MotoGP: conclusi i Test a Sepang, Pedrosa per 81 millesimi su Marquez, ma di passo Lorenzo fa paura

MotoGP: conclusi i Test a Sepang, Pedrosa per 81 millesimi su Marquez, ma di passo Lorenzo fa paura

Commenta per primo!

A Dani Pedrosa la “pole” per soli 81 millesimi sul proprio compagno di squadra Marc Marquez, a Jorge Lorenzo il “passo”. Questo il verdetto della tre-giorni di test della MotoGP al Sepang International Circuit vissuta, secondo le previsioni della vigilia, con la riproposizione del duello valso il titolo mondiale 2012 e l’incursione ai vertici di Marc Marquez. Con la mattinata della conclusiva giornata di prove persa per le condizioni di asfalto bagnato, dalle 12:00 in avanti tre degli attesi protagonisti della top class si sono confrontati per il miglior tempo e per acquisire quei dati e riscontri indispensabili per proseguire lo sviluppo delle proprie moto. Poco prima delle 13:00 Pedrosa si era subito riportato al comando della classifica, riuscendo nel pomeriggio a staccare un significativo 2’00″562, distante sì dal 2’00″100 siglato il 7 febbraio scorso, ma sufficiente per relegare a 81/1000 il proprio team-mate Marc Marquez e conquistare la quinta “pole” su sei giorni di prove sin qui andati in archivio. Conferme per Pedrosa, altrettanto per Jorge Lorenzo, sceso in pista nel pomeriggio per una simulazione di gara sensazionale: 20 giri costantemente sul 2’01” basso, ribadendo a chiare lettere il significato del suo soprannome “Martillo”. Di passo attualmente il maiorchino mostra di avere qualcosa in più rispetto a Dani Pedrosa e Marc Marquez, secondo nonostante due battute d’arresto (e siamo a quattro scivolate in tutto in questa pre-season) accusando grazie ad un significativo 2’00″643 finale soli 81 millesimi di svantaggio dal più esperto compagno di squadra in Repsol Honda Team. motogp_test_sepang_d3_end_2 Un “tris” iberico al comando, sfuma proprio allo scadere un potenziale “poker” con Alvaro Bautista scavalcato da Valentino Rossi, quarto riuscendo nell’ultimo “run” a dimezzare lo svantaggio sul piano velocistico da 1″ a 0″5 dalla vetta (e a soli 70/1000 da Jorge Lorenzo…) grazie al crono di 2’01″062. Per il “Dottore” un progressivo miglioramento nel finale, pur senza riuscire ad infrangere il muro del 2’01” (uno di suoi obiettivi per questo test) e ridurre il gap accusato nella precedente uscita del 5-7 febbraio. Il 9 volte Campione del Mondo non ha in ogni caso lesinato impegno tanto da completare 61 giri, qualcosa come 350km indispensabili per approfondire la conoscenza del nuovo telaio della propria Yamaha YZR M1 1000cc dopo i due problemi elettrici accusati nei primi due giorni di prove. Scorrendo la classifica, alle spalle di Rossi in quinta posizione figura Alvaro Bautista con la RC213V del Team Go & Fun Honda Gresini equipaggiata dalle sospensioni Showa e freni Nissin, accusando così come Cal Crutchlow (buon 6° e sempre veloce sul passo: da tenere d’occhio per il 2013) uno svantaggio di mezzo secondo dalla vetta. A “ruota” non manca Stefan Bradl, settimo e l’ultimo con un distacco inferiore al 1″, distanziando un Andrea Dovizioso che ha dato vita ad un bel salto in avanti con la rinnovata Ducati Desmosedici GP13, scontando tuttavia un gap di 1″088. motogp_test_sepang_d3_end_3 La Ducati cercherà di confermare queste prime positive sensazioni anche con Nicky Hayden (9° a 1″5, protagonista di una scivolata senza conseguenze) e Andrea Iannone (1° a 2″, in ascesa) nei prossimi test invernali, mentre tra le CRT viene riconfermata la superiorità delle ART-Aprilia del team Aspar anche se non con il Campione del Mondo in carica Aleix Espargaro, bensì con Randy De Puniet, il più veloce davanti ad Hector Barbera (BQR-FTR Kawasaki di Avintia Blusens) e lo stesso compagno di squadra in Power Electronics Aspar. Tanti giri anche per i nostri Danilo Petrucci (Ioda Suter BMW) e Claudio Corti (FTR Kawasaki del Forward Racing), preceduti a sorpresa dalla esordiente PBM-01 (telaio GPMS, motore Aprilia RSV4) del Paul Bird Motorsport affidata a Michael Laverty. Per la MotoGP ora il prossimo appuntamento è fissato dal 23-25 marzo prossimi a Jerez per gli ultimi Test IRTA pre-campionato, anticipati dal 12 al 14 dello stesso mese dalle prove private di Honda e Yamaha al Circuit of the Americas di Austin, Texas. MotoGP World Championship 2013 Test Sepang 2, Classifica 3° Giorno (Ore 13:00) 01- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 2’00.562 (57 giri) 02- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.081 (54 giri) 03- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.430 (56 giri) 04- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.500 (61 giri) 05- Alvaro Bautista – Go & Fun Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.516 (43 giri) 06- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1- + 0.532 (59 giri) 07- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.747 (46 giri) 08- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.088 (44 giri) 09- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.508 (53 giri) 10- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.752 (64 giri) 11- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.004 (52 giri) 12- Michele Pirro – Ducati Test Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.211 (38 giri) 13- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 2.301 (45 giri) 14- Ben Spies – Ignite Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.493 (33 giri) 15- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Test Team – Yamaha YZR M1 – + 2.592 (32 giri) 16- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 2.593 (42 giri) 17- Wataru Yoshikawa – Yamaha Test Team – Yamaha YZR M1 – + 2.695 (26 giri) 18- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 2.861 (45 giri) 19- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 3.504 (57 giri) 20- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 3.540 (42 giri) 21- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 3.950 (51 giri) 22- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 3.984 (24 giri) 23- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 4.112 (33 giri) 24- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 4.124 (36 giri) 25- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 4.156 (51 giri) 26- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 4.160 (47 giri) 27- Takumi Takahashi – HRC Test Team – Honda RC213V – + 4.187 (65 giri) 28- Bryan Staring – Go & Fun Honda Gresini – FTR Honda MGP12 – + 4.751 (40 giri)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy