MotoGP: a Valencia ricomincia la (nuova) era delle 1000cc

MotoGP: a Valencia ricomincia la (nuova) era delle 1000cc

Due giorni di test con le attese novità al box Ducati

Commenta per primo!

Dopo un lustro trascorso con i prototipi 800cc, la MotoGP entra ufficialmente nella nuova, seconda era a 1000 centimetri cubici. Oggi e domani l’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia ospiterà, dalle 10:00 alle 17:00 in punto, i primi test IRTA ufficiali in vista della stagione che verrà, portando con sè diverse incognite ed interrogativi sui valori in campo, sullo sviluppo delle nuove moto, sulla resa delle CRT (o “Moto1” che dir si voglia) per una griglia di partenza per la stra-grande maggioranza ancora da definire. Sarà rivoluzione negli equilibri della top class? Di sicuro è nel presente di Ducati: per riscattare la peggior stagione nella storia di Borgo Panigale tra i prototipi (con risultati addirittura inferiori al negativo campionato 2004, nonostante un fenomeno come Valentino Rossi in squadra…), spazio al rinnovamento tecnico. A Valencia il debutto “pubblico” del telaio perimetrale in alluminio, indispensabile per consentire ai Ducatisti (Rossi in primis, ovviamente) di ritrovare la retta via. La GP12 definitiva sarà pronta soltanto per i prossimi test di Sepang del mese di febbraio, ma a Valencia al box in Rosso più di un assaggio della Desmosedici che sarà, confrontandosi direttamente in pista (meteo permettendo) con chi da mesi ha un netto vantaggio nella tabella di marcia. La Honda, che ha concluso nel trionfo generale l’ultimo anno della 800cc, affiderà al Campione del Mondo Casey Stoner ed un Dani Pedrosa in cerca del riscatto la RC213V che, sul piano prestazionale, incute già timori alla concorrenza. In più, aspettando buone nuove per le prossime settimane, saranno provinati grandi protagonisti della Moto2: il Campione del Mondo Stefan Bradl con LCR Honda (ufficialmente un test-premio dove mancherà, per infortunio, Marc Marquez), Andrea Iannone atteso in Gresini Racing al lavoro anche sul fronte CRT. C’è poi la Yamaha che senza Jorge Lorenzo porterà avanti lo sviluppo della propria 1000cc (stessa mitica sigla di progetto: YZR M1) con il solo Ben Spies, potendo contare anche sull’apporto del team satellite Tech 3 con il Rookie of the Year 2011 Cal Crutchlow, ma soprattutto con il nuovo acquisto Andrea Dovizioso, motivato come non mai per questa nuova avventura. Nel computo dei piloti presenti alle prove di Cheste anche i Ducatisti Hector Barbera (passato al Pramac Racing Team) e Karel Abraham (ovviamente con il Cardion AB Motoracing), confermata anche la presenza della Suzuki con la “vecchia” 800cc aspettando lumi sui programmi 2012 (1000cc per Bautista a tempo pieno, Hopkins part-time?) per una nuova era che è già iniziata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy