Intervista esclusiva al campione Stock 1000 Xavier Simeon

Intervista esclusiva al campione Stock 1000 Xavier Simeon

Campione su Ducati nella Coppa del Mondo FIM

Commenta per primo!

Ducati toglie, Ducati restituisce. Questo è ciò che è accaduto al belga Xavier Simeon in queste due stagioni, il quale si è visto sfuggire lo scorso anno il titolo mondiale a causa di una brutta caduta nella gara conclusiva di Portimao, lasciando all’australiano Brendan Roberts la possibilità di ottenere il titolo senza duello finale, per poi appropriarsene esattamente un anno dopo, successivamente al passaggio dalla GSX-R 1000 K9 della squadra Alstare alla 1098R del team Ducati Xerox Junior. Un incrocio abbastanza particolare, visto che il suo diretto rivale per il titolo quest’anno, l’italiano Claudio Corti, è proprio pilota del team di Francis Batta. Il ventenne di Bruxelles è riuscito però a dominare la stagione ed ottenere il titolo nella domenica di gare appena trascorsa, sul circuito di Magny Cours, grazie ad un secondo posto nella corsa vinta dal pilota di casa Maxime Berger su Honda Ten Kate. Innanzitutto congratulazioni per il titolo appena conquistato. Quali sono le tue sensazioni? Ci descrivi il tuo approccio alla gara, e i pensieri che hai avuto nell’ultimo giro? “L’approccio alla gara di Magny-Cours è stato uguale alle altre, poiché volevo vincere la gara con autorità. Ho impresso un ritmo veloce a tutta la gara ma Berger è riuscito a starmi dietro, vista la sua voglia di vincere sul circuito di casa”. “Ma ad un giro e mezzo dalla fine sono quasi caduto alla curva Chateau d’Eau e in quel momento Maxime è riuscito a sorpassarmi, e da lì in poi mi sono detto che era meglio terminare secondo piuttosto che finire per terra. Sono davvero contento perché con il junior team Ducati abbiamo lavorato molto bene quest’anno e io ho puntato sulla costanza, e alla fine e andato bene visto che non ho mai fatto peggio del secondo posto”. Con questa vittoria, hai messo definitivamente una pietra sopra al drammatico finale di stagione scorso. Credi che la lezione ricevuta l’anno precedente abbia giocato un ruolo nella vittoria di quest’anno? “Riguardo alla caduta dell’anno scorso a Portimao, la prendo come una chance, dato che se non fosse successo quel che è successo non avrei vinto con Ducati quest’anno”. Xavier Simeon Campione 2009Hai letteralmente dominato il campionato, quale credi sia stato il livello di quest’anno della competizione in generale? “Corti e Berger sono risultati molto competitivi, soprattutto quest’ultimo se non fosse stato così sfortunato. In generale quest’anno il livello era più basso rispetto ai precedenti, nei quali se ti capitava di perdere quattro decimi arretravi di sei posizioni, mentre quest’anno nonostante i tempi fossero più veloci erano pochi a riuscire a farli”. Quali sono i tuoi piani per il prossimo anno? Hai già qualcosa di sicuro tra le mani? “Per l’anno prossimo non so ancora niente, l’unica cosa che voglio è di continuare con lo stesso team di quest’anno, perchè per me è come una famiglia”. Valerio Piccini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy