MotoGP: è ufficiale, Valentino Rossi lascia Yamaha per Ducati

MotoGP: è ufficiale, Valentino Rossi lascia Yamaha per Ducati

Il doppio, storico annuncio da parte di Yamaha e Ducati

di Redazione Corsedimoto

L’annuncio più atteso dell’era moderna del motociclismo è arrivato. Valentino Rossi dopo sette anni lascia la Yamaha e per i prossimi due anni sarà pilota Ducati in MotoGP. Alle 18:00 in punto è arrivato il primo comunicato stampa Yamaha, dal titolo “Yamaha and Valentino to part company at end of 2010” che crediamo non ha bisogno di traduzione.

Yamaha Motor Co., Ltd. desidera annunciare che la partnership tra Valentino Rossi e la Yamaha terminerà al termine di questa stagione, quando Valentino percorrerà una nuova sfida.

Yamaha e Valentino hanno trascorso insieme 7 fantastiche stagioni durante le quali sono stati vinti insieme quattro titoli mondiali MotoGP.

Valentino è stato una parte importante nella storia di Yamaha e lo sarà per sempre. Yamaha è grata per il contributo di Valentino nei successi sportivi degli ultimi sette anni e desidera augurargli il miglior futuro possibile.

Yamaha garantirà a Valentino tutti gli sforzi per le ultime 8 gare stagionali per concludere al meglio questa lunga e vincente avventura“.

Nel comunicato stampa non si fa alcun accenno alla Ducati e compare una dichiarazione di Lin Jarvis, Direttore di Yamaha Motor Racing.

A nome di tutto il Yamaha Motor Group desidero esprimere la nostra sincera gratitudine a Valentino Rossi per questi sette fantastici anni trascorsi insieme. Valentino ci ha raggiunti nel 2004 quando Yamaha stava soffrendo in MotoGP dopo 11 stagioni senza alcun titolo conquistato. La vittoria di Valentino in Sud Africa al suo primo GP con la Yamaha è stato un momento incredibile, soltanto il primo di tantissime vittorie che hanno emozionato i suoi tifosi e gli appassionati di Yamaha e della MotoGP in tutto il mondo. Grazie alle sue qualità come pilota e collaudatore siamo riusciti a vincere quattro titoli mondiali, il suo contributo è stato indispensabile per rendere la Yamaha YZR M1 la “moto di riferimento” della MotoGP.

Insieme abbiamo vinto tanto e trascorso momenti fantastici e abbiamo potuto scrivere la storia. Rispettiamo la sua decisione di affrontare una nuova sfida e gli auguriamo il meglio per il 2011 ed i prossimi anni.

Per le ultime 8 gare del 2010 Valentino resterà un pilota ufficiale Yamaha e come tale potrà beneficiare del nostro pieno sostegno, ci auguriamo di vederlo vincere ancora qualche gara “in blu” prima che la stagione sia finita“.

Alle 18:30 è arrivato il comunicato stampa Ducati, dopo un “anticipo” nelle scorse ore sul sito web ufficiale (Ducati.com).

Ducati e Valentino Rossi hanno raggiunto un accordo che vedrà, per i prossimi due anni, il nove volte Campione del Mondo vestire i colori del Ducati Marlboro Team alla guida della “Rossa di Borgo Panigale”. L’arrivo di Valentino in Ducati apre un nuovo eccitante capitolo della storia sportiva della Casa italiana e del Motomondiale. L’opportunità di avere tra le proprie fila un pilota dalle straordinarie qualità umane e tecniche come Rossi è considerata da Ducati un grandissimo valore aggiunto per l’intero progetto MotoGP.

“Siamo particolarmente felici di poter annunciare che dal 2011 Valentino Rossi sarà con noi”, ha commentato Gabriele Del Torchio, Presidente Ducati Motor Holding. “Un binomio d’eccellenza nel panorama motociclistico mondiale, coerente con la nostra caratteristica di azienda italiana, portabandiera dei valori del “made in Italy” che trovano nella tecnologia, nel design e nella sportività gli elementi distintivi e la chiave del successo.
Un accordo che è stato reso possibile oltre che dalla ferma volontà delle parti, anche dal convinto supporto del nostro azionista Investindustrial e di tutti gli sponsor del Ducati Marlboro Team, che hanno creduto in questa opportunità e continuano a darci fiducia, condividendo e appoggiando le nostre scelte.”

“Valentino è prima di tutto un grande appassionato di moto e per me è sempre stato un piacere ascoltare i suoi commenti tecnici”, ha detto Filippo Preziosi, Direttore Generale Ducati Corse. “Fino a Valencia rimarrà un avversario la cui grandezza è qualcosa che ha sempre dato un valore speciale alle nostre vittorie, ma nel momento in cui salirà sulla Ducati potremo analizzare liberamente ogni dettaglio tecnico per sviluppare una moto sempre migliore che possa permettergli di esprimere il suo straordinario talento. Poter lavorare con lui rappresenta quanto di più stimolante ogni tecnico possa sperare ed è bello sapere che la prossima stagione avremo questa grande opportunità“.

Alessio Piana (Fotomontaggio Silvia Lavezzo)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy