MotoGP: le dichiarazioni dopo le qualifiche di Barcellona

MotoGP: le dichiarazioni dopo le qualifiche di Barcellona

Parlano i 17 piloti al via del Gran Premio di Catalunya

Commenta per primo!

Le qualifiche di Barcellona hanno visto la terza pole position consecutiva di Jorge Lorenzo, ovviamente felice per questo risultato sul proprio circuito di casa. Doveroso partire da lui nel riportare le dichiarazioni dei piloti dopo le prove ufficiali del Gran Premio di Catalunya grazie al servizio media delle squadre. Jorge Lorenzo (Fiat Yamaha Team), 1°Sono davvero felice di questa terza pole position, mi sembra che stiamo facendo un ottimo lavoro ed è speciale riuscire a farlo nella mia gara di casa. E’ stata una sessione dura, ma alla fine sono riuscito a fare qualche giro veloce con le gomme morbide. Fa molto caldo e perciò penso che si possa tranquillamente dire che la gara di domani sarà la più dura tra quelle disputate fino ad ora. Dovrò concentrarmi al massimo e fare anche in modo che la mia condizione fisica sia la migliore possible. Gli pneumatici saranno molto importanti e dobbiamo ancora fare una scelta definitiva: prima delle prove eravamo orientati in una certa direzione, ma ora non siamo poi così sicuri. Decideremo domani dopo il warm-up“. Casey Stoner (Ducati Marlboro Team), 2°La sessione di prove ufficiali è stata l’unica che ci ha messo in difficoltà in questo fine settimana perché nei due turni di libere è andato tutto bene. Oggi pomeriggio abbiamo fatto fatica a migliorare il “grip” posteriore anzi, almeno per il momento, non ci siamo riusciti. La moto curva molto bene, siamo veloci in ingresso di curva ma non riusciamo a far lavorare bene la gomma posteriore in uscita. Non abbiamo aderenza e scivola molto. Abbiamo provato una modifica sulla ciclistica di una moto ma non ci è piaciuta quindi siamo tornati indietro, per questo all’inizio del turno siamo rimasti un po’ dietro. Proveremo qualche altra piccola cosa domani nel warm-up ma a parte questo sono soddisfatto delle soluzioni che abbiamo trovato per la gara“. Randy De Puniet (LCR Honda MotoGP), 3°Ero un pò preoccupato perché l’asfalto è veramente bollente e le gomme ne risentono molto ma, sin dai primi giri del turno pomeridiano, sono stato tra i più veloci. Abbiamo continuato il nostro lavoro in configurazione gara cambiando le mappature e l’elettronica per poi passare ai pneumatici da qualifica e subito ho girato in 42.6. Volevo veramente portare a casa la prima pole ma Casey e Jorge erano velocissimi oggi. Sono entusiasta di questa prima fila e voglio ringraziare tutti per l’ottimo lavoro. Domani sarà un’altra storia e le gomme saranno il problema principale per tutti ma noi abbiamo lavorato molto su questo aspetto e resto fiducioso. Questa potrebbe essere la miglior gara della stagione per me“. Dani Pedrosa (Repsol Honda Team), 4°Partire dalla seconda fila non è ottimo ma non è un problema, partiamo quarti e siamo tutti molto vicini. Oggi abbiamo provato gli pneumatici che abbiamo a disposizione per verificare la miglior opzione per la gara. Sarà importante gestire bene le gomme perchè non sarà facile girare in 1’43. Sarà una gara dura per il caldo e per il livello degli altri piloti. Dobbiamo lavorare ancora un po’ sulla ciclistica. Rispetto ad Assen, in qualifica siamo messi meglio. La prima fila era alla nostra portata, ma nel penultimo giro ho commesso un piccolo errore e così non sono risucito a migliorarmi. Il quarto intertempo resta un mio punto debole, soprattutto l’ultima staccata. Domani lavoreremo nel warm up e confido di fare una bella gara davanti al mio pubblico“. Ben Spies (Monster Yamaha Tech 3), 5°Oggi siamo stati vicini a completare una simulazione di gara. Inizialmente abbiamo verificato la moto in assetto gara, con questo caldo è necessario vedere la resa degli pneumatici. So bene che non saranno i primi 10 giri a decidere la gara, così ho pensato di provare ancora e ho finito per completarne 20 ricavandone delle ottime informazioni. Mi son sentito bene in sella, la moto è competitiva e non ho alcun problema fisico con questo caldo. Nel finale ho messo le morbide per ottenere un buon piazzamento in griglia, ma sono arrabbiato perchè Espargaro mi ha ostacolato: mi ha visto arrivare e non mi ha lasciato strada, così ho perso la possibilità di migliorarmi visto che era il terzo giro con l’ultima morbida a disposizione. Sono comunque riuscito a fare un altro giro, quinto è un buon risultato, ma potevo esser più avanti. Tutto sommato sono abbastanza contento per come è andata: sarà una gara dura e io darò tutto me stesso per mantere il mio ritmo come già successo a Silverstone e Assen“. Andrea Dovizioso (Repsol Honda Team), 6°Sono contento di come abbiamo lavorato in questi turni di prove. Abbiamo girato con un buon passo con le gomme morbide, per non ritrovarsi nella situazione di Assen. Non è ancora deciso al cento per cento, ma credo che in gara useremo le dure perché è molto caldo e si scivola molto. All’inizio del turno abbiamo fatto il passo con le gomme morbide. Domani partiremo dalla seconda fila, a fine turno infatti non sono riuscito di sfruttare al meglio le gomme per il giro secco. Dobbiamo continuare a lavorare sui controllo elettronici perché è troppo caldo. Domani sarà una gara impegnativa, con tanti piloti in pochi decimi“. Loris Capirossi (Rizla Suzuki MotoGP), 7°In generale il week end non sta andando male, oggi abbiamo lavorato molto tutto il giorno. Nella sessione di stamattina ci siamo fermati solo una volta e siamo stati in grado di capire molte cose. Abbiamo apportato soltanto una modifica, il team ha fatto un gran lavoro nella messa a punto della GSV-R. Mi piace com’è andato il week end finora, ma ci manca ancora qualcosa, soprattutto nelle curve 9, 12 e 13. Ho qualche problema nei punti più veloci, ma è bello guidare su questo circuito e penso che domani potremo fare una buona gara“. Marco Simoncelli (San Carlo Honda Gresini), 8°Sono abbastanza contento perchè ho la convinzione che con questo telaio e forcellone abbiamo fatto un importante passo in avanti. La terza fila va bene forse potevo fare qualcosina meglio ma domani in gara avrò modo di recuperare. Sono stato un pò in difficoltà fino a quando non abbiamo montato la gomma più morbida. Questa mattina con temperature più basse andavo molto bene ma oggi le temperature sono salite ed è diventato difficile essere veloci. Con la morbida mi sono trovato subito meglio e peccato che non ho avuto il tempo per montarne una seconda perchè forse avrei potuto fare un ulteriore passo avanti. Per domani vedremo quale tipo di gomma usare“. Alvaro Bautista (Rizla Suzuki MotoGP), 9°Sono contento perché i miei tempi sul giro sono migliorati e per fortuna il braccio non mi fa male, non è in condizioni perfette ma almeno sono in grado di guidare come voglio. Stamattina abbiamo migliorato la moto e la messa a punto andava bene. Oggi pomeriggio ho cercato di fare un long run con il pneumatico anteriore ma non avevo un buon feeling, per cui abbiamo dovuto cambiarlo e il problema si è risolto. Ho cercato di seguire Lorenzo e ho fatto un paio di giri buoni, per un po’ sono rimasto in quarta posizione, è il mio piazzamento migliore finora in MotoGP. Alla fine della sessione ho fatto un errore e ho perso un po’ di tempo, altrimenti forse mi sarei piazzato meglio in griglia. Comunque sono contento perché è il mio miglior risultato in qualifica, domani voglio partire bene e lottare con gli altri piloti per le prime posizioni. Voglio davvero fare una buona gara nel mio Gran Premio di casa“. Colin Edwards (Monster Yamaha Tech 3), 10°Nessuno vuole ritrovarsi in 11° posizione, io meno di tutti, ma questo è il risultato. E’ davvero difficile per me andare più forte di così e non sono mancati i tentativi da parte di tutta la squadra. Fuori faceva davvero tanto caldo e abbiamo speso tempo prezioso per far lavorare bene la moto in vista della gara. So che se sceglierò le gomme dure posso lottare per la decima posizione, mentre se azzardo le morbide sarò più veloce nella fasi iniziali per poi vedere come andrà a finire. Sarà una scelta dura e devo prenderla insieme alla squadra e alla Bridgestone, ci siederemo attorno ad un tavolo e sentirò i loro suggerimenti. Per me è comunque una situazione frustante, mi mancano dei decimi per stare in alto, ma più forte di così non posso andare“. Nicky Hayden (Ducati Marlboro Team), 11°Questa mattina, in condizioni più fresche abbiamo girato abbastanza bene ma in qualifica abbiamo fatto davvero fatica. Abbiamo sofferto gli stessi problemi di ieri, per trovare aderenza posteriore dobbiamo “caricare” troppo l’anteriore e viceversa, se l’anteriore è ben bilanciato non c’è verso di avere una buona aderenza dietro. Abbiamo cercato inutilmente una soluzione lavorando sulla molla e altri particolari quindi al momento si prospetta una gara impegnativa. Partire dalla quarta fila non aiuta, abbiamo molto lavoro da fare, speriamo di trovare qualcosa nel warm-up domani“. Aleix Espargaro (Pramac Racing Team), 12°Sono amareggiato di come siano andate le qualifiche di oggi. Dopo il risultato ottenuto questa mattina mi aspettavo molto di più, ma va bene cosi. Negl’ultimi giri ho trovato molto traffico e questo mi ha reso un po’ nervoso. Alcuni piloti hanno rischiato di farmi cadere, ma queste sono le corse e può capitare. La cosa più importante per domani sarà partire bene: la moto è pronta e io pure“. Hector Barbera (Paginas Amarillas Aspar), 13°Sono contento perchè questa prima giornata è andata meglio della prima. Abbiamo trovato un set-up che mi consente di essere più a mio agio con la moto: anche se ho concluso 13° le qualifiche, sono più vicino ai primi e penso di avere margine per migliorarmi, in particolare nel T2. La squadra mi sta sostenendo completamente su tutti gli aspetti ed è grazie a loro se ho trovato un buon feeling con l’anteriore che, finora, è stato il mio punto debole. Non ho lavorato molto sul passo oggi, non c’era tempo, dovevamo risolvere i problemi: proveremo a cercare il ritmo-gara per il Warm Up“. Marco Melandri (San Carlo Honda Gresini), 14°Domani sarà una gara decisamente difficile pensando a quello che ho faticato oggi rispetto a ieri. Ero in affanno ma sono anche convinto che per me questa deve essere una gara di allenamento nel tentative di riuscire a stare in moto tutta la gara per riprendere un pò di confidenza con la moto. Il caldo non sarà di aiuto ma una volta trovato il ritmo cercherò di arrivare regolare fino alla fine“. Mika Kallio (Pramac Racing Team), 15°Le cose sono migliorate nel pomeriggio confronto alla seconda sessione libera, ma il risultato finale proprio non mi rende felice. Le cose devono cambiare molto presto. La squadra sta lavorando molto bene e non si merita questi risultati. Inoltre, con il caldo odierno, la moto scivolava parecchio nella parte posteriore e per questo motivo proveremo un paio di modifiche nel warm up di domani“. Kousuke Akiyoshi (Interwetten Honda MotoGP), 16°Abbiamo provato tre diversi tipi di set-up nelle qualifiche e mi sarebbe piaciuto esser riuscito ad andare più forte, ed è per questo non sono soddisfatto. Penso comunque che la direzione che abbiamo intrapreso oggi siamo già a posto“. Wataru Yoshikawa (Fiat Yamaha Team), 17°Penso di aver fatto un po’ meglio in questo secondo giorno qui a Barcellona, e ora che ho capito meglio la pista ho potuto lavorare su alcuni dettagli di assetto e fare qualche piccolo aggiustamento. Penso di poter migliorare ancora di più domani, anche se la gara sarà molto dura. Farò del mio meglio per non perdere il contatto con gli altri e utilizzare il tempo per raccogliere quante più informazioni possibili, in modo che possano aiutare Yamaha nello sviluppo futuro“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy