MotoGP: le dichiarazioni dei piloti al termine delle qualifiche di Laguna Seca

MotoGP: le dichiarazioni dei piloti al termine delle qualifiche di Laguna Seca

di Redazione Corsedimoto

Per il quarto anno di fila sarà Jorge Lorenzo a scattare dalla pole nel Red Bull U.S. Grand Prix della MotoGP a Laguna Seca. Autore del giro record del circuito di Monterey, il Campione del Mondo 2010 ha regolato per soli 74 millesimi Casey Stoner con l’altra Honda ufficiale di Dani Pedrosa a completare la prima fila seguito da un terzetto Yamaha composto nell’ordine da Ben Spies, Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso. Daloro partiamo nel riportare le dichiarazioni dei piloti protagonisti nelle qualifiche di Laguna Seca, come sempre grazie al servizio media delle squadre della top class. Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), 1°Per questa pole ho dato davvero il massimo: sono arrivato al limite. Sapevo che Stoner e Pedrosa erano molto competitivi, pertanto non avevo altra scelta se non quella di dare il massimo. Nell’ultimo settore, dove avevamo sempre perso qualcosa nei primi turni, sono riuscito a concretizzare questa pole, ma non è stato facile. I primi due tentativi sono stati abortiti per il traffico, ma al terzo ho trovato il momento giusto e tutto è andato per il meglio. Sono davvero felice, so quanto sia importante per la Yamaha un simile risultato a Laguna Seca, ma l’importante resta sempre la gara di domani.Casey Stoner (Repsol Honda Team), 2°Mi dispiace perché avevamo il potenziale per aggiudicarci la pole position. Durante la maggior parte del turno abbiamo lavorato con la gomma dura per migliorare il passo, fatichiamo infatti a farla funzionare bene quando la temperatura non è abbastanza elevata. Abbiamo fatto dei passi avanti e, come ritmo, non eravamo troppo lontani. Quando abbiamo montato la morbida, non abbiamo mai incontrato una “finestra” libera. C’era sempre una CRT nel mezzo e considerando che giriamo 3-4 secondi più veloci, li riprendiamo sempre rapidamente, indipendentemente dal gap che ci separa. Ogni giro è stato compromesso ed è frustrante perché potevamo essere in pole. Domani, la scelta delle gomme dipenderà dalle condizioni meteo, penso che con le morbide abbiamo sia il passo che la durata sulla distanza, ma se è caldo dovremo provare a far funzionate la dura.Dani Pedrosa (Repsol Honda Team), 3°Alla fine delle qualifiche ero un po’ dispiaciuto perché non sono riuscito a migliorare il mio tempo, ma sono contento della prima fila. Nelle qualifiche abbiamo fatto un ottimo lavoro. Questa mattina, secondo me, non aveva senso uscire considerate le condizioni della pista e del meteo, così abbiamo avuto solo un’ora per concentrarci sulle gomme e la messa a punto della nuova moto che ho deciso di utilizzare per la gara. È stato un turno di qualifiche intenso e interessante e sappiamo cosa dobbiamo fare domani. La moto funziona bene e sono fiducioso per la gara. Penso di avere già un buon pacchetto, spero, comunque, di poter sfruttare al meglio il warm up per affinare gli ultimi dettagli. Speriamo di incontrare condizioni migliori di quelle odierne.Ben Spies (Yamaha Factory Racing), 4°Stava andando tutto bene, peccato per quella caduta, mi ha compromesso una potenziale prima fila. Con la moto avevo un buon feeling, ma purtroppo all’impostazione di quella curva probabilmente la gomma non era ancora in temperatura e mi sono ritrovato a terra. Il tallone ha preso una brutta botta, farò qualche lastra di controllo, ma dovrebbe esser tutto OK in vista della gara di domani.Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), 5°Dalle prove di ieri abbiamo fatto dei grandi progressi nonostante questa mattina abbiamo completato soltanto otto giri. Per tutto l’arco del fine settimana siamo stati nella top-6, questo rispetto al 2011 è un enorme passo avanti. Lo scorso anno avevo incontrato tanti problemi, adesso abbiamo il potenziale per far bene. La caduta di ieri ha obbligato la squadra a del lavoro extra, ma il 5° crono delle qualifiche ha ripagato questo sforzo. Adesso non vedo l’ora di correre, con la gomma dura e con la morbida mi sono trovato bene, il passo gara non è male.. spero di riconfermarmi su questi livelli.Andrea Dovizioso (Monster Yamaha Tech 3), 6°Questo pomeriggio abbiamo migliorato molto il rendimento della moto, ma purtroppo l’aver perso il turno della mattinata è uno svantaggio non da poco. Abbiamo dovuto modificare in corsa il nostro programma di lavoro, ma siamo comunque riusciti a trovare un buon compromesso per la gara. Il passo non è male, ci è mancato soltanto il giro da qualifica: ad ogni tentativo ho incontrato del traffico, questo non mi ha consentito di migliorarmi. Mi aspetto per domani una gara dura, i primi tre sono molto veloce e, al momento, sembra impossibile batterli. Ho girato molto tanto con la morbida quanto con la dura, dobbiamo ancora decidere quale usare domani.Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini), 7°Oggi siamo andati decisamente meglio rispetto ad ieri. Il solo rammarico è che questa mattina a causa della nebbia non siamo riusciti praticamente a girare ed a portare avanti il lavoro programmato altrimenti avremmo forse potuto fare un ulteriore passo avanti. In ogni caso sono contento abbiamo provato due soluzioni di setting diversi ed alla fine credo che abbiamo trovato qualcosa di positivo che mi ha permesso di avere una maggior confidenza con la moto. Il ritmo è migliorato tanto e la fiducia adesso è buona. Naturalmente non siamo ancora al 100% ma abbiamo fatto un importante passo avanti. La posizione in terza fila non è male e se riusciamo a fare una buona partenza cercando di restare con il secondo gruppo potremo lottare per una buona posizione. Il mio obbiettivo principale rimane comunque quello di recuperare la fiducia che avevo raggiunto prima del Mugello.Nicky Hayden (Ducati Team), 8°Dopo quello che eravamo riusciti a fare al Mugello e nei test successivi, ci aspettavamo di essere molto più avanti di così. E’ un po’ frustrante essere staccati di oltre un secondo su una pista così breve, dove già tre o quattro decimi sono molto. Stasera decideremo se tentare un cambiamento radicale o se provare a rifinire quello che abbiamo, oltre a decidere la gomma da usare. Speriamo che domani non ci sia nebbia al mattino perché in quel caso il warm-up sarebbe poco utile, ma in ogni caso faremo del nostro meglio e vedremo cosa ci porterà la gara.Stefan Bradl (LCR Honda MotoGP), 9°Non benissimo ma non male… nel mezzo diciamo! E’ più difficile per me rispetto alle altre gare perché ieri mi sono preso il mio tempo per orientarmi e trovare il mio ritmo su un tracciato completamente nuovo. Poi stamattina la nebbia che ci ha impedito di lavorare e quindi la maggior parte del lavoro di messa a punto è stata fatta nel pomeriggio. Non sono entusiasta dell’anteriore perché perdiamo troppo tempo in staccata e in uscita di curva quindi, ora come ora, mi manca la stabilità per andare più forte. Dobbiamo analizzare i dati e trovare una soluzione per domani considerando anche il layout di questa pista. Partire dalla terza fila non è male ma sono consapevole del fatto che sarà una gara difficile e lunga quindi cercherò subito di seguire quelli davanti.Valentino Rossi (Ducati Team), 10°Purtroppo fino a quando giriamo per fare il passo di gara siamo vicini agli altri due o tre piloti del secondo gruppo ma, quando proviamo a fare il tempo, non riusciamo a migliorare abbastanza. Quando monto la morbida ho ancora più problemi, sempre gli stessi: per evitare che la gomma, dopo pochi giri, tenda a scivolare troppo, dobbiamo caricare molto il posteriore e in questo modo si perde feeling con l’anteriore. Fino a quando si gira sul passo di 1.22 riesco ad essere abbastanza costante ma quando devo spingere di più, l’anteriore tende a chiudere, si muove molto, vado largo… In ogni caso, vedremo, sono decimo ma come ritmo, appunto, va un po’ meglio. Certo, mi aspetto una gara difficile per domani.Randy De Puniet (Power Electronics Aspar), 11°Sono davvero felice di questo risultato. I problemi elettronici di ieri e la nebbia di questa mattina ci sono sostanzialmente costati due turni di prove, ma nel poco tempo a disposizione siamo stati in grado di trovare una buona messa a punto. Con diverse modifiche sono riuscito a trovare un passo competitivo, mediamente sull’1’23″1, per la gara. L’obiettivo è sempre il solito: il primato tra le CRT e, se possibile, attaccare qualche MotoGP…Aleix Espargaro (Power Electronics Aspar), 12°Purtroppo non siamo riusciti a trovare una buona messa a punto. Ho faticato a trovare un buon feeling con l’anteriore ed in curva non riuscivo a far “girare” la moto come più mi piace. Per fortuna, proprio negli ultimi minuti delle qualifiche, sono riuscito a migliorarmi, ma per la gara sono un pò preoccupato: dopo 7/8 giri la gomma si usura eccessivamente, ma confido nella squadra per trovare una soluzione e giocarmela ancora con Randy che oggi è stato più veloce di me.Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing), 13°Avevamo una costante su questa moto, e mi sentivo sempre troppo in alto: così ieri abbiamo avuto una buona idea e abbiamo ridotto di molto l’altezza della sella, e mi sono sentito subito più a mio agio e con i pesi meglio distribuiti. Abbiamo tolto un po’ di peso dalla parte anteriore e siamo tornati a forcelle meno rigide che mi hanno dato più guidabilità in curva. In qualifica ho provato la gomma dura e quella morbida, insieme ad un nuovo ammortizzatore che ci ha dato un piccolo vantaggio. Nell’ultimo giro a disposizione la pompa della benzina ci ha traditi e aprendo il gas ho perso subito potenza, ma fortunatamente non c’era nessuno dietro di me. Sono fiducioso per la gara e anche se le due Aprilia hanno un gran ritmo spero di poter correre con loro.Michele Pirro (San Carlo Honda Gresini), 16°Guardanto i tempi siamo migliorati abbastanza rispetto ad ieri ma se vogliamo essere competitivi in gara dobbiamo fare un ulteriore passo avanti. I ragazzi lavoreranno come al solito per mettermi nella condizione di riuscirci ed io proverò a lottare per disputare una bella gara. Le due CRT di De Puniet ed Espargarò sono distanti rispetto agli altriGran Premi ma la gara è lunga e tutto è possibile.Mattia Pasini (Speed Master Team), 18°In fin dei conti sono contento per come sono andate le cose oggi. A parte la scivolata, che ci ha impedito di migliorare la posizione in griglia, abbiamo fatto un lavoro positivo e ottenuto una buona messa a punto: stavo cercando di migliorare, ma ero un po’ al limite e sono scivolato. Nonostante tutto, abbiamo avuto modo di raccogliere dati molto utili, considerando che oggi abbiamo avuto a disposizione una sessione in meno. Speriamo di fare una bella gara domani, abbiamo un buon ritmo e la moto ha un setting abbastanza competitivo. Faremo il possibile per ridurre il distacco dalle CRT che ci precedono.Danilo Petrucci (CAME Iodaracing Project), 19°Purtroppo la nebbia di questa mattina ha rovinato i piani che avevamo fatto, avremmo dovuto provare alcune modifiche alla ciclistica e non abbiamo potuto farlo e per chi è al debutto su questa pista perdere del tempo è molto dannoso. Non sono molto soddisfatto della posizione in griglia, però siamo tutti molto vicini ed in previsione della gara ho un buon passo. Domani lavoreremo ancora nel warm up per avere gli ultimi riscontri su alcune modifiche al set up della mia TR003.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy