Casey Stoner: “Il mio primo errore da pilota Honda. Il mondiale? Non sono preoccupato”

Casey Stoner: “Il mio primo errore da pilota Honda. Il mondiale? Non sono preoccupato”

Commenta per primo!

Il primo errore in 25 gare da pilota HRC. Casey Stoner al Sachsenring, nel tentativo di battere Dani Pedrosa e conquistare una preziosa vittoria ai fini campionato, è incappato in una scivolata a due curve dal traguardo. Impossibilitato a ripartire e prender qualche punto per la classifica (inspiegabilmente fermato dai commissari), il Campione del Mondo in carica è comprensibilmente deluso per questo amaro epilogo, ma cerca di guardare il bicchiere mezzo pieno: nonostante i 20 punti di svantaggio da Jorge Lorenzo in campionato, tutto è ancora in gioco, a maggior ragione con una Honda così competitiva.

Avevo programmato di dare il massimo e puntare al sorpasso all’ultima curva, non proprio in quella dove sono caduto“, spiega Stoner. “Mi trovavo bene con la moto, sapevo di avere qualche decimo di vantaggio rispetto a Dani, ero convinto di poter concretizzare questa strategia. Purtroppo all’ultimo giro ho commesso un piccolo errore alla prima curva, questo mi ha obbligato a forzare per ricucire lo svantaggio e rifarmi sotto.

Ero pronto al sorpasso, ma in quella curva ho semplicemente perso l’anteriore. Avevo già iniziato la fase di staccata, ma proprio in quel momento la moto ha perso carico davanti e sono caduto. Sono deluso per questa caduta, altrettanto perchè i commissari non mi hanno consentito di ripartire: la moto era perfetta, non c’erano danni, ma sono stato fermato.

Questo è il mio primo errore da pilota Honda, non mi ricordo quando è stato l’ultimo. Peccato, ma la nota positiva è che avevo il passo per vincere: per questa ragione non sono preoccupato in vista del prosieguo della stagione, anche con questo vantaggio possiamo recuperare terreno e vincere ancora, non ci sono problemi.“

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy