Le Gare del Weekend del 1 maggio

Le Gare del Weekend del 1 maggio

Weekend molto ricco a cominciare dalla MotoGP a Estoril

Week-end molto ricco per le competizioni a due ruote quello del 1 maggio, a cominciare dalla MotoGP che, dopo un mese di sosta, ha fatto tappa a Estoril dove Dani Pedrosa è riuscito a conquistare la prima vittoria stagionale. Il pilota della Honda ha preceduto sul traguardo Jorge Lorenzo, dominatore in Portogallo dal 2008 al 2010, che con il secondo posto ha conservato la leadership di campionato seppur per 4 punticini di vantaggio rispetto al connazionale. Sul podio anche Casey Stoner, che ha perso terreno prezioso al via, precedendo sul traguardo Andrea Dovizioso che ha “beffato” in volata Valentino Rossi, 5° alla terza gara con la Ducati. Epilogo sfortunato di week-end per Marco Simoncelli, caduto al primo giro dopo aver sfiorato la pole, mentre Loris Capirossi ha raccolto qualche punticino con la Ducati Pramac. In Moto2 secondo trionfo stagionale di Stefan Bradl che con la KALEX del Viessmann Kiefer Racing ha preceduto sul traguardo Julian Simon (Suter Aspar) e Yuki Takahashi (Moriwaki Gresini Racing). Con questo successo il pilota tedesco si colloca al comando della classifica di campionato, favorito anche dalla scivolata a quattro giri dal termine di Andrea Iannone, leader della corsa dopo una strepitosa rimonta dalla 14° posizione in griglia. Per gli altri nostri portacolori Simone Corsi (Ioda Racing Project) è 5°, Alex Baldolini (NGM Forward Racing) 8°, Alex De Angelis (JiR Moto2) 12°, fuori dalla zona punti Raffaele De Rosa, Mattia Pasini, Claudio Corti e Michele Pirro, scivolato al via dopo prove da protagonista. Tre gare e tre vittorie per Nico Terol in 125cc, imprendibile anche a Estoril dove ha presto staccato gli inseguitori ritrovandosi a punteggio pieno in campionato. Il pilota del team Bankia Aspar si ritrova già con 25 punti di vantaggio su Sandro Cortese, secondo sul traguardo con la Aprilia del Racing Team Germany, mentre Johann Zarco (Ajo Motorsport) per 2 soli millesimi ha vinto la volata finale con Maverick Vinales (Blusens by Paris Hilton) conquistando il secondo podio consecutivo. Per gli italiani Simone Grotzkyj Giorgi riesce a concludere nella top 10, decimo con l’Aprilia del Phonica Racing, mentre Luigi Morciano ha pagato un ride through concludendo in 21° posizione. Ritirato Francesco Mauriello, fuori gioco per una caduta nelle prove del sabato Alessandro Tonucci. Sempre insieme al Motomondiale a Estoril ha corso la Red Bull Rookies Cup per il secondo evento stagionale con Brad Binder e Arthur Sissis che si sono ripartiti le due vittorie. Il pilota sud africano, dominatore della prima manche, è caduto nella seconda consentendo al giovane australiano di conquistare la vittoria davanti al nostro Lorenzo Baldassarri, miglior italiano in classifica con un 3° ed un 2° posto nelle due gare di Estoril. Per gli altri nostri portabandiera Andrea Migno ha conquistato un 9° posto nella prima manche, mentre Kevin Arginò ha concluso 14° e 10°. Due punticini anche per Stefano Valtulini, 14° in Gara 2. A Monza il Campionato Italiano Velocità ha disputato il secondo evento stagionale con gare molto combattute sul tracciato brianzolo. Ad aprire la giornata la Superstock 600 con un colpo di scena finale con Federico Monti vincitore e successivamente squalificato, consentendo a Nicola Morrentino di celebrare la vittoria davanti a Dino Lombardi e Giuliano Gregorini. Passando alla Stock 1000, cinque piloti in corsa per il successo conseguito da Lorenzo Zanetti (BMW Motorrad Italia) davanti al compagno di squadra Sylvain Barrier e Michele Magnoni (BMW Baru Racing Team), seguiti dal vincitore di Misano Danilo Petrucci (Ducati Barni Racing Team) e Bryan Staring (Kawasaki Pedercini). Trionfo Ducati in Superbike con Matteo Baiocco (Ducati Barni Racing Team) davanti al rimontante Luca Conforti (Althea Racing) e al campione in carica Alex Polita. A chiudere la giornata la Supersport, con l’affermazione di Ilario Dionisi (Alessandro Andreozzi su FTR in Moto2), e la 125 GP con la volata finale che ha premiato Romano Fenati a scapito di Kevin Calia. Secondo appuntamento stagionale anche per il British Superbike, con Oulton Park che ha proposto lunedì 2 maggio due manches decisamente combattute e spettacolari. In Gara 1 Ryuichi Kiyonari, campione in carica su HM Plant Honda, ha avuto la meglio su John Hopkins (Crescent Suzuki) e Stuart Easton (MSS Colchester Kawasaki). Avvincente la seconda gara dove Hopkins ha conquistato la prima vittoria per un pilota americano nel BSB, battendo al fotofinish Easton, Byrne e Kiyonari. Da segnalare che l’autore della pole position ed ex-leader di campionato, Tommy Hill, è stato costretto alla resa per una caduta nel Warm Up dove ha rimediato un infortunio alla spalla sinistra. Dal 1922 nel calendario delle road races, la Cookstown 100 ha rispetto anche quest’anno le attese proponendo un main event spettacolare all’Orritor Circuit. Ryan Farquhar, già vincitore di quattro gare (Superbike, Supersport, SuperTwins e 450/400), si è ripetuto anche nella finalissima riuscendo a battere in volata Michael Dunlop e Guy Martin, di ritorno a Cookstown dopo 6 anni, autore del nuovo record del tracciato in 1’23″139 (90.932 mph) all’esordio con Relentless Suzuki by TAS nel Road Racing. Giù dal podio Cameron Donald con la Honda del Wilson Craig Racing, weekend sfortunato per William Dunlop che è riuscito a conquistare la vittoria soltanto tra le 250 GP. Quarto appuntamento stagionale per l’Australian Superbike che si è ritrovato, insieme al V8 Supercars, al Barbagallo Raceway di Wanneroo. Glenn Allerton, già vincitore di 4 delle prime 6 gare, ha conquistato l’ennesima doppietta con la BMW del team Procon Maxima, risultando irraggiungibile nella classifica di campionato. Allerton ha battuto nelle due gare Wayne Maxwell, primo inseguitore con la CBR del Team Honda Racing, mentre tra le ProStock (ex-Superstock 1000) debutto vincente per Brodie Waters con la GSX-R 1000 di Suzuki Australia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy