Le Gare del Weekend del 25 luglio

Le Gare del Weekend del 25 luglio

MotoGP a Laguna Seca e la 8 ore di Suzuka

Commenta per primo!

Prima della, seppur breve, pausa estiva l’ultima fatica per i piloti della MotoGP è stata la gara di Laguna Seca che ha praticamente chiuso il mondiale. Al giro di boa della stagione Jorge Lorenzo ha vinto per la sesta volta nelle prime nove gare e ora comanda con 72 punti di margine su Dani Pedrosa, caduto al 10° giro quando era in testa nel tentativo di resistere proprio all’avanzata del connazionale. Con Pedrosa fuori gioco Lorenzo ha avuto vita facile, vincendo con oltre 3″ di vantaggio su Casey Stoner, secondo. Sul podio ritorna Valentino Rossi esattamente a 50 giorni dall’infortunio del Mugello, protagonista di un bel finale con il sorpasso a cinque giri dalla bandiera a scacchi su Andrea Dovizioso, 4°. A seguire Nicky Hayden e Ben Spies, 6° dopo un “dritto” che gli è costato il podio, mentre Marco Melandri è 8°, Loris Capirossi 10° e Alex De Angelis 12° e ultimo. Caduto Marco Simoncelli. Prossimo appuntamento il 15 agosto a Brno. Insieme alla MotoGP per il Red Bull US Grand Prix a Laguna Seca hanno corso i campionati AMA Pro Racing a cominciare dall’American Superbike dove è tornato al successo Ben Bostrom. Il re del Cavatappi ha avuto ragione del compagno di marca in Yamaha Josh Hayes, portando alla prima affermazione il team Pat Clark Motorsports che ha sfoggiato una inedita livrea bianca per la R1 numero 155. Conclude a podio Tommy Hayden in lizza insieme a Hayes per il campionato, mentre Larry Pegram è 5° con la Ducati preceduto da Jake Holden (sostituto dell’infortunato John Hopkins). Settimo è Eric Bostrom, fuori gioco Miguel Duhamel tornato in azione dopo quasi 2 anni di stop. Combattuta la Daytona SportBike, con l’affermazione del colombiano Martin Cardenas (la sesta stagionale) rilanciandosi in campionato. Il pilota M4 Monster Energy Suzuki ha conquistato la leadership dopo la caduta al 15° giro del giovane Bobby Fong su Ducati, potendo così salire sul gradino più alto del podio davanti a Steve Rapp e Clinton Seller. Giù dal podio Josh Herrin e Danny Eslick, separati da un solo punto in classifica, anche se Cardenas con questa vittoria si è rifatto sotto… A completare il weekend del Red Bull US Grand Prix di Laguna Seca l’AMA SuperSport riservata ai giovani talenti dai 16 ai 21 anni di età. La vittoria non è sfuggita a Huntley Nash anche a seguito delle uscite di pista dei rivali Cameron Beaubier e Joey Pascarella, già campione della West Division. Podio quindi inedito con Nash davanti a Austin Dehaven, autore della pole position, e Scott Gilbert con Elena Myers quarta dopo aver “scoperto” venerdì la Suzuki MotoGP, ospite del box. Dall’America al Giappone per la gara più importante del Sol Levante, la 8 ore di Suzuka, molto spettacolare soprattutto nei primi 120 minuti. La vittoria è andata all’equipaggio tutto nipponico del team HARC-PRO Honda (23° vittoria in 33 edizioni per la casa dell’ala dorata), con Takumi Takahashi, Ryuichi Kiyonari e Takaaki Nakagami più giovane vincitore di sempre a soli 17 anni di età. La Fireblade #634 ha preso il comando già nel corso della prima ora a seguito della debacle di casa Yoshimura Suzuki (vincitore nel 2007 e 2009) con Daisaku Sakai due volte a terra. Da dimenticare anche la corsa del team favorito, F.C.C. TSR Honda: due stop and go (rispettivamente di 20 e 30 secondi) per infrazione in regime di bandiere gialle da parte di Kousuke Akiyoshi, una caduta centrando un pilota più lento per Jonathan Rea. Rimonta dalla 42° alla 3° posizione per un podio tutto Honda con il 2° posto del Keihin Kohara Racing Team con Makoto Tamada e Shinichi Itoh. Il Bolliger Team Switzerland, 9°, è il primo equipaggio del FIM World Endurance in classifica.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy