica opzione per domani. Sarà impegnativo anche da un punto di vista fisico e le gomme verranno messe a dura prova perché sarà difficile controllare la temperatura delle coperture in gara. Sicuramente i piloti americani saranno forti, oltre a loro ci saranno i soliti piloti che sono sempre in testa. Sono comunque fiducioso, ho un buon feeling con le gomme dure e penso che potremmo fare una bella gara“. Casey Stoner (Ducati Marlboro Team), 6°Non sono molto contento di queste qualifiche perché ci aspettavamo di essere più veloci. Durante la sessione abbiamo avuto problemi a trovare un buon “grip” con le gomme dure e abbiamo dedicato molto tempo a cercare di migliorare la situazione. Abbiamo provato un paio di modifiche ma quando abbiamo montato le gomme morbide mi sono reso subito conto che l’assetto non era perfetto. Sono un po’ dispiaciuto ma sono certo che possiamo aspettarci di essere più a posto in condizione gara. Penso che domani potremo essere più veloci di alcuni dei piloti che oggi ci sono stati davanti“. Valentino Rossi (Fiat Yamaha Team), 7°Oggi abbiamo lavorato duro per cercare di recuperare la confidenza che abbiamo perso e abbiamo fatto qualche miglioramento. Purtroppo sono caduto nel peggior momento della sessione, con la gomma morbida, dopo aver fatto alcuni giri veloci ma non abbastanza tempo per provarci di nuovo. Poteva andare peggio perché ho pensato che sarei finito molto più indietro del settimo tempo, codsì possiamo essere felici di come è andata. Questa pista è molto sconnessa e credo che qualcosa deve essere fatto per migliorarla. Non so quandoè stata l’ultima volta che sono caduto due volte in una giornata, ma è tato di sicuro molti anni fa, negli anni ’90 forse! Per fortuna io sono a posto, non mi sono fatto male e questa è la cosa più importante. Penso che domani sarà una giornata molto interessante, perché io, Pedrosa e Stoner siamo tutti dietro la prima fila, il che è insolito. Potrebbe essere divertente!“. Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini), 8°Sinceramente dopo le prove di questa mattina pensavo di andare più forte ma in ogni caso sono abbastanza soddisfatto dell´ottavo tempo. Purtroppo le condizioni dell´asfalto rispetto a questa mattina sono peggiorate per il caldo ed ho fatto più fatica. Domani si corre un´ora più tardi rispetto ad oggi ma la temperatura dell´asfalto sarà più o meno la stessa quindi dovremo cercare di migliorare e sperare che anche gli altri abbiano gli stessi nostri problemi. Comunque io sono fiducioso e mi pongo come obbiettivo quello di riuscire ad entrare finalmente nei primi cinque e mi impegnerò al massimo per riuscirci. Da Brno, di sicuro, abbiamo fatto un passo in avanti e spero di poter crescere ancora nei prossimi Gran Premi“. Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), 9°Onestamente mi aspettavo un risultato migliore del nono tempo, pensavo dopo le prove della mattina di arrivare sull’1’40 e di ottenere la seconda fila. A dir la verità faceva molto caldo, la pista era molto scivolosa e quando ho montato le morbide mi aspettavo di andar più forte di circa 1″, ma non c’era sufficiente grip per questo. Con le gomme dure in condizione gara siamo comunque a posto, sono fiducioso che possiamo disputare una buona gara perchè il ritmo è buono. Per finire complimenti a Ben (Spies), è stato semplicemente fantastico e ha svolto un lavoro impressionante quest’anno“. Loris Capirossi (Rizla Suzuki MotoGP), 10°Le qualifiche sono andate un po’ meglio; è stato come se il sole avesse iniziato a splendere su di noi. Nelle prove abbiamo avuto un po’ di problemi, abbiamo cercato di risolvere la situazione e di migliorare il feeling, sembrava ce l’avessimo fatta. Abbiamo ancora qualche problema con il feeling all’anteriore, ma tutto il team ha lavorato al massimo per risolvere questo aspetto e ora siamo davvero vicini a una soluzione. La velocità di punta non va benissimo, non sappiamo perché, abbiamo studiato i dati confrontandoli con quelli dell’anno scorso e siamo un po’ più lenti, per cui dobbiamo cercare di fare qualcosa anche lì. Sono abbastanza soddisfatto della sessione del pomeriggio perché abbiamo migliorato molto rispetto a stamattina e a ieri. Il nostro ritmo non è male e se riusciamo a tenerlo anche in gara dovremmo fare una buona gara. Sono ottimista, partirò a tutto gas e ce la metterò tutta“. Alvaro Bautista (Rizla Suzuki MotoGP), 11°Le qualifiche sono andate bene, sono riuscito a stare con un gruppo che comprendeva Rossi, Dovizioso e Pedrosa senza molto distacco a ogni giro. È stato un bene perché avevo bisogno di farmi un’idea delle mie prestazioni rispetto a quelle di altri piloti. Dopo ho provato a spingere un po’ di più, ma continuavo ad avere qualche problema di grip posteriore che mi complicava un po’ le cose. Allora abbiamo apportato qualche piccola modifica alla moto e le cose sono molto migliorate. Alla fine ho cercato di seguire altri piloti per trovare più punti di riferimento perché qui sono davvero importanti, ma non c’era nessuno da seguire per cui ho dovuto lavorare da solo. L’assetto per la gara non è male e se domani riesco a partire bene e raggiungere il gruppetto di testa dovrei riuscire a rimanere con loro“. Marco Melandri (San Carlo Honda Gresini), 12°Abbiamo lavorato tanto ma continuiamo ad andare sempre molto male. Ho tanta difficoltà a gestire il motore con questa elettronica, non riesco mai ad aprire il gas all´uscita delle curve e ci manca grip sul posteriore. Io non riesco a guidare come vorrei, non riesco ad avere una buona percorrenza in curva. Quello che era il mio “pezzo” forte sembra essere completamente scomparso. Adesso sono molto lento a centro curva e non sono a mio agio sulla moto. Sono molto deluso mi aspettavo una stagione diversa“. Hiroshi Aoyama (Interwetten Honda MotoGP), 13°Non mi sarei mai aspettato un risultato del genere vista la mia condizione fisica. Lo svantaggio con i primi piloti è grande, ma tutto è ancora in gioco per domani e possiamo disputare una bella gara. Dobbiamo comunque esser realistici, oggi ero al limite, anche se un risultato come questo dopo due mesi di stop non è male“. Aleix Espargaro (Pramac Racing Team), 14°Peccato per la caduta, stavo tirando al massimo per provare ad ottenere una buona posizione sulla griglia di partenza, ma ho perso la posteriore e sono scivolato sulla pista. Ho subito provato a risalire in sella ma la mia moto aveva subito qualche danno durante la caduta. Purtroppo al mio rientro non avevo a disposizione più pneumatici nuovi da qualifica. Ho provato in tutti i modi ad abbassare il mio tempo e a migliorare la mia posizione di partenza ma con scarsi risultati. L’aspetto positivo è che il mio distacco dalla decima posizione è di meno di due decimi. Questo mi da un’enorme carica per la gara di domani“. Mika Kallio (Pramac Racing Team), 15°Fortunatamente sto meglio rispetto a ieri, ma non sono riuscito a migliorare di molto la mia posizione sulla griglia di partenza. Purtroppo a causa delle mie non perfette condizioni di ieri, non avevo il giusto feeling con la mia moto. Abbiamo lavorato molto con i miei tecnici durante le qualifiche e domani durante il warm up proveremo alcune soluzioni che dovrebbero permettermi di essere più veloce in tutti i settori. Il distacco dal decimo posto non è eccessivo, darò il massimo per poter regalare al mio Team una buon risultato in gara“. Hector Barbera (Paginas Amarillas Aspar), 16°Sono stato molto vicini ai primi ieri e questa mattina ed ero molto felice. Purtroppo oggi nelle qualifiche con la seconda moto non avevo lo stesso feeling, ad ogni ingresso curva la moto tendeva ad allargare e non c’era nessun grip. Più si andava avanti e più la situazione non si risolveva, così siamo tornati all’altra moto e anche se andava un pò meglio c’erano sostanzialmente gli stessi problemi. Questo ci ha fatto perdere tempo prezioso e non son riuscito a ottenere un buon piazzamento in griglia di partenza, ma se non altro guardando Brno c’è la possibilità di recuperare e disputare una buona gara“. Randy De Puniet (LCR Honda MotoGP), 17°Prima di arrivare qui sapevo che non sarebbe stato semplice per me anche perché il layout di questa pista non mi aiuta affatto. Ci sono già passato lo scorso anno quando ho gareggiato con la caviglia sinistra fratturata. Inoltre, sin dall’inizio, abbiamo faticato a trovare la messa a punto corretta e dopo aver provato diverse soluzioni non mi sento ancora a mio agio. Ho fatto il possibile per ridurre il distacco dagli altri ma faccio molta fatica soprattutto in staccata. Comunque c’è ancora il warm up di domani per fare le ultime modifiche prima della gara… voglio portare a casa più punti possibili per risalire in classifica“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy