MotoGP: conclusi i Test a Sepang, Pedrosa 1°, 1/10 tra Lorenzo e Rossi

MotoGP: conclusi i Test a Sepang, Pedrosa 1°, 1/10 tra Lorenzo e Rossi

Arriva la pioggia nel finale, Marquez chiude 4°

Commenta per primo!

Non poteva di certo mancare la pioggia nella conclusiva giornata di test della MotoGP a Sepang. Presentatasi al momento meno opportuno lasciando diversi discorsi in sospeso (le risposte dal 26 al 28 febbraio prossimi sempre a Sepang), l’ormai indiscussa e sgradita “compagna di viaggio” della MotoGP in giro per il mondo non ha pregiudicato il primo verdetto dell’anno nuovo: se queste sono le premesse, sarà una stagione imperdibile. Quattro Campioni del Mondo per un bottino complessivo di 18 titoli iridati a confronto per il primato, distacchi contenuti nell’ordine di una manciata di decimi con una sola costante: Dani Pedrosa al comando della classifica. Il vice-Campione del Mondo, alla sua ottava stagione consecutiva nella top class con l’investitura di pilota ufficiale Repsol Honda, al quarto dei 44 giri completati ha fermato i cronometri sul 2’00″100 distante sì dal primato assoluto del tracciato tuttora detenuto da Casey Stoner in 1’59″607, ma sotto la pole record 2012 di Jorge Lorenzo in 2’00″334. La Honda RC213V Factory Spec. in configurazione 2013 (appesantita secondo regolamento di 3kg) cresce bene, Dani Pedrosa a sua volta è già in forma “mondiale”, leader di ogni singola giornata di attività in Malesia vincendo il primo confronto diretto con il connazionale-rivale Jorge Lorenzo. Sensazioni positive ribadite dal potenziale espresso sul “passo”, uno dei punti di forza di “Porfuera” sempre più “Martillo”, sceso in pista nel pomeriggio per una simulazione di gara conclusasi anzitempo per l’avvento della pioggia. motogp_end_day3_test_sepang_2013_2 Il Campione del Mondo in carica resta a 329/1000 dalla vetta con oltre 60 giri all’attivo, lo stesso numero completato da Valentino Rossi, “in scia” al ritrovato compagno di squadra in Yamaha tanto da scontare soltanto 113 millesimi dal #99. Per il “Dottore”, oggi sceso in pista con la Yamaha YZR M1 2013, soltanto buone sensazioni e le risposte che cercava: feeling in sella (ri)trovato, progressione sul piano cronometrico (centrato l’atteso 2’00”), distacco contenuto e margine per formalizzare pubblicamente i propri piani ambiziosi per il 2013. Propositi condivisi da Marc Marquez, ormai una splendida realtà della top class: caduta della mattinata a parte (a terra alla curva 16, tornantino che immette sul rettilineo dei box con una decelerazione da 320 a 75 km/h), è sempre, costantemente rimasto lì a giocarsela con i tre là davanti. Il nuovo “craque” del motociclismo archivia il terzo test con la Honda MotoGP a 1/2 secondo dal proprio compagno di squadra Pedrosa (e sono soltanto 94 i millesimi da Rossi), lasciandosi alle spalle nell’ordine Cal Crutchlow (convincente con il motore 2013: 6/10 dalla “pole” di Pedrosa), le Honda di Stefan Bradl (LCR) e Alvaro Bautista (Gresini) con Bradley Smith ottavo a conferma di avere un discreto potenziale per emergere in prospettiva anche nella classe regina. motogp_end_day3_test_sepang_2013_3 Scontano gli ormai consueti 2″ dalla vetta invece le Ducati Desmosedici GP13 ufficiali di Nicky Hayden e Andrea Dovizioso, rispettivamente 9° e 10° a 2″084 e 2″177, con Andrea Iannone che si avvicina con un convincente 2’02″8 mentre il proprio compagno di squadra Ben Spies ha concluso i test con un giorno d’anticipo. Tra le Desmosedici si è intromessa in classifica la ART-Aprilia CRT di un Aleix Espargaro velocissimo (2’02″6), altrettanto l’esperto (ma esordiente nella top class) Michael Laverty che con la ART “di scorta” (la seconda del proprio team-mate Yonny Hernandez) del Paul Bird Motorsport batte nel confronto diretto Randy De Puniet, il tutto aspettando di provare a Sepang-2 la PBM con telaio GPMS e motore Aprilia RSV4. Tra i piloti equipaggiati della centralina Magneti Marelli, Danilo Petrucci con la Ioda-Suter-BMW si mette in mostra con riferimenti cronometrici degni di nota, altrettanto Claudio Corti che precede con la propria FTR-Kawasaki il compagno di squadra in Forward Racing, Colin Edwards. Tra due settimane, dal 26 al 28 febbraio prossimi, ancora test sempre a Sepang prima di tornare nel vecchio Continente per i Test IRTA a Jerez de la Frontera del mese di marzo. MotoGP World Championship 2013 Test Sepang, Classifica 3° Giorno 01- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 2’00.100 (44 giri) 02- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.329 (60 giri) 03- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.442 (60 giri) 04- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.536 (54 giri) 05- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.634 (53 giri) 06- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.903 (43 giri) 07- Alvaro Bautista – Go & Fun Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.402 (38 giri) 08- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.993 (48 giri) 09- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.084 (58 giri) 10- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.245 (43 giri) 11- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Test Team – Yamaha YZR M1 – + 2.516 (21 giri) 12- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 2.528 (47 giri) 13- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.764 (35 giri) 14- Kousuke Akiyoshi – HRC Test Team – Honda RC213V – + 2.982 (28 giri) 15- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 3.774 (47 giri) 16- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 3.966 (39 giri) 17- Wataru Yoshikawa – Yamaha Test Team – Yamaha YZR M1 – + 4.037 (18 giri) 18- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 4.111 (41 giri) 19- Takumi Takahashi – HRC Test Team – Honda RC213V – + 4.188 (46 giri) 20- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 4.431 (34 giri) 21- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 4.666 (65 giri) 22- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 4.815 (51 giri) 23- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 5.007 (41 giri) 24- Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 5.221 (40 giri) 25- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 5.307 (48 giri) 26- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 5.813 (46 giri) 27- Bryan Staring – Go & Fun Honda Gresini – FTR Honda MGP12 – + 5.870 (41 giri)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy