Le Gare del Weekend del 27 maggio

Le Gare del Weekend del 27 maggio

La Superbike al lunedì in America, BSB, CEV, FSBK…

Commenta per primo!

Un week-end durato.. quattro giorni per il motociclismo. Lunedì 28 maggio, giornata del “Memorial Day” al Miller Motorsports Park i protagonisti del mondiale Superbike si sono confrontati per due gare avvincenti con qualche risultato a sorpresa. Non in Gara 1 con Carlos Checa alla quarta affermazione stagionale (24esima in carriera) davanti a Marco Melandri e Max Biaggi. Nella seconda manche proprio il Campione del Mondo in carica, apprestandosi ad una fuga in solitaria, sbaglia-e-paga lasciando la vittoria a Marco Melandri, ora secondo in campionato, preceduto soltanto da Max Biaggi bravo a limitare i danni conquistando un buon terzo posto anche in Gara 2 alle spalle di Jonathan Rea in piena corsa per la vittoria. Sempre insieme al mondiale di categoria, al Miller Motorsports Park si è disputata la quarta prova stagionale dell’AMA Superbike con soltanto una gara in programma nel week-end, dominata da Josh Hayes. L’esperto bi-campione in carica, ai comandi della Yamaha YZF R1 del Graves Motorsport, ha fatto registrare tempi da “mondiale” tanto da dominare la contesa e riportarsi in testa alla classifica di campionato con 7 punti di vantaggio su Blake Young, 3° con la Yoshimura Suzuki, battuto in un emozionante secondo giro dall’altro alfiere del team Monster Energy Graves Yamaha, Josh Herrin, vincitore a Miller lo scorso anno tra le Daytona SportBike. Giù dal podio nell’ordine Geoff May (EBR 1190RS ufficiale dell’Erik Buell Racing) e Ben Bostrom (Jordan Suzuki), mentre Roger Hayden è caduto nei primi giri di gara. Colpi di scena a non finire per la Daytona SportBike sempre al Miller Motorsports Park. Con i doppiati di mezzo all’ultimo giro, Martin Cardenas, campione 2010 tornato quest’anno nella SportBike con la Suzuki GSX-R 600 del team GEICO/M4, si è aggiudicato la vittoria in volata (la quarta su sei gare sin qui disputate nella stagione 2012) davanti alla Triumph Daytona 675R del Team Latus Motors Racing affidata a Jason DiSalvo, a lungo in testa alla corsa, penalizzato dai doppiati nella fase decisiva della contesa. A completare il podio su Graves Yamaha ha concluso Cameron Beaubier, 3°, seguito dalla Ducati 848 EVO del Ducshop Racing affidata a Jake Zemke. Più staccati nell’ordine Bobby Fong (Meen Motorsports Racing Yamaha), Dane Westby (M4 Suzuki), JD Beach (RoadRace Factory Red Bull Yamaha YZF R6) e Benny Solis, ottavo all’esordio con Yamaha del Triple Crown Industries, davanti persino a Tommy Hayden. Un nome celebre come quello di Hayden Gillim ha invece conquistato la vittoria nell’AMA SuperSport, serie riservata ai giovani talenti under-21, ai comandi della Yamaha YZF R6 del RoadRace Factory Red Bull. Il cuginetto di Nicky Hayden ha così raggiunto la seconda affermazione in carriera davanti al miglior esordiente del motociclismo a stelle e strisce Jake Lewis, 2° con Vesrah Suzuki, lasciandosi alle spalle Dustin Dominguez con la Triumph Daytona 675R del Latus Motors Racing. Bella prova di Elena Myers, 7° e a lungo a ridosso del podio, ma pur sempre in classifica davanti al campione in carica James Rispoli, soltanto 8° con la Suzuki GSX-R 600 del Celtic Racing. Sul tracciato “300” di Snetterton è invece andata in scena la quarta prova stagionale del più competitivo campionato nazionale del pianeta, il British Superbike. Al termine delle qualifiche più combattute di sempre con Brookes in pole per 1/1000 su Laverty, in Gara 1 Tommy Hill, scattato dalla prima fila con il 3° crono, si è aggiudicato la vittoria davanti proprio ai due protagonisti delle prove ufficiali, seguiti in 4° posizione da un determinatissimo Noriyuki Haga che ha beffato proprio al photofinish Alex Lowes. Caduta al terzo giro per un contatto con Graeme Gowland per il nostro Luca Scassa, amaro epilogo anche nella 2° manche ritrovandosi a terra dopo 7 curve quando era in 4° posizione. La vittoria, prima stagionale e da pilota Samsung Honda, va così a Michael Laverty, mentre Joshua Brookes in 3° posizione sale al comando della classifica complice l’uscita di scena di Tommy Hill, fermato da un problema tecnico. Sventura anche per Noriyuki Haga, a terra quando navigava a ridosso del podio, stesso discorso per Tommy Bridewell (protagonista con la BMW Supersonic) mentre Alex Polita non ha preso il via di Gara 2. Al Motorland Aragon di Alcaniz si è disputato il terzo round del CEV Buckler 2012 con una spettacolare gara della Moto3 risolta proprio nel finale a vantaggio del tedesco Luca Amato, vincitore con la FTR Honda del team ADAC Stylobike, riuscendo a spuntarla su Alex Marquez (Suter Honda del Monlau Competicion, nuovo leader del campionato) ed il poleman Juanfran Guevara (FTR Honda del Wild Wolf BST). Gara da dimenticare per gli italiani con Francesco Bagnaia a terra in piena rimonta nei confronti del gruppo di testa, chiude 11° Lorenzo Baldassarri, 19° Andrea Migno. In Moto2 trionfo invece del campione in carica Jordi Torres con Federico D’Annunzio 10° e Alessandro Andreozzi 11°, mentre tra le Stock Extreme Carmelo Morales ha condotto la Kawasaki ZX-10R del Team LaGlisse all’ennesima vittoria. Sempre una Kawasaki in trionfo anche nel terzo round del FSBK, Campionato francese Superbike, sul tracciato Val de Vienne di Le Vigeant. Julien Da Costa, ai comandi della Ninja ZX-10R del Team Kawasaki SRC, ha conquistato la sesta vittoria su sei gare disputate in questo primo scorcio di campionato ritrovandosi a +42 in campionato su Sebastien Gimbert, 2° in Gara 1 con la BMW Motorrad France, soltanto 13esimo nella seconda per un errore nelle prime fasi della contesa. Sul podio da segnalare anche Mathieu Gines (Tecmas Honda Michelin, 3° in Gara 1), Vincent Philippe (Junior Team Suzuki LMS, 2° in Gara 2) e la Ducati 1198 SP di David Muscat, 3° nella seconda manche. Prossimo round tra un mese a Ledenon.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy