Marquez vs Lorenzo: la conferenza stampa a Valencia

Marquez vs Lorenzo: la conferenza stampa a Valencia

Le parole dei duellanti al titolo in conferenza stampa a Valencia

Commenta per primo!

Sei piloti presenti, diversi argomenti trattati (in primis il divorzio tra Valentino Rossi e Jeremy Burgess per il 2014), ma di fatto tutte le attenzioni sono state riservate al duello che vale il titolo iridato MotoGP tra Marc Marquez e Jorge Lorenzo. Così è andata in archivio la “Pre Event Press Conference” al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo alla presenza di Marc Marquez, Jorge Lorenzo, Dani Pedrosa, Valentino Rossi, Nicky Hayden e Bradley Smith. I duellanti al titolo: Marc Marquez e Jorge Lorenzo Doverosamente il primo pilota a prender la parola è stato Marc Marquez, che ha chiarito la condizione fisica dopo il brutto volo nelle prove libere pre-gara a Motegi. “Dopo la caduta nel Warm Up di Motegi adesso mi sento praticamente al 100 % della forma fisica“, ha spiegato il fenomeno di Cervera. “L’ultima settimana non sono stato proprio benissimo, ma adesso mi sento abbastanza bene per poter affrontare al meglio il più importante weekend della stagione. Il più importante weekend della carriera? Probabilmente sì. Anche nel 2010 con il titolo 125cc (vinto, ndr) lo è stato, ma in MotoGP tutto è diverso, tutto più importante, tutto più grande: cercherò pertanto di fare del mio meglio. E’ strano ritrovarmi qui un anno dopo la mia prima conferenza stampa da pilota MotoGP in corsa per il titolo: sinceramente, non me lo sarei mai aspettato. Rispetto a 12 mesi fa adesso sono più tranquillo, ma mai mi sarei immaginato di giocarmi il mondiale con Jorge (Lorenzo). L’obiettivo era di imparare per tutto l’arco del campionato, crescere gara dopo gara, di certo non puntare al titolo. Jorge è un pilota molto forte, ha una grande esperienza in MotoGP: adesso ho un piccolo vantaggio, cercherò di fare del mio meglio per batterlo“. Correrà invece libero da pressioni Jorge Lorenzo, carico e determinato dopo il successo conseguito a Motegi. “E’ stata una vittoria molto importante, ancor più di Phillip Island dove siamo stati fortunati nel poter sfruttare il problema occorso a Marc (Marquez). Siamo orgogliosi di esser riusciti a tenere aperto il mondiale fino all’ultima gara: dopo il mio secondo infortunio al Sachsenring quasi non ci credevo più, a quel punto l’unico obiettivo era di vincere più gare possibili perchè eravamo troppo staccati in classifica. In ogni caso non ho rimpianti, si impara sempre da ogni genere di esperienza. Penso che tanto io quanto Marc abbiamo tutte le ragioni per esser orgogliosi di noi stessi: siamo qui a Valencia in lotta per il mondiale, cercheremo di vivere al meglio questo momento“. Ordini di squadra? Parola a Dani Pedrosa e Valentino Rossi Se lo domandano tutti: che ruolo reciteranno Dani Pedrosa e Valentino Rossi questo weekend a Valencia? Per i duellanti al titolo, non ci sono troppi pensieri. “Devo dipendere da me stesso, non da Pedrosa”, ha spiegato Marc Marquez. “Il successo mondiale dipenderà da quello che riusciremo a fare nell’arco del weekend: per me non cambia nulla, cercherò di fare del mio meglio, vedere domenica se sarò in grado di vincere, salire sul podio o lottare per un piazzamento nella top-4”. Gli fa eco Jorge Lorenzo. “Sono convinto che Valentino vorrebbe darmi una mano, sarebbe lo stesso per me a posizioni opposte con lui in corsa per il titolo. L’unica cosa è che devo esser abbastanza veloce per poter sperare nella vittoria, nient’altro”. I duellanti ed i loro presunti alleati... Gli illustri “scudieri” hanno chiarito subito quale sarà il loro compito nel weekend. “Non ci sono ordini di squadra“, ha spiegato Dani Pedrosa. “Io cercherò i fare del mio meglio per vincere: penso sia questo il miglior aiuto possibile per tutto il team“. Medesimo discorso per Valentino Rossi. “Penso che la miglior maniera di aiutare Jorge sia quella di concludere la gara davanti a Marc: sarà difficile, ma ci proverò“. Il precedente: Valencia 2006 C’è un precedente, proprio a Valencia, di titolo in palio all’ultima gara: 2006, Valentino Rossi vs Nicky Hayden con il successo di quest’ultimo nonostante 8 punti da recuperare. Non poteva, a domanda, che tornare sull’argomento il grande “sconfitto” in quella circostanza. “Valencia 2006? Non mi ricordo nulla…“, ha scherzato Valentino Rossi. “No, sinceramente è stato un weekend “strano”. In carriera mi son giocato il titolo soltanto una volta all’ultima gara e non era andata proprio benissimo… Mi ricordo che ero molto arrabbiato, perchè tutto era andato storto. Avevo un buon vantaggio, ad Estoril nonostante l’aver perso per 2 millesimi da vittoria da Toni Elias ero tornato in testa per l’incidente tra Nicky (Hayden) e Dani (Pedrosa). Era stato un weekend strano, particolare: venerdì e sabato ero stato il più veloce, avevo conquistato la pole e sul passo con gomma dura ero quasi imprendibile. Poi domenica mattina qualcosa ha iniziato a non andare per il verso giusto: ero lento, tutto molto strano, praticamente inspiegabile… Poi in gara ho commesso sì un errore, ma è stato un giorno stranissimo… Suggerimenti a Marc per come affrontare il weekend dopo la mia esperienza del 2006? Non penso ne ha bisogno, ha dimostrato di esser molto forte per tutto l’arco della stagione“. Proprio Marquez, quasi “precauzionalmente”, ha deciso di rivedersi la gara di Valencia 2006 settimana scorsa. “Tornato a Cervera è stata una delle prime gare che ho rivisto! Come ha detto Valentino, da spettatore sì, è stato tutto un pò strano quel weekend e non so cosa gli sia successo: era il più veloce nelle prove, poi in gara qualcosa non ha funzionato. Per questo dovrò cercare di esser il più concentrato possibile nel weekend perchè, quanto ti giochi il titolo all’ultima gara, tutto può succedere“. Jorge Lorenzo si ricorda bene il tutto… “Sì, assolutamente. Ero felice! No, sia chiaro, non per Valentino, ma perchè poco prima avevo conquistato il mio primo titolo mondiale in 250cc“. Divorzio Rossi-Burgess per il 2014 La conferenza stampa si è poi conclusa con l’annuncio del divorzio tra Valentino Rossi e Jeremy Burgess per la prossima stagione. “I rumors di questi giorni sono veri: Jeremy Burgess non sarà con me l’anno prossimo“, ha spiegato il 9 volte Campione del Mondo. “E’ un peccato perchè con Jeremy abbiamo vissuto grandiosi momenti, di fatto è stato come un “papà” per me in tutti questi anni nelle corse, ma era il momento giusto per cambiare. Abbiamo bisogno di un cambiamento per trovare nuove motivazioni, per avere una spinta in più per il 2014. Questa di Valencia sarà la nostra ultima gara insieme. Il suo sostituto? Sinceramente non ho ancora idea di chi potrà essere. Abbiamo diverse idee al riguardo, ma non abbiamo ancora deciso chi prenderà il posto di Jeremy“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy